Kostner, anche la Wada si appella al Tas chiedendo squalifica da 2 a 4 anni

Anche la Wada contro Carolina Kostner: chiesti al Tas da 2 a 4 anni di squalifica

Questo pomeriggio la Wada (Agenzia mondiale antidoping) ha annunciato che presenterà a breve un ricorso al Tas di Losanna (Tribunale Arbitrale dello Sport) per chiedere una punizione esemplare per la pattinatrice Carolina Kostner. L'atleta bolzanina non riesce proprio a trovare nuovi alleati in questa battaglia contro la giustizia sportiva, sostenuta ormai dalla sola Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, sempre rimasta al suo fianco, anche dopo la sentenza del Tribunale Nazionale Anti-doping che l'ha condannata nel gennaio scorso a 16 mesi di squalifica.

A questa sentenza si è già appellata, sempre presentando ricorso al Tas, la Procura antidoping del CONI che per lei aveva chiesto oltre 4 anni di squalifica. L'accusa italiana, infatti, concorda con la Wada nel ritenere che la pattinatrice meriti una squalifica più lunga, anche perché quella comminatagli a gennaio è inferiore a quanto prescritto proprio dalla Wada come minimo edittale.

La stessa Kostner ha fatto ricorso al Tas nei giorni successivi alla sentenza di condanna per chiedere di rivalutare la sua posizione, colpevole solo di aver aiutato l'ex fidanzato Schwazer ad eludere un controllo a sorpresa. Il suo unico errore, infatti, resta quello di aver mentito ad un ispettore che si presentò a casa sua per effettuare un controllo a sorpresa a Schwazer.

La Kostner lo mandò via su richiesta del fidanzato, che poco dopo partì per andare a sottoporsi al famoso controllo che sancì la sua positività all'EPO. Evidentemente neanche la Wada ritiene che la Kostner fosse effettivamente all'oscuro delle magagne di Schwazer, come invece lei ha sempre sostenuto.

Carolina Kostner

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail