Scintille tra Gianluigi Quinzi e Filippo Volandri al Challenger Atp di San Marino (Video)

Il livornese: "Gianluigi gioca bene, se non arriva tra i primi dieci sarà un fallimento per lui. Basta che impari l'educazione".

Filippo Volandri, numero 102 al mondo e testa di serie numero 6 al Challenger di San Marino, si è ritrovato contro al primo turno Gianluigi Quinzi, il tennista italiano del momento che ha potuto partecipare grazie a una wild card.

La partita è finita 6-3, 3-6, 6-3 per il 32enne di Livorno, ma a fare più notizia sono le parole grosse volate tra i due giocatori e tra i rispettivi box durante il match e i tifosi schierati per l'uno o per l'altro giocatore.
Le tensioni sono iniziate quando l'arbitro ha battezzato fuori una palla di Volandri che inizialmente ha accettato il verdetto, ma al cambio campo è andato a controllare il segno e si è arrabbiato. Poi, quando Quinzi ha iniziato a incitarsi da solo gridando a se stesso "Vamos", Volandri ha detto a Medica, l'allenatore del giovanotto di Porto San Giorgio, una frase dalla quale si è capito il fastidio provocatogli dall'atteggiamento di Quinzi, e cioè:

"Gliela insegni tu l'educazione al ragazzino o ci penso io?"

I guai non sono finiti perché ci si è messo anche un guasto all'impianto di illuminazione a complicare tutto e ad aumentare la tensione. Volandri voleva che la partita fosse sospesa, mentre Quinzi si era già messo in posizione per giocare. Questo è successo nel terzo set e di fatto è in quel momento che Quinzi, che di certo aveva dato del filo da torcere al suo avversario più maturo nei set precedenti, non è più riuscito a giocare bene e Volandri si è aggiudicato il match.

Alla fine della partita il livornese ha rilasciato la breve intervista che potete vedere nel video qui di sotto, in cui prima fa i complimenti a Quinzi dicendo che gioca già molto bene, poi lo carica di responsabilità dicendo che se non arriverà tra i primi dieci in futuro per lui sarà un fallimento, infine tornando polemicamente sull'atteggiamento del giovane vincitore del torneo junior di Wimbledon dicendo che se imparerà l'educazione andrà alla grande.

Ecco l'intervista post-partita di Filippo Volandri a Etennistv in cui peraltro inizialmente sbaglia il nome del suo avversario chiamandolo Gianluca invece di Gianluigi:

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail