Tour Down Under 2015, quarta tappa: Steele von Hoff primo in volata | Video

Negli ultimi metri c’è stata una caduta che ha lasciato in corsa per la vittoria solo nove corridori.

Steele von Hoff dell’UniSA-Australia si è aggiudicato la quarta tappa del Tour Down Under 2015 da Glenelg a Mt Barker, lunga 144,5 km.
Il corridore australiano ha avuto la meglio in volata battendo Daryl Impey dell’Orica GreenEdge e Wouter Wippert della Drapac. Ancora una volta il migliore degli italiani al traguardo è il giovane Niccolò Bonifacio della Lampre-Merida che oggi è arrivato sesto, ma nella top ten troviamo anche Eugenio Alafaci della Trek, nono.
Dopo la tappa di oggi nelle prime posizioni della classifica generale non cambia nulla, leader resta sempre Rohan Dennis davanti a Cadel Evans e Tom Dumoulin.

La tappa di oggi ha visto tra i protagonisti Michael Hepburn dell’Orica GreenEdge, Peter Kennaugh del Team Sky, Cédric Pienau della FDJ e Jack Bobridge dell’UniSA-Australia, che sono stati in fuga per gran parte del percorso. Nathan Haas della Cannondale-Garmin a cercato di raggiungere i quattro battistrada, ma non ci è riuscito. Il gruppetto di testa è riuscito a guadagnare un vantaggio di 2’ 25” dopo 37 km di gara, un distacco diminuito quando hanno affrontato il gran premio della montagna a Sellicks Hill, al km 44,2. Qui Bobridge ha preso il maggior numero di punti per la Maglia a Pois e proprio questo era il suo obiettivo, perché dopo il gpm si è defilato e in testa sono rimasti in tre. Il vantaggio dei battistrada a ricominciato a salire, ma a ridosso dello sprint intermedio Pineau ha tentato un’azione solitaria. Il suo attacco, tuttavia, ha avuto come unica conseguenza quella di far accelerare il ritmo al gruppo che in pochi chilometri li ha raggiunti e riacciuffati tutti. A quel punto sono partiti in contropiede Ruslan Tleubayev dell’Astana, Maxim Belkov della Katusha e Pieter Serry dell’Etixx-QuickStep, che hanno dato vita a una nuova fuga guadagnando circa due minuti di vantaggio, ma sono stati ripresi a 9 km dal traguardo.

Luis León Sánchez ha provato a fuggire dal gruppo compatto insieme al suo compagno dell’Astana Lars Boom, che ha tirato per un po’ e poi si è fatto riprendere dal gruppo. Con Sanchez è rimasto in testa Gorka Izaguirre Insausti della Movistar, ma a quel punto l’Orica GreenEdge ha messo in atto un forcing per riprenderli e ci è riuscita. È così cominciata la solita bagarre a caccia della miglior posizione per la volata finale, ma proprio a 100 metri dal traguardo molti corridori sono caduti e di fatto solo in nove si sono potuti contendere la vittoria. Ad avere la meglio è stato Steele Von Hoff, mentre Daryl Impey non è riuscito a mettere a frutto il gran lavoro della sua squadra.

Steele Von Hoff ha vinto la quarta tappa del Tour Down Under 2015

Ecco i primi dieci oggi al traguardo, tutti con lo stesso tempo:


    1) Steele von Hoff (Aus) UniSA-Australia 3h 24’ 28”
    2) Daryl Impey (RSA) Orica GreenEdge
    3) Wouter Wippert (Ned) Drapac Professional Cycling
    4) Heinrich Haussler (Aus) IAM Cycling
    5) Samuel Dumoulin (Fra) AG2R La Mondiale
    6) Niccolò Bonifazio (Ita) Lampre-Merida
    7) Rudiger Selig (Ger) Team Katusha
    8) Gianni Meersman (Bel) Etixx - Quick-Step
    9) Eugenio Alafaci (Ita) Trek Factory Racing
    10) Koen de Kort (Ned) Team Giant-Alpecin

E questa la situazione nelle prime posizioni della classifica generale


    1) Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 13h 41’ 34”
    2) Cadel Evans (Aus) BMC Racing Team +7”
    3) Tom Dumoulin (Ned) Team Giant-Alpecin +9”
    4) Daryl Impey (Rsa) Orica GreenEdge +13”
    5) Richie Porte (Aus) Team Sky +15"
    6) Michael Rogers (Aus) Tinkoff-Saxo +15"
    7) Jack Haig (Aus) UniSA-Australia +15"
    8) Mxime Bouet (Fra) Etixx-QuickStep +15”
    9) Rubén Fernandez (Spa) Movistar Team +15"
    10) Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale +15"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail