Alex Zanardi al Letterman Show: "La curiosità è l'unica cosa di cui abbiamo bisogno nella vita"

L'intervista di David Letterman a Zanardi.

Alex Zanardi, ex pilota automobilistico e campione paralimpico nel paraciclismo con la sua handbike (due medaglie d'oro ai giochi paralimpici di Londra 2012 e cinque titoli mondiali), si trova nella ristrettissima cerchia di personaggi italiani che hanno avuto il piacere di farsi intervistare da David Letterman, mattatore del Late Show, il talk show televisivo più famoso del mondo.

Per Zanardi, inoltre, non era neanche la prima volta: una prima intervista al Late Show, infatti, avvenne nel 2008.

Anche in questo caso, l'ex pilota bolognese ha parlato dell'incidente che ha segnato un giro di boa fondamentale per la sua esistenza: l'incidente al Lausitzring nel 2001, in una gara CART, che lo costrinse all'amputazione di entrambi gli arti inferiori.

alex zanardi letterman 2014

Zanardi al Letterman | Le dichiarazioni


Zanardi ha ricordato il periodo vissuto dopo l'incidente, un'impatto violentissimo con la vettura guidata da Alex Tagliani, durante un testacoda, che lo ridusse in condizioni disperate. Tre mesi dopo l'incidente, Zanardi si affidò al dottore Terry Trammell, suo caro amico ("Sono sicuro che per lui sia stato difficilissimo comportarsi da medico e non pensare che stava salvando un amico").

Le parole di Trammell, un anno e mezzo dopo l'incidente, fecero capire a Zanardi il modo in cui i suoi cari vissero quell'incidente ("Sono andato in Canada a trovarlo e lui mi disse: "Magari non lo comprendi, ma vederti ridere, scherzare con le persone ed essere lo stesso ragazzo che eri, è qualcosa che riesce a farmi dormire la notte"").

Dopo aver ricordato i difficili momenti dell'operazione, Zanardi è tornato al presente, parlando della sua nuova impresa sportiva: il 273esimo posto conquistato nella Kona, prova del campionato del Mondo di IronMan Thriathlon, conclusa sotto le dieci ore, 9 ore 47 minuti e 14 secondi per la precisione. Zanardi ha dichiarato che, durante la prova, in un momento in cui era sull'orlo di mollare, una donna lo ha incitato con le lacrime agli occhi, ritrovando quindi la forza di andare avanti.

Infine, per quanto riguarda i successi ottenuti dopo l'incidente, Alex Zanardi ha dato il merito semplicemente alla curiosita ("Credo che la curiosità sia l'unica cosa di cui abbiamo bisogno nella vita, se sei curioso troverai la tua passione e tutto sarà naturale").

  • shares
  • +1
  • Mail