Sport tradizionali - Il Pizzicantò molisano

Scritto da: -

Si svolge in molte città del centro sud italia, il giorno 13 giugno, una particolare gara in onore di Sant’Antonio in cui la tradizione vuole che diverse squadre si sfidino nelle torri umane del Pizzicantò, nwel video potete vedere i preparativi per quello realizzato a Irsina (Mt), in Basilicata, sebbene le origini di questo gioco siano molisane.

Leggiamo sul sito dell’Associazione Giochi Antichi che Pizzicantò è diffuso anche nel napoletano, detto pizzichendò, e a Palermo con il nome di Vara. Con ogni probabilità si diffuse in queste regioni durante la dominazione spagnola. Infatti in Spagna il gioco delle “torri umane” è conosciuto dal XVII° secolo, ed è diffuso soprattutto nella regione della Catalogna. I castellers spagnoli sono formati da molti piani, solitamente nove.

A Castellino del Biferno, alla sera del 13 giugno, festa di Sant’Antonio da Padova, si gioca a fare il pizzicantò ( o Pizzichentò ). Il tredici è il numero sacro di Sant’Antonio, dispensatore di tredici grazie al giorno, e al quale sono dedicati i tredici giorni dal 31 maggio al dodici giugno, mentre il 13 giugno è la festa del Santo. A condurre il gioco sono dunque gruppi di tredici persone, che, secondo la tradizione, formano le piramidi umane seguendo uno schema che prevede tre piani costituiti da 7 + 4 + 2 giocatori, raggiungendo un’altezza di circa quattro metri e mezzo. Al centro delle piramidi umane è posta una pertica di legno alla quale i pizzicantari, si aggrappano.

Le torri, una volta formate, sfilano girando su se stesse con armonia e compiono un percorso lungo un centinaio di metri. Per darsi un ritmo nel roteare i giocatori cantano filastrocche dialettali, che contengono ammonimenti tra chi sta ai piani inferiori e chi sta a quelli superiori, incitandosi a vicenda a non perdere l’equilibrio. Chi cede provoca il crollo della torre: la botta

da Torri di Uomini in Basilicata, A. Sacco, di Gabriele Di Stasio, 2007.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Outdoorblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.