Parigi-Nizza 2015, sesta frazione: Tony Gallopin si prende la tappa regina e la Maglia Gialla | Video

Dietro il francese si sono piazzati Simon Spilak e Alberto Rui Costa.

Grande impresa di Tony Gallopin, il francese della Lotto-Soudal che era già apparso in grande forma nelle tappe dei giorni scorsi, ma oggi ha compiuto un vero e proprio capolavoro, andando a vincere la tappa regina della Parigi-Nizza, da Vence a Nizza, lunga 181,5 km, e conquistando la Maglia Gialla. Il transalpino ha attaccato a 30 km dal traguardo ed è arrivato tutto solo con oltre mezzo minuto di vantaggio sui primi inseguitori, ossia Simon Spilak del Team Katusha, Alberto Rui Costa della Lampre-Merida e Jakob Fuglsang dell'Astana, poi tre secondi dopo Rafael Valls della Lampre-Merida, e dopo un minuto un altro gruppetto con Richie Porte del Team Sky, che resta secondo in classifica generale, ma questa volta dietro Gallopin e davanti a Michal Kwiatkowski dell'Etixx-Quick Step.

La fuga che è partita fin dai primi chilometri è stata animata inizialmente da ben 29 atleti: Davide Cimolai della Lampre-Merida, Imanol Erviti, Dayer Quintana e Ion Izaguirre della Movistar, Lars Boom e Rein Taaramae dell'Astana, Rohan Dennis della BMC, Warren Barguil della Garmin-Alpecin, Simon Clarke e Simon Yates dell'Orica GreenEdge, Henrich Haussler della IAM, Thomas De Gendt, Tim Wellens e André Greipel della Lotto Soudal, Matti Breschel, Sergio Paulinho e Michael Valgren della Tinkoff-Saxo, Sergey Chernetski del Team Katusha, Bob Jungels e Gert Steegmans della Trek, Jack Bauer, Tom-Jelte Slagter e Dylan Van Baarle della Cannondale-Garmin, Jan Bakelants dell'AG2R La Mondiale, George Bennett e Steven Kruijswisk della LottoNL-Jumbo, Florian Senechal e Nicolas Edet della Cofidis, Romain Sicard del Team Europcar.

Sulla salita del Col de Vence Cimolai, Greipel, Breschel, Senechal e Steegmans sono rimasti indietro e l'ultimo si è anche ritirato. Dal gruppo si è staccato un trio di contrattaccanti con Sylvain Chavanel della IAM, Mickael Cherel dell'AG2R La Mondiale e Ben Hermans della BMC, ma solo il primo è riuscito a raggiungere i battistrada. Intanto De Gendt è passato davanti a tutti sui primi due Gpm, proprio come ha fatto nei due giorni passati.

Sui primi 29 sono poi rientrati anche Robert Kiserlovski e Chris Sorensen della Tinkoff Saxo e Luis Angel Mate della Cofidis, ma nonostante il gruppo di testa sia stato così numeroso il vantaggio dal resto dei corridori è stato sempre sotto i tre minuti. Durante la frazione è cominciato a piovere e alcuni corridori si sono ritirati, come Bryan Coquard, Nacer Bouhanni e Heinrich Haussler, poi anche Warren Barguil. Sul terzo Gpm il migliore è stato Lars Boom.

In discesa ci sono state molte difficoltà e anche delle cadute e in testa sono rimasti prima in 21, pi, sulla salita del Col Saint-Roche in dieci, ossia Bakelants, Izaguirre, Gautier, Yates, Chavanel, Wellens, Edet, Mate, Bauer e Valgren che è stato il primo sul gpm e poi ha allungato, ma è stato raggiunto da Kwiatkowski, Martin, Gallopin, tutti provenienti dal gruppo principale, più i suoi compagni di fuga Bakelants, Izaguirre, Chavanel, Wellens, Edet, Clarke e Bauer. Intanto alle loro spalle Richie Porte è stato aiutato da Geraint Thomas per tornare davanti. A 30 km dalla fine ha attaccato Gallopin che è poi riuscito a portare a termine la sua fuga in solitaria, mentre alle sue spalle Kwiatkowski e Porte si sono dati battaglia, ma il polacco è rimasto indietro sulla salita Cote de Peille. In discesa Porte e Thomas sono caduti e Kwiatkowski è riuscito a riaprenderli. Alla fine Porte, aiutato da Thomas, è riuscito a chiudere in dodicesima posizione, a un minuto da Gallopin, ma due secondi davanti a Kwiatokowski, sorpassandolo in classifica generale.

Tony Gallopin vince sesta tappa Parigi-Nizza 2015

Questi i primi dieci oggi al traguardo della sesta tappa:


    1) Tony Gallopin (Lotto Soudal) 4h 52' 57"
    2) Simon Spilak (Team Katusha) +32"
    3) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) +32"
    4) Jakob Fuglsang (Astana) +32"
    5) Rafael Valls (Lampre-Merida) +35"
    6) Michael Valgren (Tinkoff-Saxo) +1' 00"
    7) Tim Wellens (Lotto Soudal) +1' 00"
    8) Sylvain Chavanel (IAM) +1' 00"
    9) Arthur Vichot (FDJ) +1' 00"
    10) Nicolas Edet (Cofidis) +1' 00"

E questi i primi dieci in classifica generale quando manca una sola tappa:


    1) Tony Gallopin (Lotto Soudal) 28h 49' 42"
    2) Richie Porte (Team Sky) +36"
    3) Michal Kwiatkowski (Etixx-QuickStep) +37"
    4) Geraint Thomas (Team Sky) +38"
    5) Jakob Fuglsang (Astana) +38"
    6) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) +42"
    7) Simon Spliak (Katusha) +53"
    8) Rafael Valls (Lampre-Merida) +1' 01"
    9) Gorka Izagirre (Movistar) +1' 19"
    10) Tim Wellens (Lotto-Soudal) +2' 00"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail