Mondiali Paraciclismo 2014: secondo oro per Alex Zanardi, argento per Mazzone e Podestà

Alex Zanardi non ha alcuna intenzione di fermarsi e ai Mondiali di Paraciclismo 2014, in corso di svolgimento a Greenville, nella Carolina del Sud, conquista il suo secondo oro nel giro di pochi giorni. Dopo il trionfo nella staffetta della prima giornata, il bolognese si prende anche l’oro nella cronometro individuale e ora punterà a bissare il tris di un anno fa in Canada, provando a conquistare il primo posto anche nella prova in linea. Giornata molto positiva anche per i compagni di staffetta di Zanardi, Mazzone e Podestà, che conquistato due argenti nelle categorie MH2 e MH3. Il medagliere azzurro, al momento, vanta tre ori, tre argenti e un bronzo.

Dominio assoluto quello di Zanardi che ha chiuso la corsa contro il tempo nella categoria MH5 (16,6 chilometri) nel tempo di 25’21”. Alle sue spalle, si piazzano il sudafricano Van Dyk (+ 30”97) e l’olandese Tim De Vries (+35”28). Il secondo oro di Greenville è la 50ma medaglia della gestione del CT Mario Valentini, che ora si aspetta altre medaglie dalle prossime gare, nelle quali l’Italia potrà schierare alcuni tra i più apprezzati atleti al Mondo. Intanto, Zanardi si gode i suoi due ori in un’intervista concessa al sito della BMW, di cui è partner e ambasciatore:

Zanardi-oro-mondiali-paraciclismo

“Sono estremamente contento. Onestamente - ammette Zanardi - al mattino ero fiducioso perché sapevo di essermi preparato molto bene per questo evento, ma temevo che non sarebbe stato abbastanza. Sapevo che i miei avversari erano molto, molto forti e che sarebbe stato difficile prendere una medaglia oggi. Non puoi vincere sempre, quindi il mio approccio per la gara è stato semplicemente quello di dare il meglio. Fortunatamente è stato sufficiente ancora una volta per laurearmi campione del mondo e sono davvero contento. Lunedì avremo un’altra grande gara, ma è già grandioso aver vinto oggi e non avrei potuto chiedere di più. E in più, è la 50esima medaglia d’oro per il nostro allenatore Mario Valentini, che per me è come un secondo padre, e sono davvero contento di essere stato io a regalargli questa medaglia speciale”.

Tra gli altri azzurri in gara oggi, Giorgio Farroni e Livio Raggino hanno chiuso rispettivamente sesto e decimo nella categoria T2. Sfortunata Francesca Fenocchio che nella H3 ha ottenuto un quarto posto, mentre decima è Claudia Schuler. La gara è stata vinta dall’americana Alicia Brelsford Dana, argento per la britannica Karen Darke, bronzo per la polacca Renata Kaluza.

  • shares
  • +1
  • Mail