Maratona di Boston | Vince Keflezighi, un americano dopo 31 anni - Video

Vince uno statunitense un anno dopo gli attentati

Lo statunitense di origine eritrea Meb Keflezighi ha vinto la Maratona di Boston correndo in 2 ore, otto minuti e 36 secondi. L'evento si è tenuto regolarmente nella città statunitense ad un anno di distanza dai due attentati che sono costati la vita a tre persone e il ferimento di altre 264. Il 38enne, nato in Eritrea e trasferitosi negli Stati Uniti all'età di 12 anni, si è aggiudicato il primo posto. Era dal 1983, quando a vincere fu Greg Meyer, che la bandiera a stelle e strisce non trionfava a Boston. E' anche il primo americano, a prescindere dal sesso, a vincere da quando Lisa Larsen Weidenbach, nel 1985, corse più veloce di tutti.

Maratona di Boston, vince Keflezighi - Foto


Keflezighi, nella sua carriera, ha vinto la maratona di New York City e la medaglia d'argento alle Olimpiadi. appena giunto al traguardo si è commosso: "Quando i Red Six hanno vinto (la World Series), ho detto 'Voglio vincere come corridore per Boston. Vincere per le persone". Keflezighi indossava una pettorina con i nomi delle tre persone uccise nell'attentato e il nome di un ufficiale di polizia probabilmente ucciso da uno degli attentatori all'Mit nei giorni successivi.

Tra le donne ha vinto Rita Jeptoo, del Kenya. E' la sua terza affermazione nella sua carriera e la seconda consecutiva a Boston. La sua impresa è durata due ore, 18 minuti e 57 secondi. Circa un milione di spettatori ha assistito all'evento. E' filato tutto liscio anche grazie alle straordinarie misure di sicurezza attuate per questa edizione. Secondo la Boston Athletic Association c'erano 35.755 partecipanti, il secondo numero più alto della storia dell'evento. Alla centesima edizione, nel 1996, i corridori furono 38.708.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail