Atp Pechino 2013: Nadal vince per ritiro di Berdych e torna numero uno, affronterà Djokovic in finale

E' Rafael Nadal il primo finalista dell'Atp di Pechino. Lo spagnolo ha approfittato del ritiro di Thomas Berdych per un problema alla schiena nel primo set. Il ceco era in svantaggio 4-2. Festeggiamenti contenuti per Rafa che torna così numero 1 Atp (anche se non dovesse vincere il torneo) due anni dopo, dal luglio 2011 quando venne sconfitto proprio da Djokovic in finale a Wimbledon. Un'impresa straordinaria e insperata fino a qualche mese fa ma meritatissima. Peraltro da ottobre al prossimo marzo, Nadal ha tanti punti ancora da guadagnare per consolidare la vetta. Numeri impressionanti. Quella di domani sarà la 13° finale del 2013 su 14 tornei disputati. L'unica volta, finora, in cui non è riuscito a raggiungere il traguardo è stato a Wimbledon.

Domani mattina, alle 10, Nadal affronterà, come previsto, proprio Djokovic. Il serbo ha sconfitto in due set Richard Gasquet. Qualche difficoltà per l'oramai ex numero uno solo nel primo parziale quando ha dovuto rimontare da 3-1. Lottatissimo il quinto game, quello del controbreak per Nole, durato addirittura 15 minuti. Sul 3-3, Gasquet ha smarrito di nuovo il servizio e la partita, di fatto, è finita lì. Incamerato il 6-4, Djokovic non ha avuto problemi a imporsi 6-2 nella seconda frazione.

Atp Pechino 2013: i risultati delle semifinali

Nadal b. Berdych 4-2 ritiro
Djokovic b. Gasquet 6-4; 6-2

Atp Pechino 2013: presentazione della semifinali

Altra giornata di grande tennis con le semifinali dell'Atp 500 di Pechino. Non potevano esserci accoppiamenti migliori. I match odierni rispettano le previsioni della vigilia con quattro delle prime cinque teste di serie qualificate.

Si comincia alle 6.30 con Nadal-Berdych. Partita importantissima per Rafa. Se vince contro il ceco e raggiunge la finale, da lunedì, sarà il nuovo numero 1 Atp scalzando Djokovic, in testa da un anno. Un traguardo impensabile se si pensa che dodici mesi fa, Rafa, era alle prese con interminabili sessioni di fisioterapia nella sua Mallorca per guarire un ginocchio scricchiolante. Qualora non dovesse farcela, per tornare in vetta, Nadal deve sperare che Nole non vinca il torneo. Quella odierna è la terza semifinale stagione tra i due. Le altre tre disputate a Indian Wells, Roma e Cincinnati se le è aggiudicate Nadal senza perdere un set. Insomma la festa è pronta ma attenzione a sottovalutare Berdych nonostante il 15-3 nei precedenti. Contro il ceco, Rafa non può certo permettersi gli errori e lo scarso rendimento al servizio, mostrati contro Fognini per un set e mezzo prima della prepotente rimonta.

Alle 13.30, alla conclusione delle due semifinali femminili (Kvitova-Jankovic; S.Williams-A.Radwanska), Djokovic affronta Gasquet. Entrambi, ieri, hanno vinto agevolmente i rispettivi impegni contro Querrey e Ferrer. Nonostante l'ottimo momento del francese, ritengo poco probabile una sua vittoria. Non credo che Nole si farà distrasse eccessivamente dal possibile sorpasso di Nadal in vetta al ranking. Sarò banale ma tutto lascia presagire che passeremo una domenica mattina in compagnia dei due soliti noti... finalisti.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail