Tragedia in montagna

Purtroppo non sempre tutto finisce bene. A differenza degli ultimi casi riportati qui sul nostro blog, in cui il sistema Eriadne è risultato di estremo aiuto, è di poche ore fa una notizia che non vorremmo mai sentire.

Sono stati ritrovati nel pomeriggio i corpi dei due giovani escursionisti udinesi dispersi da ieri nella zona del Passo Tanamea, vicino Gemona, al confine tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia. I due giovani, un ragazzo e una ragazza di circa 30 anni, ieri erano partiti per un'escursione: si teme siano scivolati sul ghiaccio che ricopre il sentiero finendo nel canalone sottostante.

I cadaveri sono stati trovati sul versante nord del monte Briniza dal soccorso alpino di Gemona. Vicino alla strada corre un sentiero che molto spesso è ghiacciato divenendo così particolarmente scivoloso. Al di sotto del sentiero c'è un canalone. Nello stesso luogo, il 9 febbraio scorso, è morto un altro escursionista, Gabriele Mansutti, di 32 anni, di Tricesimo (Udine), dopo esser scivolato e precipitato nel canalone.

Noi di Outdoorblog non possiamo che essere, nel nostro piccolo, vicini ai familiari delle vittime. (foto volutamente non caricata).

Via | Corriere della Sera

  • shares
  • Mail