Coppa Italia volley maschile 2015: Trento è la prima finalista. Perugia ko al tie-break

Il carattere di Trento ha fatto la differenza nel momento decisivo.

L'Energy Diatec Trentino è la prima finalista della Coppa Italia 2015 di pallavolo maschile grazie alla vittoria contro la finalista dello scorso anno, la Sir Safety Perugia.
Anche oggi la squadra gialloblù ha dimostrato di avere nove vite come i gatti e, dopo aver eliminato ai quarti Piacenza in rimonta dallo 0-2, in semifinale ha fatto fuori Perugia in una partita in cui i ragazzi di Radostin Stoytchev si sono ritrovati sempre a inseguire, ma hanno trovato maggiore lucidità rispetto agli avversari proprio nel momento decisivo e soprattutto hanno ritrovato al tie-break un Matey Kaziyski che negli altri parziali è stato invece spesso irriconoscibile, soprattutto in attacco.

Trento si è presentata in campo con il solito sestetto titolare, ossia Zygadlo in regia con Nemec opposto, Kaziyski e Lanza di banda, Birarelli e Solé al centro più Colaci libero. Nikola Grbic ha risposto con con De Cecco al palleggio, Atanasijevic opposto, Fromm e Vujevic in posto 4, Buti e Beretta centrali più Giovi libero.

Nel primo set Trento è partita bene, arrivando ad avere fino a tre punti di distacco in più occasioni (7-4, poi 10-7), ma si è fatta raggiungere proprio a ridosso del time-out tecnico sull'11-11 con un ace di Atanasijevic, il serbo poi ha pestato la linea sul servizio successivo regalando il 12-11 a Trento, ma al rientro in campo ancora lui ha segnato il 12-12, mentre Fromm ha firmato il sorpasso 12-13. Stoytchev ha chiamato il time-out discrezionale e al dietro in campo Trento ha segnato il controsorpasso e ha di nuovo allungato sul +3 (16-13) grazie a un ottimo turno al servizio di Nemec. A questo punto si è scatenato Sunder che ha riportato Perugia in parità, 17-17 ed ecco di nuovo un sorpasso da parte di Perugia che poi con un muro di Buti su Birarelli si è portata sl +2 (17-19), ma Stoytchev ha sfruttato il suo secondo time-out e i suoi ragazzi hanno risposto riportandosi sul 19-19 con due punti consecutivi di Nemec. Perugia si è rifatta sotto e con Atanasijevic si è riportata in vantaggio (19-20), poi un attacco-out di Nemec ha permesso ai Block Devils di andare sul +2 (19-21) e di restarci grazie a Buti prima (20-22) e Fromm poi (21-23). Un errore al servizio di Atanasijevic ha permesso a Trento di riportarsi a -1, ma Beretta ha trovato due set-ball e Atanasijevic ha sfruttato subito la prima per chiudere sul 22-25 grazie a un punto nato da una grande azione difensiva dell'ex Giovi.

Ancora più bello il secondo set, molto equilibrato nei reprimi punti, ma Perugia è riuscita ad arrivare al time-out tecnico sul +2 (10-12) e poi ad allungare con Fromm e con un errore in attacco di Kaziyski sul +4 (10-14), ma Trento si è riportata a -1 (13-14) e poi, dopo che Perugia ha di nuovo allungato sul +3 (13-16), i gialloblù hanno riacciuffato gli avversari sul 16-16. Da lì di nuovo un +3 dei Block Devils (16-19) e un nuovo pareggio sul 19-19 con un ace di Kaziyski. Solé, con due muri consecutivi ha firmato il sorpasso e il +3 con un altro muro in coppia con Zygadlo (23-20), ma anche Trento si fa raggiungere dai punti di Buti e Atanasijevic sul 23-23. In una lunga lotta punto a punto sono servite quattro set-ball a Trento prima di riuscire a chiudere ai vantaggi sul 28-26 con un muro vincente di Kaziyski su Atanasijevic.

Nel terzo set è partita benissimo Perugia che si è portata subito sul +4 (5-9) distacco che ha conservato fino al time-out tecnico (8-12), ma che si è vista quasi annullare al rientro in campo quando Trento si è riportata a -1 (11-12). Grbic ha chiamato il time-out e al rientro in campo Fromm ha sbloccato la situazione con il punto dell'11-13 e poi con uno strepitoso turno in battuta ha portato la squadra sull'11-18, con l'ultimo punto segnato con un ace dopo il time-out chiamato da Stoytchev. Fromm ha sbagliato, ma tra gli applausi, il servizio sull'11-19 dopo un punto di Vujevic. Trento è riuscita a ridurre le distanze fino al -3, poi, proprio sul 19-22, prima è andato a segno Atanasijevic, poi è stato dato out un attacco di Nelli che sembrava toccato a muro, Stoytchev ha protestato ma si è beccato il rosso e dunque Perugia si è aggiudicata il parziale 19-25.

All'inizio del quarto set troppi errori in battuta e in attacco da parte di Perugia hanno permesso a Trento di arrivare al time-out tecnico addirittura con il doppio dei punti degli avversari (12-6) e ad allungare ancora al rientro in campo (13-6), poi i Block Devils hanno guadagnato due punti (13-8), ma Trento ha di nuovo preso il largo (16-11) e a quel punto Grbic ha richiamato i titolari in panchina cominciando a pensare al tie-break, proprio come aveva fatto Stoytchev nel set precedente. I gialloblù hanno continuato ad aumentare il distacco (18-11) e quando hanno subìto qualche punticino (19-13) Stoytchev ha chiamato il time-out, poi i suoi sono volati fino a guadagnare ben dieci palle-set 24-14 prima di chiudere con Nelli sul 25-14 portando dunque al tie-break che era già nell'aria fin dall'inizio del quarto parziale.

Nel tie-break buon inizio di Trento che si è portata sul 6-2 grazie soprattutto a Kaziyski e Lanza. Al cambio campo i gialloblù ci sono arrivati sulla'8-3 grazie a un muro di Solé su Atanasijevic. A campi invertiti la musica non è cambiata molto, perché anche se Perugia ha cercato di accorciare, il distacco era ormai incolmabile e il suo opposto ha perso brillantezza in una sorta di processo inverso rispetto a Kaziyski dall'altra parte. Trento è così riuscita a chiudere sul 15-10 sfruttando la seconda di cinque palle-match grazie a un errore in battuta di Atanasijevic dopo che Fromm aveva annullato la prima.

Ora tocca a Modena Volley e Cucine Lube Banca Marche Treia per la seconda semifinale, sempre in diretta tv e streaming su RaiSport 1.

Trento in finale di Coppa Italia volley 2015

Foto © Lega Volley

  • shares
  • +1
  • Mail