Giochi del Mediterraneo 2013: l'Italia domina nelle bocce. Successi anche nell'atletica, la vela, il tiro a segno e a volo

La nazionale di pallavolo maschile e la coppia di beach volley Cicolari-Menegatti giocheranno per l'oro.

Altre 13 medaglie si aggiungono nel bottino degli azzurri in quel di Mersin dopo la settima giornata dei Giochi del Mediterraneo 2013. Ben sei ori, due argenti e quattro bronzi.

Straordinaria la squadra italiana di bocce che ha raccolto tre ori: nella raffa maschile e femminile e nella pentanque maschile. La supremazia azzurra si è compiuta grazie a Pasquale D'Alterio e Diego Paleari che hanno vinto per 12-9 nella raffa maschile, mentre nella stessa competizione in rosa Agnese Aguzzi e Maria Losorbo hanno battuto per 12-11 le padrone di casa della Turchia. Nella pentanque maschile il terzo oro con Alessio Cocciolo e Diego Rizzi che hanno vinto contro la Tunisia per 13-7.

Gli altri ori della settima giornata sono arrivati nel tiro a volo con Luigi Lodde, che si è aggiudicato la gara di skeet, e nell'atletica leggera femminile con Ilenia Draisci nei 100 m e nei 20 km di marcia con Eleonora Anna Giorgi. La Draisci ha fermato il cronometro su un tempo di 11"53. Nei 100 m maschili, invece, l'Italia ha raggiunto il bronzo con Michael Tumi che ha registrato un tempo di 10"25 mentre Jacques Riparelli è arrivato quinto con 10"29.
Sempre nell'atletica gli azzurri hanno festeggiato con l'argento nel salto in alto di Silvano Chesani (in foto), che ha saltato 2.28, secondo solo al greco Baniotis arrivato a 2.34. Nella stessa gara Gianmarco Tamberi è arrivato sesto con 2-21.
Manuela Gentili è salita sul terzo gradino del podio della gara dei 400 ostacoli femminili con un tempo di 55"65, mentre Francesca Doveri è arrivata dietro di lei con 56"65. Altro bronzo quello di Tania Vincenzino nel salto in lungo con una misura di 6.38.

Un altro argento ce lo ha regalato Petra Zublasing nella finale della carabina 3 posizioni con il punteggio di 452.3. Questa per lei è la seconda medaglia a questi Giochi del Mediterraneo dopo l'oro nella carabina da 10 m.

Anche la vela ha raccolto due medaglie, entrambe di bronzo e nella stessa classe, la 470: una al femminile con Sveva Carraro e Francesca Komatar e l'altra al maschile con Enrico Clementi e Francesco Falcetelli.

Buone notizie arrivano dalla pallavolo: la nazionale maschile ha vinto la semifinale con la Turchia per 3-2 (21-25 25-19 25-15 21-25 15-12) e va ad affrontare nella finale per l'oro la Tunisia sabato 29 giugno alle ore 16:30. Tra gli azzurri di Andrea Giani particolarmente brillanti Giulio Sabbi e Filippo Lanza rispettivamente con 26 e 19 punti a testa.

Nel beach volley, invece, Daniele Lupo e Paolo Nicolai hanno perso la semifinale con gli spagnoli Herrera-Gavira per 2-1 (21-17, 18-21, 13-15), ma possono ancora vincere il bronzo in finale per il terzo posto contro i francesi Salvetti-Daguerre alle 15:20 di venerdì 28 giugno.
Matteo Cecchini e Paolo Ingrosso, invece, giocheranno per il quinto posto contro i serbi Basta-Tesic.
Sempre nel beach volley ma al femminile Marta Menegatti e Greta Cicolari giocheranno per l'oro contro le greche Arvaniti-Karakgounis venerdì alle ore 16.20. In semifinale hanno avuto la meglio contro le slovene Fabjan-Vodeb per 2-0 (21-16 21-11). Daniela Gioria e Laura Giombini hanno perso la semifinale contro le greche per 2-0 (21-17 21-18), ma potranno contendere il bronzo alle slovene alle ore 14:30.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail