Parigi-Nizza 2015, quarta tappa: doppietta Sky con Porte primo e Thomas secondo. Ottavo Fabio Aru | Video

Al terzo posto si è piazzato Michal Kwiatkowski che si è ripreso la Maglia Gialla.

Richie Porte ha vinto la quarta tappa della Parigi-Nizza 2015, la durissima frazione da Varennes sur Allier a Croix de Chaoubouret, lunga 205 km e con ben otto gran premi della montagna, l'ultimo l'arrivo in salita di prima categoria. Alle sue spalle si è piazzato il suo compagno di squadre nel Team Sky, Geraint Thomas, mentre terzo è arrivato Michal Kwiatkowski dell'Etixx-Quick Step che si è così ripreso la Maglia Gialla che aveva conquistato nel cronoprologo e poi lasciato soltanto ieri a Michael Matthews dell'Orica GreenEdge, oggi in difficoltà sull'ultima salita.

La fuga di giornata è partita praticamente subito grazie a un attacco di Antoine Duchesne del Team Europcar e Thomas De Gendt della Lotto-Soudal subito seguiti da Chris Anker Sørensen della Tinkoff-Saxo, questi tre dopo meno di dieci chilometri di gara avevano giù più di due minuti di vantaggio e il gap è salito a oltre quattro minuti già dopo il quindicesimo chilometro. Il distacco ha raggiunto un massimo di poco più di otto minuti e De Gendt si è aggiudicato il primo gran premio della montagna mente due punti sono andati a Duchesne e uno a Sørensen, mentre sul secondo gpm De Gendt ha di nuovo transitato per primo, gli altri due si sono invertiti le posizioni. Allo sprint intermedio, invece, il primo è stato Duchesne, poi Sørensen e terzo De Gendt.

Il distacco ha cominciato a scendere intorno ai cinque minuti, nel frattempo De Gendt si è assicurato anche il terzo e il quarto gpm, ovviamente sempre davanti ai suoi compagni di fuga, ma dopo la quarta salita Duchesne è rimasto indietro e al comando sono rimasti solo De Gendt e Sørensen. Sempre De Gendt si è preso sette punti sul quinto gpm, mentre Rafal Majka della Tinkoff-Saxo ha dovuto cambiare bici per problemi meccanici e per qualche minuto è rimasto con un gruppetto dietro al plotone principale, poi è riuscito a rientrare.

A 40 km dalla fine il vantaggio dei due battistrada è sceso sotto i tre minuti, me nel frattempo De Gendt ha avuto la possibilità di transitare per primo anche sul Col de la Gachet, di seconda categoria, conquistando altre i sette punti, mentre Sørensen si è assicurato il secondo sprint.
A 13,2 km i due fuggitivi sono stati ripresi dal gruppo e a guidare il gruppo sulla salita di Croix de Chaubouret si sono messe l'Astana e il Team Sky, quest'ultimo ha notevolmente aumentato il ritmo facendo staccare molti corridori, inclusa la Maglia Gialla Michael Matthews.

Il lavoro del Team Sky era ovviamente finalizzato all'attacco di Geraint Thomas e Richie Porte, il britannico ha accelerato negli ultimi 3 km, inseguito inizialmente da Jakob Fuglsang dell'Astana e Simon Spilak del Team Katusha, con i quali ha avuto fino a otto secondi di vantaggio, poi si è avvicinato un gruppetto guidato da Michal Kwiatkowski e del quale facevano parte tutti i migliori, da Porte a Tejay Van Garderem da Rui Costa a Romain Bardet, ma l'australiano poteva contare sull'aiuto del compagno di squadra e infatti con lui è arrivato al traguardo.

Richie Porte ha vinto la quarta tappa della Parigi-Nizza 2015

Questi i primi dieci al traguardo della quarta tappa della Parigi-Nizza 2015:


    1) Richie Porte (Team Sky) 5h 18' 39"
    2) Geraint Thomas (Team Sky) s.t.
    3) Michal Kwiatkowski (Etixx-Quick Step) +8"
    4) Jakob Fuglsang (Astana) +8"
    5) Tejay Van Garderen (BMC) +17"
    6) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) +24"
    7) Tony Gallopin (Lotto Soudal) +24"
    8) Fabio Aru (Astana) +24"
    9) Rafael Valls (Lampre-Merida) +24"
    10) Simon Spilak (Katusha) +24"

Queste le prime dieci posizioni della classifica generale:


    1) Michal Kwiatkowski (Etixx - Quick-Step) 19h 44' 11"
    2) Richie Porte (Team Sky) +1"
    3) Geraint Thomas (Team Sky) +3"
    4) Tejay Van Garderen (BMC Racing Team) +27"
    5) Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) +32"
    6) Tony Gallopin (Lotto Soudal) +38"
    7) Rui Costa (Lampre-Merida) +41"
    8) Gorka Izagirre (Movistar Team) +44"
    9) Tiago Machado (Team Katusha) +50"
    10) Rafael Valls Ferri (Lampre-Merida) +51"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail