Basket Eurolega: Milano si sblocca, passa a Malaga e torna a sperare | Risultati 3.a giornata

BASKET-EURL-UNICAJA-MILAN

Milano fa l’impresa a Malaga (84-77) e conquista la prima vittoria nelle Top 16 di Eurolega. Una partita durissima, una vera battaglia, tra parziali da una parte e dall’altra, risolta negli ultimi tre minuti con tre triple (due di Kleiza ed una di Ragland), ma soprattutto con una grande difesa, che ha tenuto l’EA7 a contatto, nei momenti di buio offensivo. C’è ancora un grande Gentile (20 punti e 17 di valutazione), ma è stata una vittoria di squadra, con tanti protagonisti in diversi momenti del confronto, nonostante la grande sofferenza a rimbalzo.

La squadra di Banchi parte bene, con ottimo lavoro difensivo ed un Gentile strepitoso (12 punti) nel primo quarto, per prendere il comando del confronto. Quando Hackett va due volte al ferro e trova Kleiza, l’EA7 abbozza una fuga (19-28 al 13’), ma i problemi a rimbalzo sono pesantissimi ed i 13 rimbalzi offensivi consentono agli spagnoli di restare a contatto. Si scalda Toolson, esce per un po’ di riposo DH23 e Milano si ferma: così arriva un parziale di 17-4, con cui i padroni di casa rimontano e sorpassano, anche se due triple in fila di Brooks tengono a -1 l’EA7.

Gli ospiti partono benissimo, tornando ad andare in contropiede e con un grande Gentile, per il +8 (45-53 al 25’), ma avviene il replay del primo tempo: Toolson mette cinque punti in fila e apre un parziale di 11-0 per i padroni di casa ed è tutto da rifare. Ragland risveglia i campioni d’Italia, con la tripla e due assist per altrettanti canestri pesanti di Kleiza, poi un tecnico (eccessivo) fischiato a Stefansson lancia il +9, in avvio di ultimo periodo. Ma i biancorossi si fermano nuovamente e non segnano per oltre 5 minuti, anche se la difesa tiene e Malaga segna solo 8 punti e torna a -1. E’ Kleiza l’uomo della provvidenza: due triple, poi Ragland anche dall’arco ed è festa milanese.

Basket Eurolega Top 16: risultati 3.a giornata

GIRONE E
Maccabi Tel Aviv-Barcellona 70-68
Alba Berlino-Real Madrid 61-79
Panathinaikos Atene-Zalgiris Kaunas 77-58
Stella Rossa Belgrado-Galatasaray Istanbul 65-74

CLASSIFICA: Real Madrid 3-0; Maccabi, Panathinaikos, Galatasaray 2-1; Zalgiris, Barcellona, Alba Berlino 1-2; Stella Rossa 0-3.

GIRONE F
Anadolu Efes Istanbul-Cska Mosca 69-78
Fenerbahce Istanbul-Olympiacos Pireo 68-74
Laboral Kutxa Vitoria-Nizhny Novgorod, 81-74
Unicaja Malaga-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 77-84

CLASSIFICA: Cska, Olympiacos 3-0; Efes 2-1; Vitoria, Nizhny, Fenerbahce, MILANO 1-2; Malaga 0-3.

Basket Top 16: Milano a Malaga, è una gara chiave

Il campionato si ferma per fare spazio all’All Star Game, non è così l’Eurolega: la massima competizione europea gioca il terzo turno delle Top 16 e si tratta di una gara chiave per le speranze di Milano. Ancora a secco di vittorie, dopo le brutte e pesanti sconfitte contro Nizhny ed Olympiacos, i campioni d’Italia vanno a Malaga e sono quasi obbligati a tornare a casa con i due punti, per mettersi in marcia e rientrare nel gruppo delle squadre in corsa per la qualificazione ai quarti di finale.

La notizia della grazia ad Hackett ha dato ulteriori motivazioni al gruppo di Banchi, che si presenterà al completo al Martin Carpena, visto che David Moss si è aggregato ai compagni di squadra, di ritorno dagli Stati Uniti, dove era volato nei giorni scorsi per risolvere delle questioni personali, saltando la gara di Pistoia. “Combattività, equilibrio e coesione saranno elementi fondamentali – questa la richiesta del tecnico milanese, in vista di questo confronto in terra spagnola – per sostenere una gara così impegnativa”.

Si tratta di una partita ‘possibile’ per l’EA7-Emporio Armani, ma non certo agevole: l’Unicaja è sorprendentemente sola al comando del campionato spagnolo, davanti alle superpotenze Real Madrid e Barcellona, anche se reduce da una beffarda sconfitta contro i catalani nell’ultimo turno. Tra i giocatori da tenere maggiormente d’occhio tra i padroni di casa (anche loro a zero vittorie nelle Top 16) ci sono Ryan Toolson (11.8 punti di media con il 45% da 3), Kuzminskas e la coppia di lunghi Golubovic-Vazquez.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail