Rugby Sei Nazioni 2015: Italia convoca Bergamasco e Venditti

RUGBYU-ITALY-SAMOA-TEST

Il ct della nazionale italiana di rugby ha diramato l’elenco dei 30 convocati per le prime due giornate del Sei Nazioni 2015. Sarà un mix di esperienza e forze fresche la nuova Italia di Jacques Brunel, che richiama Bergamasco e Venditti: l’esordio è previsto allo Stadio Olimpico contro l’Irlanda campione in carica il prossimo 7 febbraio, mentre la seconda sfida si disputerà il 14 febbraio a Twickenham contro l'Inghilterra. Il nocciolo della nazionale sarà basato sul gruppo delle Zebre Rugby, con ben 13 elementi convocati, mentre Treviso fornisce 7 convocati.

Tra le novità assolute di questa tornata di convocazioni, c’è il 21enne mediano di mischia Marcello Violi, giocatore di Eccellenza che a parte una convocazione con le Zebre come permit player, non ha alcuna esperienza internazionale. Il commissario tecnico scelto lui, così come gli altri debuttanti, poiché vuole effettuare esperimenti in vista della Coppa del Mondo:

"Il Sei Nazioni è l'ultima, reale opportunità per testare alcuni giovani che stanno dimostrando di avere qualità interessanti in lega celtica o, come nel caso di Violi, ai vertici del massimo campionato italiano. Per loro - continua Brunel - è un'opportunità interessante di dimostrare il proprio effettivo valore nell'anno dei mondiali".

Contro Irlanda e Inghilterra sono chiamati a mettersi in mostra anche Giulio Bisegni, Simone Ragusi e Michele Visentin, tre giovani sui quali sono riposte tante speranze e che, tra l’altro, sono in grado di ricoprire diversi ruoli. Ad unire qualità e freschezza, ci penseranno anche i centri Luca Morisi e Michele Campagnaro, mentre nel ruolo di estremo sarà chiamato ad agire l’esperto Andrea Masi.In mischia, il ct azzurro punterà sull’esperienza, anche se non sarà del gruppo un certo Lorenzo Cittadini: al suo posto Chistolini, mentre in seconda linea spazio ai vari Bortolami, Furno, Geldenhuys e Biagi. Brunel, intanto, riabbraccia Bergamasco e Venditti, reduce da un infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per diverso tempo:

"Mauro Bergamasco e Venditti, rientrato di recente da un infortunio, sono due atleti con alle spalle una solida esperienza internazionale che potrà tornare di grande utilità al gruppo nelle difficili settimane che ci aspettano: non li abbiamo visti in campo a novembre con Samoa, Argentina e Sudafrica ed è il momento di testarne la condizione al massimo livello".

Il raduno degli azzurri è in programma a Roma presso il Centro Sportivo "Giulio Onesti": la prima fase della preparazione si svolgerà dal 25 al 28 gennaio, poi tre giorni di riposo e la ripresa prevista per l’1 febbraio, a 6 giorni dall’esordio nel Sei Nazioni previsto per sabato 7 all'Olimpico contro l'Irlanda.

Sei Nazioni 2015 | I convocati dell’Italia

Piloni: Matias Aguero (Zebre), Martin Castrogiovanni (Tolone), Dario Chistolini (Zebre), Alberto De Marchi (Sale Sharks); tallonatori: Leonardo Ghiraldini (Leicester Tigers), Andrea Manici (Zebre Rugby);

Seconde linee: George Fabio Biagi (Zebre), Marco Bortolami (Zebre), Joshua Furno (Newcastle Falcons), Quintin Geldenhuys (Zebre Rugby); flanker/n.8: Robert Julian Barbieri (Leicester Tigers), Mauro Bergamasco (Zebre), Simone Favaro (Benetton Treviso), Francesco Minto (Benetton Treviso), Sergio Parisse (Stade Francais), Alessandro Zanni (Benetton Treviso);

Mediani di mischia: Edoardo Gori (Benetton Treviso), Guglielmo Palazzani (Zebre), Marcello Violi (Cammi Calvisano); mediani d'apertura: Tommaso Allan (Perpignan), Kelly Haimona (Zebre);

Centri/ali/estremi: Giulio Bisegni (Zebre), Michele Campagnaro (Benetton Treviso), Andrea Masi (London Wasps), Luke McLean (Sale Sharks), Luca Morisi (Benetton Treviso), Simone Ragusi (Benetton Treviso), Leonardo Sarto (Zebre), Giovambattista Venditti (Zebre), Michele Visentin (Zebre).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail