Coppa Davis 2015 | Kukushkin domina Bolelli | Kazakistan-Italia 1-0

Coppa Davis 2015 | Bolelli-Kukushkin | Kazakistan-Italia | 6 marzo

Comincia nel peggiore dei modi per l'Italia la trasferta di Coppa Davis in Kazakistan. Simone Bolelli è stato sconfitto nettamente da Kukushkin nel primo match di singolare. 7-6; 6-1; 6-2 il punteggio a favore del tennista di casa che si è imposto in due ore e mezza di gioco.

La partita. Inizio favorevole a Kukushkin. Il kazako strappa subito il servizio a Bolelli che stenta a entrare in partita. Quando lo fa, l’azzurro azzera subito il gap e, dal 4-4, riesce a trascinare il primo parziale al tie break, nel quale spreca due set point in vantaggio 6-4 e subisce 4 punti di fila. 8-6 per il tennista di casa che fa girare il match definitivamente dalla sua parte. Galvanizzato dalla rimonta, Kukushkin, in piena trance agonistica, non sbaglia nulla nella seconda frazione, ceduta dall’azzurro 6-1, punteggio tuttavia troppo pesante per Bolelli che non concretizza alcuna delle sei palle break nel terzo game che gli avrebbero permesso di arrestare immediatamente l’allungo dell’avversario.

Sfiduciato e sempre più falloso, Bolelli continua a subire la maggiore verve di Kukushkin anche nel terzo set. Mikhail approfitta del momento favorevole, continua a inanellare vincenti e da 0-1 vola 4-1 con doppio break a favore, un divario impossibile da rimontare per Simone che si congeda mestamente dal match con un pesante 6-2, emblema di una sconfitta meritata e al contempo inaspettata.

Ci pensa Seppi a stemperare la delusione. Meritata la vittoria di Andreas contro Golubev, sconfitto in quattro set con il punteggio di 6-3; 6-3; 6-7; 6-2. Siamo in parità dopo la prima giornata e, domani, in doppio schieriamo la coppia migliore Bolelli e Fognini contro Nedovyesov e Golubev.

Coppa Davis 2015 | Bolelli - Kukushkin

Simone Bolelli e Mikhail Kukushkin si sfidano alle 7 ora italiana (diretta Supertennis e supertennis.tv) nel primo match di singolare della sfida di Coppa Davis 2015 tra Kazakistan e Italia sul veloce indoor di Astana.

E' il quarto confronto tra i due. Gli altri tre se li è aggiudicati Bolelli, tutti, su terra battuta, nelle qualificazioni dei tornei di Montecarlo (2011), Barcellona (2010) e al Challenger di Napoli (2010). Simone parte favorito anche oggi, forte di un ruolino di marcia recente particolarmente incoraggiante. La vittoria con Raonic a Marsiglia e la bella prova offerta contro Berdych a Dubai depongono a favore delle aspettative di successo che riponiamo nel bolognese, il quale può tornare a vincere un match di singolare in Davis dopo tre anni dal successo, ininfluente, sul cileno Garin nello spareggio playoff del 2012 a Napoli.

Kukushkin, dal canto suo, non parte certo battuto. Il kazako di origine russe, è poco lontano da Simone nel ranking Atp (48 - 58) e vanta una buona esperienza in Davis seppur senza risultati di rilievo se si esclude una vittoria con Wawrinka nel 2010. Oltre a questo, Mikhail vanta anche una finale nel 2015, all'Atp 250 di Sydney, torneo nel quale è partito dalle qualificazioni e battuto Del Potro e Cuevas prima di perdere, nell'epilogo, con Troicki. Da allora però il kazako non ha vinto più una partita, perdendo al primo turno agli Australian Open, Memphis e Delray Beach.

Bolelli affronta l'impegno odierno consapevole e fiducioso delle proprie possibilità. Ecco alcune delle sue dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta dello Sport

Sto giocando il mio miglior tennis. Ho cominciato l'anno come non mai prima. Sono in un momento buono e credo di potermi esprimermi ancora meglio. Di sicuro non mi accontento e voglio crescere in tutti gli aspetti del gioco

Per ora, l'importante è partire in vantaggio con il primo punto in cascina che può permettere a Seppi di affrontare con più serenità l'impegno con Golubev.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail