Giochi del Mediterraneo 2013: l'oro dell'Italvolley femminile è la 186esima e ultima medaglia azzurra

Le ragazze di Marco Mencarelli hanno battuto per 3-1 le padrone di casa della Turchia.

È un oro l'ultima medaglia conquistata dagli azzurri ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013. Lo hanno conquistato le ragazze della pallavolo femminile battendo in finale le padrone di casa della Turchia allenate dall'ex ct italiano Massimo Barbolini.

Nonostante la bolgia in cui si sono ritrovate a giocare, con tutti i pubblico ovviamente a favore delle loro avversarie, Arrighetti e compagne si sono imposte per 3-1 (23-25 25-22 25-23 25-21) perdendo solo il primo set e poi meritando la vittoria grazie a un buon gioco in tutti i fondamentali. Le turche non si sono mai arrese, nemmeno quando si sono ritrovate al quarto set sotto di due set a uno e per 18-10, ma non sono comunque riuscite a rimontare grazie alla solidità delle azzurre in difesa e a muro e alla potenza dell'attacco. Brave tutte le italiane da Valentina Arrighetti con 13 punti in totale, otto dei quali a muro, Lucia Bosetti con 20 punti in attacco seguita da Cristina Barcellini con 15 e Valentina Diouf con 13.

Insomma, certamente le ragazze di Mencarelli hanno meritato la vittoria e la conquista dell'ultima medaglia azzurra, la numero 186 con la quale viene battuto anche il record di ori di Latakia 1987, quando i primi posti furono 69, mentre a Mersin sono 70 più 52 argenti e 64 bronzi. Mai gli azzurri erano riusciti a raccogliere così tante medaglie in una manifestazione sportiva svoltasi all'estero.

Ma ci sono anche altri record: le medaglie di vantaggio sulla seconda, ben 62, come non accadeva proprio da Latakia 1987, così come sempre da quella edizione non succedeva di avere 23 ori in più della seconda. Gli ori, in particolare, sono aumentati costantemente nelle ultime quattro edizioni dei Giochi.
A Mersin gli azzurri hanno addirittura ottenuto dieci medaglie in più di quante ne hanno prese a Pescara 2009. Inoltre questa è l'edizione che ha permesso a Vanessa Ferrari di diventare l'azzurra più medagliata nella storia dei Giochi del Mediterraneo: ne ha conquistate in totale otto superando le nuotatrici Cinzia Savi Scarponi e Manuela Dalla Valle che ne hanno ottenute sette. Tra gli uomini, invece, resta irraggiungibile Jury Chechi che ne ha vinte 14.

Molto soddisfatto il presidente del Coni Giovanni Malagò che ha commentato la spedizione azzurra con queste parole:

"Sono orgoglioso di quest'Italia. A Mersin abbiamo dato una prova di grande forza, ma anche di capacità, impegno e concentrazione. Non mi riferisco soltanto alle medaglie ma anche alle prestazioni individuali che per molti hanno rappresentato primati personali. Tutti gli atleti meritano un plauso collettivo, da condividere con tecnici e federazioni. Aver rivinto per la terza volta consecutiva il medagliere, superato la precedente edizione di Pescara e stabilito il nuovo record di medaglie all'estero per l'Italia sono tutti elementi che possono far archiviare Mersin 2013 come una spedizione trionfale alla quale mi permetto di aggiungere la medaglia dell'eleganza grazie alle nostre divise griffate da Armani. Complimenti a tutti e che questa manifestazione sia il degno inizio di un quadriennio che ci porterà a Rio 2016"

Il medagliere completo a questo link

Foto © Coni.it

  • shares
  • Mail