Giochi del Mediterraneo 2013: gli ori di Jessica Rossi, Vanessa Ferrari, il nuoto, la scherma, l'arco, il canottaggio

Nella terza giornata a Mersin altre 33 medaglie per gli azzurri a Mersin.

Valanga di medaglie anche oggi in casa azzurra un po' da tutte le discipline in cui si è gareggiato in questa terza giornata dei Giochi del Mediterraneo 2013 a Mersin, in Turchia. Alle 43 conquistate nelle prime due giornate si aggiungono 14 ori, 10 argenti e otto bronzi per un totale di 75.

Una delle medaglie più attese e che è arrivata puntuale è quella dell'alfiere Jessica Rossi nel tiro a volo: la 21enne campionessa olimpica l'anno scorso a Londra con il record di 99 piattelli centrati su 100 oggi ha battuto nella finale del trap la spagnola Fatima Galvez 13-12 dopo aver superato le eliminatorie con 69 centri su 75. Nella stessa gara il bronzo è andato alla sammarinese Alessandra Pierilli.
Dopo aver ritirato la medaglia d'oro Jessica Rossi ha ricevuto la telefonata del presidente del Coni Giovanni Malagò che l'ha scelta come portabandiera e si è complimentato con lei.

Un altro bellissimo oro è arrivato da Vanessa Ferrari nell'all around individuale di ginnastica artistica. L'azzurra, che era arrivata prima anche ad Almeria 2005, in questa edizione ha vinto anche l'oro a squadre, ma ha manifestato l'intenzione di abbandonare dopo questi Giochi, anche se prenderà la sua decisione dopo le vacanze. Giorgia Campana, invece, si è dovuta accontentare solo del quarto posto, il podio le è sfuggito proprio all'ultima rotazione a vantaggio della spagnola Popa e della francese Sabatou.

Come ogni giorno arrivano medaglie anche dal nuoto e dalla scherma. In acqua è andato forte Luca Leonardi, primo nel 100 sl, così come Martina De Memme, che ha vinto la gara degli 800 sl donne (venerdì aveva vinto quella dei 400), e la squadra della 4x200 sl uomini con Alex Di Giorgio, Diamiano Lestingi, Gianluca Maglia e Federico Turrini. In pedana Giorgio Avola ha vinto la prova di fioretto maschile, Rossella Fiamingo quella di spada femminile e Luigi Samele la gara di sciabola maschile.

Altri ori sono stati conquistati dagli azzurri nel tiro con l'arco, con la squadra femminile composta da Claudia Mandia, Guendalina Sartoini e Natalia Valeeva, che ha battuto la Spagna in finale per 210-203, nello sci nautico con Carlo Allais nello slalom maschile, nel canottaggio con Pietro Ruta (singolo PL maschile), Francesco Fossi e Romano Battisti (doppio maschile), Marco Di Costanzo e Matteo Castaldo (due senza maschile), Francesco Cardaioli (singolo maschile).

Passiamo agli argenti. Nel nuoto Aurora Ponselè lo ha preso negli 800 sl, Flavio Bizzarri nei 200 rana maschili, Elisa Celli nel 200 rana donne, Federico Turrini nei 400 misti uomini, Erika Ferraioli nei 100 sl donne, mentre Simone Ciulli lo ha ottenuto nella gara paralitica dei 100 sl.
Dalle arti marziali è arrivato il secondo posto di Assunta Galeone nel judo, categoria -78 kg donne, e quello di Claudio Treviso nel taekwondo categoria 68 kg uomini.
Nel canottaggio femminile argento per Laura Milani nel singolo PL e Giada Colombo nel singolo.

Passiamo ai bronzi con il terzo posto di Valerio Aspromonte nel fioretto maschile, la squadra di tiro con l'arco maschile formata da Michele Frangilli, Mauro Nespoli e Alberto Zagami, che hanno battuto nella finalina la Francia per 219-211, poi il judo con Vincenzo D'Arco nella categoria -100 kg uomini, lo sci nautico con Beatrice Ianni nello slalom femminile e Matteo Luzzeri nello slalom maschile. Nel canottaggio bronzo per Elia Luini e Andrea Micheletti nel doppio PL uomini, mentre nel nuoto Luca Dotto è arrivato terzo nella gara dei 100 sl uomini e Silvia Di Pietro nella stessa gara al femminile. Nella lotta è arrivato il bronzo di Daigoro Timoncini nella categoria 96 kg.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail