Oscar Pistorius condannato per omicidio colposo, rischia 15 anni

Oscar Pistorius è stato dichiarato colpevole di omicidio colposo. Questa la decisione dei giudici, comunicata stamane, in udienza, all'atleta sudafricano. Nei prossimi giorni verrà decisa la pena detentiva. Pistorius rischia fino a un massimo di 15 anni di carcere.

Processo Pistorius, non ci fu premeditazione

11 settembre

Giornata campale nel processo che vede imputato Oscar Pistorius: l’omicidio di Reeva Steenkamp, allora fidanzata dell’atleta sudafricano, non è da considerarsi premeditato. Lo ha detto oggi durante l’udienza il giudice di Pretoria, Thokozile Masipa, prima di interrompere la lettura della sentenza. Solo domani, dunque, conosceremo la decisione in merito alla morte della fidanzata di Pistorius avvenuta il 14 febbraio del 2013: l’atleta paralimpico ha sempre dichiarato di aver aperto il fuoco pensando di essere in pericolo e la giornata di oggi ha segnato un importante punto a favore della difesa.

Si riprenderà domattina, dunque, alle 9:30 con l’accusa che, dopo non essere riuscita a dimostrare l’omicidio premeditato, potrebbe ottenere invece quello colposo: Pistorius, in sostanza, avrebbe agito con estrema violenza e con negligenza, ma non rischia di sicuro la lunga condanna che sin qui era stata prospettata. Secondo il giudice, infatti, costituisce elemento non ignorabile il fatto che udendo strani rumori dal bagno prima di sparare l’atleta si sia sentito minacciato. “Ne deriva - sostiene Thokozile Masipa - che l’accusato credeva di essere in pericolo, e che non può dunque essere riconosciuto colpevole di omicidio”. Già in precedenza, la stessa giudice aveva puntualizzato che “non si può provare oltre ogni dubbio che l’omicidio fosse premeditato”.

Oscar Pistorius Is Tried For The Murder Of His Girlfriend Reeva Steenkamp

Durante la lettura della sentenza, come già durante altre udienze precedenti è accaduto, Oscar Pistorius è scoppiato in lacrime: teso come non mai all’arrivo in aula, la sua posizione oggi ne esce comunque sollevata. In caso di omicidio premeditato avrebbe rischiato 25 anni, che sarebbero diventati 15 in caso di omicidio preterintenzionale; con l’omicidio colposo, invece, rischia una pena inferiore e con maggiore discrezione per il giudice. In aula erano presenti anche il fratello di Pistorius, Carl, oltre che la madre di Reeva, la signora June Steenkamp. Non mancavano nemmeno due fans autodefinitesi Pistorians.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail