Basket | Eurolega Qualifying Round: Varese subito fuori, sarà Eurocup

Il sogno Eurolega di Varese si spegne immediatamente. La Cimberio viene sconfitta per 79-74 dall'Oldenburg, nei quarti di finale del Qualifying Round, e si dovrà accontentare di disputare l'Eurocup, nel corso della stagione europea appena iniziata. Un peccato, perché la partita era alla portata della squadra di Frates, ma sono stati troppi gli errori commessi dai lombardi, che pagano un Coleman da 3/17 dal campo ed alcune disattenzioni difensive, nel momento chiave del match. Le uniche rappresentanti italiane in Eurolega saranno Siena e Milano.

L'inizio è difficile per la formazione lombarda, probabilmente anche per un po' di emozione, ed arrivano tanti errori, soprattutto difensivi: dopo due triple in fila di Polonara, la squadra tedesca piazza un parziale di 10-0, chiuso dalla tripla di Jenkins, per il +9 (14-23 al 9'), grazie al 75% da 2 ed al doppio dei rimbalzi (12-6). Il canestro pesante dall'arco di Clark, sulla prima sirena, porta un po' di fiducia in casa varesina, ma è la difesa a cambiare il corso della partita. La Cimberio costringe l'Oldenburg a soli 8 punti nel secondo quarto, andando anche spesso in contropiede.

Proprio su una rubata di Rush arriva il pareggio lombardo, per poi sorpassare ed allungare nei minuti successivi (35-29 al 19'), trovando finalmente le giuste contromisure sotto canestro, anche con l'ingresso di un positivo Scekic. La squadra di Frates non riesce, però, a prendere in mano il match, perché al rientro dagli spogliatoi riprende a commettere alcuni errori banali, oltre ad avere un Coleman completamente fuori dalla partita. I tedeschi riprendono a dominare a rimbalzo e, nonostante un ottimo lavoro varesino nei recuperi, la gara è equilibrata, con continui sorpassi.

Il momento di difficoltà continua in avvio di ultimo periodo, quando arriva un nuovo parziale subito, con un caldo Jenkins (53-60 al 32'). Ma è una serie di parziali, prima da una parte e poi dall'altra: Varese risale due volte da -7 e trova con una tripla dall'angolo di Ere la parità, a quota 70, quando mancano poco meno di due minuti alla sirena finale. Un clamoroso errore difensivo, però, svolta la partita: Kramer schiaccia e porta avanti i suoi, su una rimessa laterale con soli 2" sul cronometro dell'azione, Coleman ed Ere sbagliano i tiri del pareggio e Paulding chiude.

  • shares
  • Mail