Paul Annacone: "Federer può vincere ancora uno Slam, ha tutto per farlo"

A tre giorni dall'improvvisa separazione da Roger Federer, annunciata dallo stesso tennista elvetico con un comunicato sul proprio sito ufficiale, Paul Annacone, in un'intervista rilasciata a Usa Today e ripresa dai colleghi di Ubitennis, dice la sua sulla vicenda che sta monopolizzando le cronache tennistiche in questa settimana di passaggio verso il ricco finale di stagione.

Annacone rivela che la decisione di interrompere la partnership, dopo tre anni di attività e di vittorie, interrotte solo quest'anno, è giunta lo scorso settembre, durante un periodo di allenamento a Dubai (residenza di Federer), seguito alla deludente eliminazione agli ottavi degli Us Open con Robredo. Al pari del suo ex assistito, anche l'allenatore ritiene che, questo, sia stato il momento giusto per interrompere il rapporto professionale. Una decisione, insomma, che entrambi hanno ponderato attentamente e che non intacca l'ambito personale.

Dichiarazioni di facciata o meno, Annacone si congeda dal suo prestigioso allievo con un augurio e una quasi certezza per il futuro

Considerando quanto ami ancora giocare e l'entusiasmo che mette in ogni allenamento, non riesco a immaginare nient'altro che successi nel futuro di Roger. Può vincere ancora (anche uno Slam ndr). Per me non è questione di se, ma di quando

Annacone non si sbilancia però riguardo chi potrebbe prendere il suo posto nella prossima stagione. Federer, per ora, è affiancato da Severin Luthi, capitano svizzero di Coppa Davis, e dal preparatore atletico Pierre Paganini. Tutto fa pensare che il nuovo coach, se ci sarà, verrà scelto più in là.

Roger è intelligente, è molto obiettivo. Capirà ciò di cui ha bisogno. Deve solo mettere a posto i pezzi del puzzle. Io non posso essere che orgoglioso di aver fatto parte del suo team

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail