Baseball MLB: Red Sox - Tigers e Dodgers - Cardinals le due finali di Conference

Si è conclusa ieri notte la prima parte dei playoff del campionato di baseball MLB che ha delineato le quattro finaliste che si contenderanno il titolo di Conference e la qualificazione alle World Series.

I Detroit Tigers sono l'ultima franchigia qualificata nell'American League. Decisiva la vittoria 3-0, in gara 5, in trasferta, contro gli Oakland Athletics. Corsi e ricorsi storici. Anche lo scorso anno, sempre l'11 ottobre, i Tigers vinsero la bella delle Division Series contro gli Athletics al Coliseum ma con un punteggio più netto, 6-0. Decisiva, ieri, la prestazione al lancio del fenomeno Justin Verlander che ha concesso solo 2 valide agli avversari, eliminando 10 battitori con uno strike out. Ci ha pensato poi il solito Miguel Cabrera a spianare la strada ai suoi con un fuori campo da 2 run nel 4° inning. I Tigers, sconfitti nel 2012 nelle World Series dai San Francisco Giants, affronteranno per il titolo di Conference, al meglio delle 7 partite, i Boston Red Sox, vittoriosi sui Tampa Bay Rays 3-1. I Sox non raggiungevano il traguardo dal 2008 (eliminati proprio dai Rays) e la scorsa stagione hanno collezionato addirittura 93 sconfitte in regular season.

Nella National League, la finale è tra i St.Louis Cardinals e i Los Angeles Dodgers. Si comincia già stanotte. La compagine del Missouri (3-2 ai sorprendenti Pittsburgh Pirates), un habitueè dei playoff, parte sfavorita contro il rooster stellare degli avversari. Magic Johnson e la cordata di imprenditori che ha acquistato il club hanno fatto le cose in grande. Con Adrian Gonzalez, Hanley Ramirez, Carl Crawford, il giovane fenomeno cubano Yasiel Puig, si può interrompere il digiuno che dura dal 1988, anno dell'ultimo successo nelle WS dei californiani.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail