Triathlon, gravi due azzurre investite in allenamento

Edith Niederfriniger e Linda Scattolin si trovavano in bicicletta quando sono state travolte da un pullman che si è ribaltato uccidendo tre passeggeri, componenti di una locale squadra di rugby

Due azzurre del triathlon, Edith Niederfriniger e Linda Scattolin, sono rimaste gravemente ferite in un incidente avvenuto a Città del Capo, dove le due atlete si stavano allenando in sella alle proprie biciclette. Le due ragazze sono state travolte da un pullman che stava trasportando i componenti del Franschhoek Rugby Club, una locale squadra di rugby, a Grabouw dove si doveva disputare un incontro.

Il pullman è uscito di strada e si è ribaltato uccidendo tre passeggeri: due giocatori e un tifoso al seguito. Le due triatlete hanno avuto la sfortuna di trovarsi sulla traiettoria del minibus e le loro biciclette sono andate completamente distrutte nell’impatto con il mezzo.

Altre 26 persone sono risultate ferite e trasferite negli ospedali di Paarl, Stellenbosch e Città del Capo.

Le condizioni delle due triatlete sono gravi ed entrambe dovranno subire numerosi interventi a causa dei traumi subiti, ma, secondo quanto riferito dal sito della Federazione Italiana Triathlon non sarebbero in pericolo di vita.

La tragedia è avvenuta durante un allenamento sul Franschoek Pass, una tortuosa salita che collega le località di Stellenbosch e Villiersdorp, due località a una settantina di chilometri da Città del Capo.

Secondo i primi rilevamenti, a provocare l’invasione della carreggiata sulla quale si trovavano le due cicliste sarebbe stata la rottura dei freni del pullman.

Edith Niederfriniger, 43 anni, è stata due volte campionessa europea di triathlon sulla lunga distanza e per due volte medaglia d’argento ai mondiali. Linda Scattolin, 40 anni, è stata campionessa italiana sulla lunga distanza (4 km a nuoto, 120 in bici e 30 di corsa).

incidente triatlete azzurre

Via | Federazione Italiana Triathlon

Foto | Twitter

  • shares
  • +1
  • Mail