Basket NBA 2013/14: via alla stagione, subito Miami-Chicago

Ci siamo. La stagione NBA è pronta ad alzare la palla a due: questa notte si giocheranno le prime partite, con subito un gustoso Miami Heat-Chicago Bulls: prima la consegna degli anelli a LeBron e compagni, poi i campioni in carica contro la probabile prima rivale ad Est, con l’attesissimo ritorno di Derrick Rose. Una stagione con tantissimi motivi di interesse, di cui uno di questi è sicuramente l’impatto di ‘D Rose’, dopo un’annata ai box ed un precampionato da grande protagonista.

EASTERN CONFERENCE Di certo non si può non dare i favori del pronostico ai campioni in carica, a caccia di uno storico tris: LeBron, Wade e Bosh ci sono sempre, probabilmente per l’ultima recita comune. Come dicevamo, alle spalle c’è più di una squadra che ambisce al posto d’onore: i già citati Bulls, i milionari Brooklyn Nets, i cugini New York Knicks ed i poco pubblicizzati Indiana Pacers. In particolare, le due squadre della Grande Mela vogliono vivere un’annata da protagoniste: i Nets con l’arrivo di Garnett e Pierce, i Knicks con Bargnani e World Peace. Ma non sarà per nulla facile scalzare gli Heat dal trono.

WESTERN CONFERENCE Senza un padrone, invece, l’altra metà dell’NBA: difficile essere certi su chi sarà la presumibile sfidante di Miami nelle Finals 2014. I San Antonio Spurs tentano un nuovo (ultimo?) assalto, dopo la beffa nella finale scorsa: hanno praticamente la stessa squadra, con l’arrivo del nostro Belinelli, anche se un anno in più. Non hanno cambiato quasi nulla nemmeno gli Oklahoma City Thunder, mentre attenzione a Golden State, con l’arrivo di Iguodala. Tra le favorite non si possono certamente escludere i Los Angeles Clippers, con un allenatore di primo livello in panchina come Doc Rivers, e gli Houston Rockets del neo acquisto Dwight Howard.

GLI ITALIANI Sono diventati quattro i nostri rappresentanti, con l’approdo di Gigi Datome ai Detroit Pistons. Quest’ultimo salterà quasi certamente qualche partita in avvio, dopo aver ripreso solo in settimana ad allenarsi con i compagni, così come Danilo Gallinari sarà ai box ancora per almeno un mese. L’ex romano dovrà fare esperienza, ma potrà ritagliarsi uno spazio interessante in una squadra in ricostruzione, mentre l’ex milanese rischia di trovare una squadra in difficoltà, dopo i grandi cambiamenti estivi. Hanno cambiato maglia Andrea Bargnani e Marco Belinelli, entrambi ora in una squadra che punta in grande. Il ‘Mago’ non sarà più la prima punta a New York ed è un bene, mentre il ‘Beli’ ha già fatto parlare bene di se coach Popovich (e non è semplice) agli Spurs. Possono vivere tutti una stagione da protagonisti.

NBA IN TV E’ saltato in extremis l’accordo con Italia 2, per la trasmissione della gara della domenica sera, così sarà solamente Sky Sport a trasmettere le gare del campionato americano nel nostro paese. La pay tv, tuttavia, aumenterà la copertura, passando a quattro partite in diretta a settimana, compresa quella in ‘prime time’ della domenica sera. L’alternativa è l’NBA League Pass su internet, con la possibilità di vedere tutte le partite dell’anno in diretta o in differita: ora c’è un periodo gratuito di prova fino al 5 novembre, poi il costo è di 149.60 per l’intera stagione, playoff compresi.

La programmazione Sky della prima settimana (ora italiana):

Mercoledì 30 ottobre, ore 01.00
Miami Heat-Chicago Bulls

Venerdì 1 novembre, ore 01.00
Chicago Bulls-New York Knicks

Sabato 2 novembre, ore 01.00
Brooklyn Nets-Miami Heat

Lunedì 4 novembre, ore 03.30
Los Angeles Lakers-Atlanta Hawks

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail