Mondiali di Ciclismo Toscana 2013, favoriti: Fabian Cancellara vs Peter Sagan

Spartacus vs Hulk. Sono loro i favoriti secondo bookmakers ed esperti.

In questi giorni che precedono la prova regina dei Mondiali di Ciclismo 2013 che si stanno svolgendo in Toscana, ossia la gara in linea degli uomini Élite nessuno risparmia un pronostico. C'è chi prova ad analizzare il percorso nei minimi dettagli, chi guarda solo il palmarés dei corridori, chi va a considerare tutta la preparazione dei singoli partecipanti e il ruolino di marcia fino a questo appuntamento, ma nessuno ha il coraggio di escludere due nomi dai protagonisti del Mondiale: Fabian Cancellara e Peter Sagan. Lo svizzero è il favorito numero uno, sia per la stragrande maggioranza di esperti di ciclismo, sia per i bookmakers, ma lo slovacco è la più valida alternativa.

Subito dietro i due fenomeni ci sono Philippe Gilbert, il campione in carica, che forse viene citato solo perché ha vinto l'anno scorso (quando in pochi se lo aspettavano) e di certo non per la stagione certamente non esaltante (anche se il rendimento è salito proprio nelle ultime settimane). Dopo il belga ecco finalmente l'italiano Vincenzo Nibali, mentre Chris Froome è presente tra i primi dieci favoriti per i bookmakers, ma una sua vittoria non è pronosticata da chi segue le corse. E mentre tutti sono d'accordo sul fatto che nel complesso le squadre più forti sono Spagna e Colombia, i singoli corridori di queste due nazioni hanno quotazioni piuttosto alte: il migliore degli spagnoli sembra Purito Rodriguez, mentre tra i colombiani si distingue Nairo Quintana.

Ma tornando a Cancellara e Sagan, i due fuoriclasse sono destinati a influenzare pesantemente la gara, anche se non hanno compagni molto forti. Tutti gli occhi saranno puntati su di loro, gli avversari li marcheranno a uomo, proveranno a isolarli, è dai loro spostamenti che probabilmente dipenderanno le strategie delle altre nazioni, Italia compresa.

Fabian Cancellara, svizzero ma per metà italiano, 32 anni, detto anche Spartacus o Il Gladiatore, è un campione indiscusso, ha vinto di tutto, compresi un oro e un argento olimpici (il primo a cronometro, il secondo nella gara in linea nella stessa Olimpiade di Pechino 2008), ai Mondiali ha vinto l'oro quattro volte da professionista, due volte da juniores, più un argento e tre bronzi sempre nella cronometro (l'ultimo quello di mercoledì). Ha vinto la durissima Parigi-Roubaix tre volte, il Giro delle Fiandre due, la Milano-Sanremo una (arrivando sul podio altre tre volte) e questo solo per citare le vittorie più importanti.
Quest'anno ha vinto l'E3 Harelbeke, il Giro delle Fiandre, la Parigi-Roubaix, è campione svizzero nella gara a cronometro, specialità nella quale ha anche vinto una tappa al Giro d'Austria e una alla Vuelta. In Spagna ci è andato proprio per prepararsi al meglio al Mondiale, visto che nella maggior parte dei casi il vincitore del Mondiale viene dalla Vuelta.

Peter Sagan ha solo 23 anni, ma già 58 vittorie in carriera, 22 delle quali arrivate nel 2013. Detto Hulk(o anche Tourminator), quest'anno ha anche vinto la classifica a punti del Tour del France per la terza volta consecutiva (oltre che dei giri di California, Svizzera, Colorado e Tour of Alberta). La sua caratteristica, infatti, è che anche se non vince è sempre lì, tra i primissimi, collazionatore di piazzamenti, per questo le classifiche a punti sono quasi sempre sue. Non ha una gran nazionale al suo fianco (la Slovacchia peraltro gareggia con sei corridori, non con nove come le big), ma ha più volte dimostrato di saper vincere da solo, l'ultima volta è successo meno di due settimane fa al GP di Montreal, quando nessuno dei concorrenti lo voleva aiutare in fuga, i compagni erano lontani e allora a 5 km dall'arrivo ha staccato tutti ed è andato a vincere. Qualcuno ha detto che ha vinto "alla Cancellara" su un percorso che ha molte affinità con quello del Mondiale. Non ha partecipato alla Vuelta e questo potrebbe essere un problema, ma ha fatto una preparazione specifica andando in altura negli Usa e in Canada.

Se guardiamo le quote, quelle della vittoria di Cancellara vanno da un minimo di 3.30 a un massimo di 4.50, mentre quelle di Sagan da 5.00 a 6.00. Nel testa a testa la spunterebbe lo svizzero sullo slovacco (1.60 vs 2.10), mentre per quanto riguarda la presenza sul podio, quella di Cancellara è data tra 1.70 e 1.85 (l'assenza tra l'1.80 e l'1.90), quella di Sagan tra 2.15 e 2.25 (l'assenza tra 1.50 e 1.62).
Nella gallery le quote dei principali siti di scommesse online.

Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite
Mondiali Ciclismo 2013 - Quote scommesse prova in linea uomini �©lite

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail