Atp Buenos Aires 2015: Nadal vince la finale con Monaco 6-4; 6-1

Atp Buenos Aires 2015 | La finale Nadal-Monaco | 1 marzo

Bianco

Primo titolo del 2015 per Rafa Nadal che si aggiudica l'Atp di Buenos Aires. Sconfitto in finale, l'amico Juan Monaco in due set (6-4; 6-1) in un'ora e mezza di gioco, dopo due sospensioni a causa della pioggia intermittente che ha influito anche sulla tenuta del campo.

Primo set senza acuti per Nadal. Monaco non ripete la prestazione di ieri del connazionale Berlocq e si limita a scambiare, la condizione ideale che permette a Rafa di tenere sotto controllo la partita e piazzare la zampata al momento giusto, con il break a 30 sul 3-3 poi conservato, in sicurezza, fino al 6-4. Poco prima dell’inizio del secondo parziale, in tribuna cominciano a riaprirsi gli ombrelli. La pioggia si riavvicina e Nadal si affretta. Monaco molla gli ormeggi e in 10 minuti si ritrova sotto 3-0 con doppio break a sfavore. Divario troppo pesante per Pico, troppo agevole da difendere per Nadal che, sul 5-1, strappa di nuovo il servizio al rivali ed esulta per il 6-1 finale.

Per l'iberico è il 65° titolo in carriera, il primo a Buenos Aires, torneo al quale aveva partecipato in passato. Rafa non aggiungeva trofei in bacheca dallo scorso maggio quando si impose per l'ottava volta al Roland Garros. Vittoria corroborante per l'ex numero uno del mondo che aveva bisogno di recuperare fiducia e risultati in un periodo difficile cominciato lo scorso autunno dopo il rientro dall'infortunio al polso e proseguito a inizio anno (Doha e Australian Open) quando erano ancora palesi i postumi dell'operazione di appendicite subita lo scorso novembre. Per Nadal, ora, una settimana di riposo e allenamenti prima del ritorno in campo nel primo Masters dell'anno a Indian Wells.

Bianco

Atp Buenos Aires 2015 | Presentazione Finale

E' il giorno di finale all'Atp di Buenos Aires 2015. A contendersi il titolo dell'Argentina Open, il favorito Rafa Nadal e il tennista di casa Juan Monaco. Si gioca dalle 18.45, con diretta su Supertennis.

Sfida tra amici sulla terra argentina. Nadal e Monaco infatti si allenano spesso insieme durante i tornei e, inoltre, quando possono, fanno coppia fissa in doppio. Non a caso, lo scorso gennaio, i due hanno vinto l'Atp di Doha, imponendosi in finale sugli austriaci Knowle/Oswald. Stasera, l'amicizia verrà messa provvisoriamente da parte. In palio c'è un trofeo. Vincerlo sarebbe importante per entrambi. Nadal è a digiuno di titoli dalla scorsa edizione del Roland Garros. Monaco addirittura da due anni, dall'Atp 250 di Dusseldorf '13, torneo quest'ultimo non più presente nel calendario Atp.

Scorrendo i precedenti, non dovrebbe esserci partita. Nadal ha stradominato gli ultimi tre, tutti disputati su terra. Emblematici i punteggi, 6-1; 6-1; 6-2 nella finale di Davis '11, 6-2; 6-0; 6-0 negli ottavi del Roland Garros '13 e 6-1; 6-0 lo scorso maggio a Madrid. Monaco, sulla carta, ha davvero poco chance anche se il Nadal attuale è lontano da quello ammirato nello scorse stagioni. Un'ulteriore conferma è arrivata ieri nella sofferta semifinale con Berlocq, nella quale l'argentino, con una prestazione deluxe, ha impensierito il rivale con ben sei set point non sfruttati nel primo parziale, di cui 5 da 1-6 nel tie break.

Per tentare di impensierire Nadal, Monaco ha bisogno di una prestazione sui livelli di quella del connazionale. Il cammino fino alla finale è stato piuttosto incoraggiante con le vittorie su avversari competitivi sul rosso come Leo Mayer, Cuevas e Almagro. Manca un ultimo tassello per finire l'opera, il più difficile da inserire...

T

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail