Richie Porte ha vinto la Parigi-Nizza 2015. Sua la cronoscalata finale

L'australiano del Team Sky ha conquistato la sua seconda Parigi-Nizza dopo quella del 2013.

Tappa e Maglia Gialla per Richie Porte, l'australiano del Team Sky che bissa il successo del 2013 nella corsa del sole e proprio l'ultimo giorno detta la sua legge stabilendo il miglior tempo nella cronoscalata del Col d'Èze e acciuffando il primo posto che più volte aveva sfiorato in questi giorni, prima dietro a Michal Kwiatkowski, poi dietro a Tony Gallopin.

Proprio Gallopin, il francese che ieri ha vinto la tappa regina guadagnandosi l'onore di indossare la Maglia Gialla, oggi è stato il più deludente, ottenendo solo il 29° tempo e scivolando così dalla prima alla sesta posizione della classifica generale finale.

Alle spalle di Porte, che ha percorso i 9,6 km da Nizza al Col d'Èze in 20' 23" (velocità media di 28,258 km/h), oggi si sono piazzati Simon Spilak, lo slovacco del Team Katusha, con un ritardo di 13" e Alberto Rui Costa, il portoghese della Lampre-Merida campione del mondo 2013, con un ritardo di 24".

Tony Martin dell'Etixx-Quick Step ha ottenuto il quarto tempo con 29" di ritardo, lo stesso tempo del suo compagno di squadra Michal Kwiatokowski che ha chiuso la cronoscalata al quinto posto, mentre in classifica generale è arrivato secondo con un ritardo totale da Porte di 30", identico ritardo per Simon Spilak che si guadagna un posto sul terzo gradino del podio. Anche il ritardo finale di Rui Costa è di 30", mentre il compagno di squadra di Porte, Geraint Thomas, che è stato di fondamentale aiuto per lui nelle tappe in salita, ha chiuso con un ritardo di 41" per il quinto posto finale, mentre oggi nella crono è arrivato settimo (+39").

Per Richie Porte è il secondo trionfo alla Parigi-Nizza, vinse anche nel 2013. L'australiano chiude al secondo posto nella classifica della Maglia a Pois vinta da Thomas De Gendt della Lotto-Soudal, e terzo nella classifica a punti dietro a Michael Matthews dell'Orica GreenEdge e Alexander Kristoff del Team Katusha. La classifica giovani va ovviamente a Kwiatokovski, mentre il Team Sky è la migliore squadra davanti alla Movistar e l'Etixx-Quick Step. L'unica italiana, la Lampre-Merida, è quinta grazie ai piazzamenti di Rui Costa e alla vittoria di Davide Cimolai nella quinta tappa.

Il miglior italiano in classifica generale è Fabio Aru dell'Astana, che ha chiuso in 39° posizione con un ritardo di 24' 48".

Richie Porte ha vinto la Parigi-Nizza 2015

Questi i migliori dieci nella cronoscalata finale:


    1) Richie Porte (Team Sky) 20' 23"
    2) Simon Spilak (Katusha) +13"
    3) Rui Costa (Lampre-Merida) +24"
    4) Tony Martin (Eitxx-QuickStep) +29"
    5) Michal Kwiatkowski (Etixx-QuickStep) +29"
    6) Andrew Talansky (Cannondale-Garmin) +37"
    7) Geraint Thomas (Team Sky) +39"
    8) Jon Izagirre (Movistar) +50"
    9) Tim Wellens (Lotto Soudal) +54"
    10) Gorka Izagirre (Movistar) +55"

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale finale:


    1) Richie Porte (Team Sky) 29h 10' 41"
    2) Michal Kwiatkowski (Etixx-QuickStep) +30"
    3) Simon Spilak (Katusha) +30"
    4) Rui Costa (Lampre-Merida) +30"
    5) Geraint Thomas (Team Sky) +41"
    6) Tony Gallopin (Lotto Soudal) +1' 03"
    7) Jakob Fuglsang (Astana) +1' 05"
    8) Rafael Valls (Lampre-Merida) +1' 24"
    9) Gorka Izagirre (Movistar) +1' 38"
    10) Tim Wellens (Lotto Soudal) +2' 18"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail