Coppa Davis 2013: Repubblica Ceca in vantaggio 2-0, Serbia-Canada sull'1-1 | I risultati delle semifinali, 13 settembre

Novak Djokovic non risente affatto del jet leg, delle fatiche della finale degli Us Open e del cambio repentino di superficie, e batte Vasek Pospisil (non certo un terraiolo) in tre rapidi set. Dominio del serbo. Dal 2-2 nel primo set, Nole ha infilato un parziale di 13 giochi consecutivi. Solo dopo aver subito il break in avvio di terzo parziale, Pospisil è riuscito a rivincere un game e a limitare i danni con il 6-4 finale. Tanti gli applausi per Djokovic che tornava a disputare una partita nella sua Belgrado dopo due anni. L'ultima la giocò sempre in Davis, in semifinale, a settembre '11, contro Del Potro ma dovette ritirarsi a causa di un infortunio alla schiena subito pochi giorni prima durante la finale con Nadal.
Si conclude dopo quattro ore la battaglia tra Raonic e Tipsarevic, vinta dal canadese 10-8 al quinto set. Tesissimo l'ultimo parziale con il serbo che non ha concretizzato un match point in vantaggio 5-4; 30-40. Supportato dal servizio, Raonic ha breakkato Tipsarevic sull'8-8 e chiuso la partita nel successivo game con be tre aces (33 totali messi a referto).

Radek Stepanek in Coppa Davis si esalta. Lo scorso novembre, battendo Almagro, diede alla Repubblica Ceca il punto decisivo nella finale vinta contro la Spagna 3-2, oggi ha sconfitto Juan Monaco in tre set e, di fatto, ipotecato la finale per i suoi. C'è stata partita solo nel primo set, vinto dal ceco al tie break dopo essersi fatto rimontare in vantaggio 6-5. Negli altri due parziali non c'è stata storia.
Le velleità di rimonta argentine si infrangono su Thomas Berdych che concede un set a Leonardo Mayer ma rimedia e si impone, senza eccessivi patemi, al quarto. Domani, in doppio, la premiata ditta Stepanek-Berdych può chiudere i conti con una giornata d'anticipo e regalare la Repubblica Ceca la seconda finale di fila.

Coppa Davis 2013: semifinali, i risultati di venerdì 13 settembre

Serbia - Canada: 1-1 (Belgrado; veloce indoor)

Djokovic (SRB) b. Pospisil (CAN): 6-2; 6-0; 6-4
Raonic (CAN) b. Tipsarevic (SRB): 5-7; 6-3; 3-6; 6-3; 10-8

Repubblica Ceca - Argentina : 2-0 (Praga, 02 Arena, veloce indoor)

Stepanek (CZE) b. Monaco (ARG): 7-6; 6-3; 6-1
Berdych (CZE) b. Leonardo Mayer (ARG): 6-4; 4-6; 6-3; 6-4 (a seguire)

Us Open 2013: semifinali, presentazione programma venerdì 13 settembre


Comincia oggi un ricco weekend di tennis con le semifinali e gli spareggi playoff di Coppa Davis. A contendersi la finale dell'Insalatiera in programma dal 15 al 17 novembre Serbia-Canada e Repubblica Ceca-Argentina.

Coppa Davis 2013: il programma della prima giornata dei play off

A Belgrado, sul veloce indoor, aprono la prima giornata dedicata ai singolari Novak Djokovic e Vasek Pospisil. Nole torna subito in campo, tra la sua gente, tre giorni dopo la sconfitta subita da Nadal nella finale degli Us Open. Pospisil si è fatto conoscere quest'estate grazie alla semifinale raggiunta al Masters di Montreal, risultato che gli ha permesso di raggiungere la posizione 41 nel ranking Atp. Nessun precedente tra i due. Partita decisamente alla portata del serbo che ha l'obbligo di regalare il punto di vantaggio ai suoi in attesa del secondo singolare di giornata tra Tipsarevic e Raonic, match dal pronostico incerto con il canadese, comunque, favorito anche in virtù delle tre vittorie nelle tre sfide fin qui disputate, l'ultima delle quali risale ad appena un mese a Cincinnati (6-4; 7-6).

Alla 02 Arena di Praga, Repubblica Ceca e Argentina si sfidano nuovamente in semifinale dopo il confronto del 2012 vinto dai cechi 3-2 a Buenos Aires. Senza Del Potro (che ha deciso di disertare la Davis) e Nalbandian (infortunato), il capitano della rappresentativa albiceleste Martin Jaite schiera Leonardo Mayer , più adatto alla superficie rapida, contro Thomas Berdych. Nel primo singolare, alle 15, Radek Stepanek sfida Juan Monaco (4-2 per il ceco nei precedenti). Match decisivo per le sorti della semifinale. Sulla carta i cechi con Berdych hanno due punti quasi certi in singolare e il doppio formato dallo stesso numero 5 al mondo e da Stepanek, in Davis, ha già mostrato ampiamente la sua affidabilità. Dovessero chiudere la prima giornata sul 2-0, per i campioni in carica, la seconda final consecutiva e è praticamente cosa fatta.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail