OutdoorDays - Skytriathlon


Gli Outdoordays pian piano si stanno avvicinando e quindi mi sembra interessante fare una carrellata dei tantissimi eventi che si terranno durante la manifestazione. Iniziamo oggi con lo Skytriathlon, uno degli eventi più spettacolari, quello che ne riassume tutta l'essenza. Una formula originale che propone le tre classiche discipline del Triathlon – nuoto, bicicletta e corsa- ricombinandole in una sequenza inedita lungo un percorso altamente panoramico e spettacolare.

Partendo da Riva del Garda gli atleti attraverseranno il Lago di Garda per salire ai 2079 mt del Monte Altissimo, per poi fare a ritorno a valle: 49,0 km e 2000 metri di dislivello, in un mix di mountain bike e corsa in montagna. Il percorso di gara attraversa tutti gli ambienti naturali di questo angolo di Mediterraneo incastonato ai piedi delle Dolomiti: dagli oliveti sulle sponde del Garda ai pascoli di alta montagna. Tanta fatica e determinazione saranno ricompensate da una sequenza ininterrotta di panorami mozzafiato, un susseguirsi continuo di ambienti diversi dove tutte le qualità sportive, la capacità tecniche saranno messe alla prova.

Una grande avventura per fortissimi e determinati triatleti, che la formula a squadre rende più accessibile: oltre agli individuali potranno competere, in staffetta, squadre di tre elementi, specialisti nelle diverse discipline: nuotatori, bikers e skyrunner. A seguire il percorso dettagliato.

Percorso (La gara sì terrà il 24 maggio 2008)

Partenza in linea da Riva del Garda, quota 65 m, con termine della prima prova a Torbole, dopo 2,2 km di nuoto nel Lago di Garda.

Dopo il cambio si prosegue in MTB per la strada asfaltata che porta ai Prati di Nago - 1275 m. Il dislivello è di 1210 m con uno sviluppo in salita di 12,4 km.

Dopo il secondo cambio la gara prosegue di corsa lungo i boschi ed i prati del M. Altissimo. Il dislivello da coprire in salita è di circa 1000 m con uno sviluppo di 5 km.
A questo punto abbiamo raggiunto il top del percorso, ora non rimane altro da fare che buttarsi a capofitto verso valle.

La prima parte di discesa, di corsa, comporta uno sviluppo di 5,2 km circa e riporta al cambio ai Prati di Nago a 1275 m.

Da qui, di nuovo in MTB per la picchiata su Riva del Garda, passando per Loppio e Passo San Giovanni.

Lo sviluppo dell'ultimo tratta è di 24,2 km per un dislivello, quasi totalmente in discesa, di 1200 m.

Arrivo presso l'Outdoor Village.

NB: Il percorso di gara potrà subire modifiche, come altresì potranno essere soppresse sezioni di gara, in considerazione delle condizioni meteo, ai fini di garantire la sicurezza dei concorrenti. Le decisioni a riguardo saranno prese dal direttore di gara.

  • shares
  • Mail