Tre Valli Varesine 2012, 18 agosto: la diretta. David Veilleux ha vinto, e vince anche il Trittico Lombardo

David Veilleux Vince il Trittico Lombardo

17.03: David Veilleux ha vinto anche il Trittico Lombardo, con 15 punti. Secondo l'altro canadese, Francois Parisien, terzo il nostro Giovanni Visconti.

David Veilleux ha vinto la Tre Valli Varesine 2012

16.54: ecco l'ordine d'arrivo. Dopo il canadese, alla sua vittoria più importante in carriera, Andrea Palini (Team Idea) ha regolato il gruppo degli inseguitori (1'06") allo sprint, poi Danilo Di Luca (di nuovo sul podio dopo il secondo posto di ieri), quindi l'altro canadese Francois Parisien. A seguire, Luca Wackermann, Angel Madrazo Ruiz (che era caduto a pochi chilometri dal traguardo), poi Francesco Reda e Paolo Bailetti, già protagonisti di un'azione combinata che però non è andata a buon fine.

16.50: David Veilleux ha vinto la Tre Valli Varesine 2012, con una splendida azione lanciata negli ultimi 10 chilometri. Il giovanissimo canadese ha sorpreso tutti, mentre il povero Giovanni Visconti, che si era lanciato al suo inseguimento, era stato riassorbito dal gruppo e poi era andato lungo ad una curva, finendo la gara con grande carattere e sanguinante.

16.41: l'azione di Veilleux sembra destinata ad andare a buon fine. Dietro non trovano l'intesa e il canadese avanza, decisissimo, con 53" di vantaggio a 4,7 km dalla fine.

16.29: a due giri dalla fine, David Veilleux è in testa, inseguito da Giovanni Visconti e poi da un gruppo di inseguitori.

16.11: situazione fluida, con gruppi di testa e di inseguitori racchiusi in 10".

15.51: il gruppo è frazionatissimo. Si forma un trenino di sei inseguitori di Dodi, alle cui spalle ci sono una trentina di uomini.

15.44: Luca Dodi prova l'azione solitaria, Francesco Reda va all'attacco e prende subito 18 secondi sul gruppo, raggiunto poi da Paolo Bailetti.

15.35: a 42 km dal traguardo, approfittando di uno strappo, grande azione di Stefano Garzelli, che fa selezione, ma poi partono una serie di iniziative individuali: c'è grande concitazione. E' Luca Dodi a scattare.

15.15: a 56 km dal traguardo, un uomo solo al comando con 50 secondi di vantaggio sul gruppo. Si tratta del numero 45 Juan Pablo Valencia, Colombiano. L'iniziativa ha oggettivamente poche speranze di riuscita, il gruppo è lanciatissimo verso l'inseguimento e il distacco diminuisce chilometro dopo chilometro

Tre Valli Varesine 2012

Franco Pellizotti

Domani, 18 agosto 2012, la Tre Valli Varesine chiude il Trittico Lombardo, dopo la Coppa Bernocchi vinta in volata da Sacha Modolo il 16 agosto e la Coppa Agostoni 2012, dove Emanuele Sella ha portato a termine una fuga decisamente importante regolando allo sprint lo sfiancato Fortunato Baliani, compagno d'impresa. Mentre altrove ci si batterà per la Vuelta di Spagna, dunque, in Italia si concluderà una delle più celebri classiche nostrane.

La partenza è da Campione d'Italia, l'arrivo a Luino dopo un percorso impegnativo, di 198 chilometri. C'è solamente un Gran Premio della Montagna, sull'Alpe Tedesco, 790 metri sul livello del mare a 95 chilometri dal traguardo.

Queste le squadre in gara: Androni Giocattoli – Venezuela, Movistar Team, Team Europcar, Lampre – ISD, Colombia Coldeportes, Colnago – Csf Inox, Farnese Vini – Selle Italia, Acqua & Sapone, Rusvelo, Utinsilnord Named, Landbouwkrediet – Euphony, Topsport Vlaanderen – Mercator, AccentJobs – Willems Veranda’s, Champion System Pro Cycling, Team Spidertech Powered By C10 e Team Idea.

Oltre al vincitore della gara, verrà anche premiato il vincitore assoluto del Trittico Lombardo (colui che si sarà meglio piazzato nelle tre gare).

In gara Francesco Pelizotti (Androni, la squadra di Emanuele Sella), i francesi dell'Europcar con Thomas Veckler (vincitore della classifica scalatori al Tour e del premio combattività) e Pierre Rolland (ottavo al Tour 2012) e gli spagnoli della Movistar, il cui capitano sarà Giovanni Visconti, poi Stefano Garzelli, Danilo Di Luca, Domenico Pozzovivo (Team Colnago, due volte secondo nelle ultime due "Tre Valli"), Enrico Battaglin e Gianluca Brambilla (sempre Colnago). Poi Matteo Rabottini (già primo fra gli scalatori nell'ultimo Giro d'Italia), Paolo De Negri e Oscar Gatto (della Farnese Vini Selle Italia) e ancora Fabio Duarte (Colombia Coldeportes), Adriano Malori (Lampre) e i corridori di casa Paolo Bailetti, Edoardo Girardi e Giuseppe De Maria.

Foto | TM News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail