Atp Parigi Bercy 2014: Federer eliminato, Djokovic in semifinale | I risultati del 31 ottobre

Atp Parigi Bercy 2014. I quarti di finale

La cronaca dei quarti di finale dell'Atp Masters di Parigi Bercy | 31 ottobre

Nishikori b. Ferrer 3-6; 7-6; 6-4: Finisce oltre la mezzanotte l'ultimo quarto di finale. Lo vince Nishikori che,oltre alla semifinale, conquista la qualificazione matematica alle Finals di Londra, estromettendo lo stesso Ferrer. Esulta Raonic che si garantisce anche lui la prima partecipazione al Masters di fine anno.

Non mancano i rimpianti per Ferrer. Avanti di un set, nel secondo, l'iberico ha recuperato due volte un break di svantaggio e, nel tie break, si è fatto rimontare da 4-0 per poi perdere 7-5. Anche nel terzo, David ha bloccato l'allungo iniziale dell'avversario. Alla fine la spunta Nishikori con break, decisivo, sul 4-4 e chiusura a 0 al servizio.

Djokovic b. Murray 7-5; 6-2: Il serbo si conferma ancora troppo forte per Murray che non lo batte dalla finale di Wimbledon '13. Partita equilibrata solo nel primo set deciso dal break per Nole sul 6-5. E' bastata alzare i giri al campione in carica per mettere subito in difficoltà il rivale che paga carissimo un doppio fallo seguito da un gratuito di dritto. Murray ha cercato di ribaltare l'inerzia del match a suo favore. Avanti di un break in avvio di seconda frazione, lo scozzese, ha subito perso il servizio ed è crollato incassando altri 4 game di fila.

Raonic b. Federer 7-6; 7-5: Vittoria meritata per il canadese che batte Federer al termine di un match poco spettacolare e dominato dal servizio.

Nel primo set si gioca pochissimo. I game scorrono via veloci. L’unico brivido, un break point annullato da Federer, sotto 3-2. Il resto è ordinaria amministrazione per chi serve con gli spettatori che si limitano a seguire la successione dei punteggi. Si arriva così al tie break. Parte bene Roger che ottiene il primo punto in risposta. Raonic reagisce prontamente. 2 i mini break consecutivi che lo indirizzano al 7-5.

Il secondo parziale è la fotocopia del precedente. Le emozioni latitano fino al 5-4 per Federer quando l’elvetico si procura il primo break point della partita che equivale a una palla set, vanificata dal 22esimo ace dell’avversario. L’occasione persa getta nello sconforto Roger. Lo conferma il dritto che si arresta sul nastro in conclusione di uno scambio nel l’undicesimo game. Sotto 30-40, Federer attacca ma si espone a un passante di Raonic. E’ il punto del match. Si torna in campo e il canadese chiude 7-5, conquista la semifinale e prosegue la corsa alle Atp Finals di Londra. Prima vittoria per Milos contro Roger che ha poco da rimproverarsi. Quando il tuo rivale serve a 225 kmh di media e sbaglia pochissimo c’è poco da fare.

Berdych b. Anderson 6-7; 6-4; 6-4: Il ceco si conferma un autentico tabù per Anderson che incassa la 12esima sconfitta consecutiva. Due ore e mezzo di partita non esaltanti, giocate a ritmo compassato. Nel terzo e decisivo parziale, Berdych ha recuperato immediatamente il break di svantaggio subito in avvio, impattando 3-3. Anderson ha poi perso nuovamente il servizio sul 4-4, spianando la strada al successo del ceco che si garantisce anche la qualificazione matematica alle Atp Finals di Londra.

Atp Parigi Bercy 2014: programma quarti di finale | 31 ottobre

Venerdì con i quarti di finale all'Atp Masters di Parigi Bercy. Tutto il programma si svolge sul Centrale, già tutto esaurito da tempo. Ecco una presentazione delle sfide odierne.

Berdych - Anderson (ore 14): Con una vittoria, Berdych sarebbe qualificato alle Atp Finals di Londra. Anderson, vincitore ieri su Wawrinka, può rappresentare un ostacolo difficile da superare ma i precedenti sono nettamente dalla parte del ceco che lo ha sempre battuto nelle 11 sfide disputate, le ultime due giocate nella stagione in corsa agli Australian Open e al Masters di Madrid.

Federer - Raonic (a seguire): Partita da dentro o fuori per Raonic in ottica Finals. Dovesse perdere, il canadese non può più qualificarsi alle Finals, lasciando via libera a Ferrer che lo precede di appena 25 punti. Per Milos, il peggior avversario possibile. Federer non ha brillato, finora, a Bercy ma non può non essere considerato il favorito della sfida odierna anche in virtù dell'en plein (6 su 6) nei precedenti confronti. In estate a Wimbledon e Cincinnati, Milos non l'ha vista mai.

Djokovic - Murray (non prima delle 19.30): Con la qualificazione certa alle Finals, Murray affronterà con meno pressioni l'ennesima sfida contro l'amico-rivale che deve guardarsi dalla concorrenza di Federer che ne insidia il primato nel ranking. I precedenti del 2014, tutti vinti da Nole, lascerebbero presagire un esito simile anche stasera. Con Benneteau e Dimitrov, Murray ha dimostrato comunque di non aver
risentito delle fatiche accumulate a Vienna e Valencia.

Ferrer - Nishikori (a seguire): Altro spareggio per le Atp Finals. Vincendo, Nishikori otterrebbe il posto tra gli 8 maestri di Londra. Potrebbe riuscirci anche perdendo qualora Raonic non battesse Federer nel pomeriggio. Anche Ferrer guarda con interesse al match tra il canadese e l'elvetico. Se Milos non dovesse farcela, passerebbe anche lui senza obbligo di vittoria. Pochi calcoli comunque. La semifinale di un Masters Mille è un traguardo ambizioso. Difficile il pronostico secco anche se i due confronti stagionali se li è aggiudicati, entrambi, il nipponico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail