Atp Shanghai 2014: Federer e Djokovic agli ottavi , Nadal eliminato | Risultati 8 ottobre

Update: Qui i risultati degli ottavi | 9 ottobre

E' successo di tutto nei match di secondo turno dell'Atp di Shanghai disputati l'8 ottobre 2014. Ecco la cronaca della giornata.

18.36: Roger Federer supera un grande Leonardo Mayer 7-5; 3-6; 7-6(6) in una partita che l'argentino non dimenticherà a lungo.

Il primo set dura un’ora esatta. Mayer gioca a tutto braccio e assesta una serie di vincenti che sorprendono Federer, incapace di arginare l’effervescenza dell’argentino che si ritrova a servire per chiudere il parziale sul 5-4. Il decimo game è il più lungo della partita e dura 10 minuti. Mayer si procura due set point e fallisce il secondo con un dritto in campo aperto che si ferma in rete. Federer non sta a guardare e al quinto break point, scaturito da uno smash sbagliato dell’avversario, trova il 5-5. La partita gira. Sotto 6-5, Mayer si ritrova, di nuovo, in difficoltà al servizio. Ne approfitta Roger. Tracciante di rovescio e errore gratuito. 7-5 per lui.

Ci mette poco l’argentino a riordinare le idee. Complice l’appagamento dell’elvetico, Mayer piazza subito un break in avvio di secondo set. Federer ha una chance per rientrare e nulla più. Anzi è di nuovo lui a perdere la battuta nel game finale del 6-3. Scoccano le due ore di gioco e comincia il terzo parziale. Non succede nulla fino al 5-4 per Mayer. Costretto a servire per salvare la partita, Roger si ritrova sotto 15-40 e deve fronteggiare due match point. Sul primo, il rovescio di Leo danza beffardamente sul nastro. L’altro viene annullato con maestria da Federer con la sempre efficace combinazione servizio-dritto

Il tie break è la conclusione più giusta. L’argentino si porta sul 5-2 e servizio. Roger incamera i due punti successivi in risposta, poi con un dritto in corridoio concede all’avversario altri due match point. Nulla da fare per il povero Leo che, sotto 8-7, viene trafitto da un pallonetto millimetrico e, alla stretta di mano, si lascia andare alle lacrime per l'irripetibile occasione fallita. Sorrisi ed esultanza per Federer che, con questa insperata vittoria e la contemporanea sconfitta di Nadal, da lunedì torna numero 2 Atp alle spalle di Djokovic.


15.35: Mesta eliminazione per Rafa Nadal che cede 6-3; 7-6 al connazionale Feliciano Lopez. Il malanno all'appendice infiammata condiziona il maiorchino nel primo set che l'avversario incamera grazie a un unico break, a 30 sul 3-2. Ci pensa lo stesso Lopez a rimettere in partita Rafa con uno sciagurato game al servizio che gli costa il 2-0 nel secondo parziale. Nadal gioca meglio e, senza sussulti, si arriva al 5-3. Feliciano si gioca il tutto per tutto. Arrivano il break, a 15, la parità (5-5) e il tie break. E' Rafa a condurlo ma Lopez lo riprende sul 5-5 per poi compiere un doppio fallo che manda il rivale a servire per portare la sfida al terzo. Ancora una volta Feliciano si salva al termine di uno scambio spettacolare, impatta 6-6, ottiene il vantaggio in risposta e chiude con una bella stop volley. Agli ottavi, confronto con Isner. Nadal torna a casa a mani vuote dalla trasferta asiatica e, forse, con un intervento chirurgico. da affrontare.

13.50: Raonic si ritira sotto 5-2 con Monaco. E' il terzo risultato sorprendente di giornata. Ne approfitta l'argentino che, agli ottavi, può giocarsela con Youzhny.

13.20: Buon esordio per Novak Djokovic. Thiem cede 6-3; 6-4 al cospetto del serbo che conferma, di nuovo, di essere in ottima forma. Gioca bene l'austriaco in avvio di primo set ma imposta la gara sugli scambi, terreno di caccia preferito dell'avversario, finendo con il forzare troppo i colpi. Alla quarta palla break dell'ottavo game, Djokovic lo stacca, si prende il 6-3 per poi incrementare il vantaggio con il break con cui si apre la seconda frazione. Thiem ha due occasioni per recuperare il gap ma non le concretizza. Il resto è accademia fino al 6-4. Per il numero uno del mondo si prospetta un ottavo agevole con Kukushkin.

12.55: Berdych vendica il ko subito da Gasquet in Davis e lo liquida con un netto 6-3; 6-1 in appena 51 minuti di gioco. Per il ceco, recente finalista a Pechino, agli ottavi, c'è l'insidioso Karlovic, vincitore ieri su Lu dopo aver eliminato, all'esordio, Cilic.

