Atp Madrid 2014: Fognini ko, Thiem elimina Wawrinka, i risultati del 6 maggio

Seconda giornata all'Atp di Madrid 2014.

Alkesandr Dolgopolov si conferma un autentico tabù per Fognini, sconfitto 7-5; 4-6; 6-3 nel primo turno del Master madrileno. Era cominciata bene la partita per Fabio, bravo ad approfittare della partenza balbettante dell'avversario. In vantaggio di un break, l'azzurro si è fatto raggiungere sul 4-4, dopo aver avuto due palle per il possibile 5-3. La rimonta dell'ucraino costringe Fognini a servire due volte per salvare il set, sotto 5-4 e 6-5. Nella seconda, nel dodicesimo game, è il Guru ad avere la meglio con cinque punti consecutivi da 40-0 che gli consegnano il primo parziale.

Dopo aver usufruito di un medical time out per il consueto fastidio alla gamba destra, il nostro non molla gli ormeggi. Anzi è lui a fare la partita nel secondo parziale che si decide sul 3-3 con tre break di fila, due dei quali a favore di Fognini che non si lascia poi sfuggire l'opportunità di allungare il match, mantenendo, a 0, il servizio in vantaggio 5-4. Fabio potrebbe allungare il momento positivo ma Dolgopolov lo arresta. Con uno schiaffo al volo di dritto, l'ucraino sventa una palla break nel game iniziale del terzo set, strappa il servizio all'avversario in vantaggio 2-1 e controlla agevolmente fino al 6-3 finale. E' La quinta vittoria in altrettanti precedenti con Fognini per Dolgopolov che, domani, si contenderà un posto negli ottavi con Gulbis. Il lettone acuisce la crisi di gioco e risultati di Janowicz, lontano dai fasti di un anno fa.

La grande sorpresa di giornata arriva in tarda serata con la vittoria di Dominic Thiem su Wawrinka. Dopo i primi due set piuttosto rapidi 1-6; 6-2; nella terza, e decisiva, frazione il talentuoso austriaco, proveniente dalle qualificazioni, tiene testa al quotato rivale e lo breakka nel decimo game, in vantaggio 5-4. L'elvetico, finalista della passata edizione, si congeda dal torneo con una stecca di rovescio, il suo colpo migliore. Impresa memorabile di Thiem che conferma le sue ambizioni e giocherà gli ottavi con Youzhny o Feliciano Lopez. Wawrinka perde punti preziosi nel ranking. La distanza con Federer, assente a Madrid e divenuto padre stasera di altri due gemelli, si assottiglia a 70 punti

Passano agli ottavi David Ferrer costretto al terzo set da Ramos per suoi demeriti, Nishikori che prosegue la sua serie positiva con Garcia Lopez, Milos Raonic facile su Chardy e Bautista Agut che piega, in rimonta, al terzo Verdasco.

Stupisce l'eliminazione di Haas che, dopo quella con Klizan a Monaco, incassa un'altra sconfitta inaspettata con Sijsling. Kevin Anderson batte Stepanek e si garantisce l'ennesima rivincita con Berdych. Juan Monaco e Nico Almagro saranno i primi avversari di Nadal e Murray. Per l'iberico sofferta vittoria 7-4 nel tie break del terzo con Golubev.

Atp Madrid 2014: i risultati del 6 maggio

Ferrer b. Ramos 7-6; 5-7; 6-3
Bautista Agut b. Verdasco 2-6; 7-6; 6-1
Thiem b. Wawrinka 1-6; 6-2; 6-4
Sijsling b. Haas  6-3; 1-6; 4-6
Almagro b. Golubev 6-3; 6-7; 7-6(4)
Nishikori b. Garcia Lopez 6-3; 6-1
Gulbis b. Janowicz 7-6; 3-6; 6-2
Dolgopolov b. Fognini 7-5; 4-6; 6-3
Raonic b. Chardy 6-3; 6-3
Cilic b. Sousa 6-1; 6-1
Anderson b. Stepanek 3-6; 6-3; 6-4
Monaco b. Melzer 6-4; 6-3

Atp Madrid 2014: tabellone e risultati aggiornati

Federer si ritira da Madrid

Atp Madrid 2014 | 6 maggio

Atp Madrid 2014: programma del 6 maggio

Secondo giornata all'Atp Masters di Madrid. Si completano i match di primo turno cui va aggiungersi l'esordio di Stan Wawrinka e David Ferrer.

Quest'ultimi giocheranno sul Centrale "Manolo Santana" nel pomeriggio-sera. Per Ferrer, reduce dalla prematura eliminazione a Barcellona, è atteso dal connazionale Ramos già rodato dalla sfida di esordio, vittoriosa, con Mahut. Wawrinka, finalista della passata edizione, testerà le ambizioni del promettente austriaco Dominic Thiem che, proveniente dalle qualificazioni, ha già estromesso un irriconoscibile Tursunov. Tra le due sfide si colloca a metà pomeriggio un altro derby iberico, quello tra Verdasco e Bautista Agut.

All'ora di pranzo debutta anche Fabio Fognini. Due giorni dopo la sconfitta in finale a Monaco di Baviera, per l'azzurro c'è un avversario insidiosissimo, Aleksandr Dolgopolov. E' il terzo confronto tra i due negli ultimi tre mesi. Sia a Rio de Janeiro che a Indian Wells ha sempre vinto l'ucraino, entrambe le volte piuttosto nettamente in tre set. Pronostico apertissimo. Partita incrociata con quella tra Gulbis e Janowicz. Che dire anche qui potremo vederne delle belle con le racchette vittime designate del temperamento piuttosto fumantino dei due contendenti.

Torna subito in campo Kei Nishikori. Per il nipponico c'è l'ostico Garcia Lopez, un avversario da non sottovalutare specie se dovesse confermarsi ai livelli di gioco di Montecarlo, dove è riuscito a strappare set a Djokovic, comunque limitato dai problemi al polso. Esordio per Raonic contro Chardy mentre dal confronto tra Melzer e Juan Monaco uscirà il primo avversario di Rafa Nadal.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail