Consigli nutrizionali - Occhio a spremute e succhi di frutta

Scritto da: -

Spremute e succhi di frutta solitamente vengono inserite nell’alimentazione per gli sportivi per il loro apporto di vitamine e di minerali ma spesso ci si dimentica della presenza di carboidrati semplici, tipo il fruttosio che è un componente naturale della frutta e il glucosio, punto d’arrivo di tutte le trasformazioni che coinvolgono gli zuccheri.

Altre bevande molto usate anche dagli sportivi sono senza dubbio ricche di zuccheri semplici (glucosio e saccarosio); un succo di frutta per esempio, apporta una notevole quantità di questi carboidrati, che possono stimolare processi metabolici negativi sulla prestazione se assunti prima. E’ necessario dunque fare attenzione a ciò che si beve, in particolar modo prima di iniziare un allenamento o una gara.

Per esempio ora che arriva l’inverno capiterà spesso di assumere delle spremute di arance, magari con l’intenzione di rinforzarsi contro i malanni dell’inverno, ma un bicchiere da 200 cc equivale ad un bicchiere di succo di frutta da 100 cc, con circa 16 gr. di carboidrati semplici (è presente anche il glucosio) per un totale di 65 calorie, quindi fate attenzione a cosa bevete e al momento in cui scegliete di berlo, per evitare reazioni ipoglicemiche e ricordando che non è più importante quello che assumente prima dello sforzo ma quello che assumete dopo.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Outdoorblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.