Atp Shanghai 2014 | 8 ottobre


11.45

: Due partite si concludono in contemporanea. Altra sorpresa di giornata. Kei Nishikori, reduce da 9 vittorie di fila, perde con Jack Sock 7-6; 6-4. Notevole la prestazione al servizio dell'americano che ha capitalizzato l'unico break della partita arrivato sul 5-4 del secondo parziale. Per Sock, un ottavo giocabile con Benneteau

Seconda vittoria in una settimana per Murray con Janowicz. Sfida che si è conclusa sul 6-5 del primo set quando il polacco ha smarrito la battuta con uno sciagurato game al servizio. Nel secondo, Andy ha preso subito il largo, guadagnandosi la meritata qualificazione agli ottavi con Ferrer.

10.46: Fuori Dimitrov. L'inaspettata sconfitta con Benneteau in due set, di fatto, pregiudica le speranze del bulgaro di qualificarsi alle Atp Finals di Londra.

10.05: Prosegue il momentaccio di Wawrinka. Lo svizzero si fa eliminare da Simon al termine di una partita equilibrata, decisa al terzo set, nel quale Stan è stato in vantaggio 3-0 prima di subire il doppio break che gli è costato la sconfitta. Simon, agli ottavi, trova Jaziri ed ha buone chance di proseguire il cammino. Dopo Nadal, Klizan impensierisce anche Ferrer ma, stavolta, la spunta lo spagnolo, in rimonta, con break decisivo sul 4-4 del terzo parziale.

Atp Shanghai 2014: risultati 8 ottobre

Simon b. Wawrinka 5-7; 7-5; 6-4
Sock b. Nishikori 7-6; 6-4
Djokovic b. Thiem 6-3; 6-4
F.Lopez b. Nadal 6-3; 7-6(6)
Federer b. Leo Mayer 7-5; 3-6; 7-6(6)
Ferrer b. Klizan 4-6; 7-6; 6-4
Murray b. Janowicz 7-5; 6-2
Berdych b. Gasquet 6-3, 6-1
Monaco b. Youzhny 5-2; ritiro
Benneteau b. Dimitrov 7-5; 6-3
Isner b. Johnson 7-6; 7-6
Youzhny b. Dodig 7-6; 6-7; 6-3
Bautista Agut b. Pospisil 7-6; 3-6; 6-4
Jaziri b. Wang 6-0; 6-4

Atp Shanghai 2014: tabellone e risultati aggiornati

Atp Shanghai 2014: programma 8 ottobre

Programma ricchissimo nella terza giornata dell'Atp Masters di Shanghai 2014. Si disputano 14 incontri di secondo turno con il debutto delle prime 8 teste di serie.

Sul Centrale si comincia alle 7 con un interessante Wawrinka-Simon. Impegno da non sottovalutare per l'elvetico che arriva a Shanghai, reduce dall'inopinata sconfitta con il nipponico Ito a Tokyo. Chi passa agli ottavi, ha discrete chance di proseguire il cammino, affrontando uno tra Jaziri e Wang, quest'ultimo vincitore ieri sul nostro Fognini da n°553 Atp. A seguire, il tennista più in forma del momento, Kei Nishikori, fresco di sesto posto nel ranking, trova Jack Sock con l'obiettivo di proseguire la serie di 9 successi consecutivi iniziata a Kuala Lumpur. Il possibile avversario di Nishikori agli ottavi uscirà dal confronto tra Dimitrov e Benneteau con il bulgaro favorito nonostante il recente rendimento troppo discontinuo.

Tra la tarda mattinata e il pomeriggio parata di stelle sul Centrale. Non prima delle 10, Novak Djokovic, magnifico vincitore domenica a Pechino per la quinta volta in carriera, testa le ambizioni del giovane Dominic Thiem. Primo confronto tra i due. Una bella occasione per l'austriaco per mettersi in mostra anche se l'esito del match sembra scontato. Ad attendere il qualificato agli ottavi c'è già Kukushkin

Non prima delle 12.30, derby spagnolo tra Nadal e Feliciano Lopez. La presenza di Rafa è stata in dubbio fino a ieri quando lo stesso tennista, in conferenza stampa, ha rivelato di soffrire di un principio di appendicite che, comunque, non gli impedisce di competere anche se non al meglio. Chiusura alle 14 circa con Roger Federer che torna in campo dopo quasi un mese di inattività contro Leonardo Mayer. Sarà contento l'argentino che, in una recente intervista post vittoria a Amburgo, si è augurato di poter incontrare il suo idolo. Il sorteggio lo ha accontentato. Ora sta a lui non sfigurare.

Non mancano altre partite interessanti. Martin Klizan, reduce dall'ottima semifinale di Pechino con annessa eliminazione di Nadal, può approfittare del periodo davvero difficile di David Ferrer. A una settimana di distanza dal China Open si ritrovano di nuovo contro Andy Murray e Jerzy Janowicz con il polacco che punta a vendicare la sconfitta di sette giorni fa. Stesso obiettivo di Berdych che torna ad affrontare Gasquet dopo il pesante ko subito dal francese in Coppa Davis.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail