Volley maschile, Cev Champions League 2014: Macerata show contro lo Zenit Kazan

Strepitosa vittoria della Lube Banca Marche Macerata che annienta 3-0 lo Zenit di Alekno.

I tifosi della Lube Macerata questa sera si sono divertiti come matti: la loro squadra ha offerto una prova superlativa contro lo Zenit Kazan, squadra che solo due anni fa ha vinto la Champions League e che anche quest'anno è tra le favorite.

Nel girone di ferro in cui si sono trovati i biancorossi è indispensabile giocare al meglio le partite in casa e a quanto pare Alberto Giuliani è riuscito a spiegare benissimo questo concetto ai suoi giocatori che hanno dominato la gara, anche nei momenti di equilibrio l'impressione è sempre stata che Zaytsev e compagni avessero una marcia in più rispetto ai russi.

Prima della partita sia i tifosi con uno striscione sia i giocatori in campo hanno voluto manifestare la loro vicinanza a Goran Vujevic, giocatore della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia che ieri ha subìto un lutto gravissimo: la perdita del figlio Stefan, di soli cinque anni. Tutto il mondo del volley ha fatto pervenire le condoglianze a Goran e alla moglie Francesca.

Dopo la giusta parentesi per questo terribile e spiacevole evento, è iniziato lo show di Macerata, che è partita benissimo nel primo set andando al primo time-out tecnico con il doppio dei punti dello Zenit (8-4). Il distacco è stato però dimezzato a ridosso della seconda pausa obbligatoria, alla quale i biancorossi sono arrivati sul 16-14, poi i russi sono riusciti addirittura a riacciuffare i padroni di casa sul 17-17 e la situazione di parità è andata avanti fino al 24-24. Tutti i set point, però, sono stati per Macerata. Gli uomini di Alekno sono riusciti ad annullarne due, ma al terzo è stato il loro Mikhailov a mandare sulla rete un pallonetto e a permettere a Macerata di vincere il set per 27-25 meritatamente per la superiore qualità del gioco espresso.

La partita si è così messa in discesa per i biancorossi, che nel secondo set hanno avuto poche difficoltà. Si è scatenato Stankovic e Kurek ha continuato a fare il bello e il cattivo tempo, mentre Zaytsev ha rispolverato il suo miglior servizio. Ecco allora che la Lube si è portata sull'8-3 alla prima pausa obbligatoria e sul 16-13 alla seconda trovandosi poi a disposizione tre palle set e sfruttandone subito la prima con il capitano Zaytsev che ha chiuso sul 25-21.

Il momento più che positivo di Macerata è continuato anche nel terzo set: +2 al primo time-out tecnico, +5 al secondo (con Kurek praticamente inarrestabile). Il Kazan ha provato a rifarsi sotto, ma con Zaytsev i biancorossi hanno guadagnato tre match point. I russi ne hanno annullato uno e a questo punto coach Giuliani ha messo in atto una tattica che proprio Alekno aveva sfoderato nella finale di Champions vinta due anni fa contro il PGE Skra Bełchatów: ha chiamato due time-out discrezionali consecutivi. Al rientro in campo è stato Podrascanin a segnare il punto del 25-22 e a mettere fine a una prestazione maiuscola di tutta la squadra, a partire dal palleggiatore Michele Baranowicz che ha messo in condizione tutti i terminali offensivi di essere estremamente efficaci per tutta la partita.

L'altra partita della Pool E, quella tra i Campioni d'Europa in carica del Lokomotiv Novosibirsk (e neo vice-campioni del Mondo) e gli austriaci del Posojilnica AICH/DOB si giocherà giovedì.

Lube Macerata - Zenit Kazan | Tabellino

Lube Banca Marche Macerata - Zenit Kazan 3-0 (27-25, 25-21, 25-22)

Lube Banca Marche Macerata: Henno (L), Paparoni, Zaytsev 20, Stankovic 7, Kovar 5, Monopoli, Giombini, Kurek 17, Baranowicz 3, Podrascanin 5. Non entrati Parodi, Patriarca. All. Giuliani

Zenit Kazan: Anderson 10, Apalikov 1, Sivozhelez 9, Volkov 6, Grbic 1, Yakovlev, Poletaev, Abrosimov 6, Babichev (L), Mikhailov 15. Non entrati Mochalov, Kobzar. All. Alekno

Arbitri: Loderus Frans - Micevski Nikola
Spettatori: 1780
Incasso: 4700
Durata set: 31', 26', 32'
Lube Banca Marche Macerata: battute errate 15, ace 6
Zenit Kazan: battute errate 11, ace 1

Foto © Facebook Lube Macerata

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail