E3 Harelbeke 2015: capolavoro di Geraint Thomas, terzo Matteo Trentin. Cancellara cade e si frattura le vertebre | Video

Sul podio anche Zdenek Stybar, secondo.

Geraint Thomas ha vinto la E3 Harelbeke 2015 con una stupenda azione da finisseur, davanti a Zedenek Stybar e Matteo Trentin dell'Etixx-Quick Step.

Peter Sagan della Tinkoff-Saxo, campione uscente, si è piantato a 4km dalla fine, su una strada leggermente in salita, proprio quando è scattato Thomas, che ha messo in crisi lo slovacco, mentre Stybar ha provato a reagire ed è riuscito almeno a salire sul podio. Trentin, invece, si è aggiudicato la volata del gruppo e ha conquistato il terzo posto bruciando al fotofinish Alexander Kristoff del Team Katusha.

La corsa è stata caratterizzata da molti ritiri a causa di una caduta in particolare che ha fatto vittime eccellenti tra cui Fabian Cancellara che ha riportato la frattura delle vertebre e sarà costretto a saltare tutte le classiche del Nord, le sue corse preferite (nel video il alto la caduta dello svizzero della Trek)

I fuggitivi di giornata sono stati Kristian Sbaragli della MTN Qhubeka, Andrea Dal Col della Southeast, Sean De Bie (LOT), Sébastien Turgot (AG2R La Mondiale), Dries Devenyns della IAM e Sjoerd Van Ginneken (ROO), che hanno avuto fino a dieci minuti di vantaggio. Da Col è stato il primo tra i battistrada a restare indietro, poi, sul Paterberg, si è attardato anche Van Ginneken e in testa sono rimasti De Bie, Sbaragli e Devenyns, ma con soli 40 secondi di vantaggio.

Proprio sul Paterberg la corsa si è infuocata hanno tentato l'allungo Sep Vanmarcke della Lotto NL Jumbo e Daniel Oss della BMC, proprio l'italiano è passato per primo, nel frattempo davanti è rimasto solo Devenyns che è stato ripreso a 37 km dalla fine, mentre i "big" erano già in lotta per le prime posizioni nel gruppo. Si è formato un terzetto temibilissimo con Peter Sagan della Tinkoff-Saxo, Geraint Thomas del Team Sky e Zdenek Stybar dell'Etixx-Quick Step. Questi tre hanno guadagnato un vantaggio di una ventina di secondi, mentre in testa al gruppo si è messa la BMC a dettare l'andatura e ha frazionato il plotone, tanto da creare un gruppetto di una ventina di corridori.

Il gruppo non è riuscito a chiudere il buco e il vantaggio dei tre a 20 km dalla fine è salito a 40 secondi per poi tornare a scendere sull'ultimo muro, il Tiegemberg, tanto che in tre chilometri il distacco si è dimezzato. Tra gli inseguito è caduto Greg Van Avermaet, capitano della BMC.

A 15 km dal termine il distacco del terzetto di testa è salito fino a 52"e poi ha anche superato il minuto, mentre tra gli inseguitori soltanto Luca Paolini e Aleksandr Kolobnev del Team Katusha hanno provato a tirare abbassando il gap a 40".

Davanti è stato Geraint Thomas ad attaccare per primo a 4 km dalla fine, Stybar ha provato a seguirlo, mentre Sagan ha alzato bandiera bianca su una strada con una pendenza solo dell'1%.

Thomas ha corso gli ultimi 4 km quasi come una cronometro, che è una delle sue specialità, ed è arrivato al traguardo da solo. Stybar è riuscito a conservare il secondo posto, mentre Sagan si è fatto superare anche dal gruppo di inseguitori.

Ecco i primi dieci al traguardo della E3 Harelbeke 2015:


    1) Geraint Thomas (Gran Bretagna) Team Sky 5h 14' 57"
    2) Zdenel Stybar (Repubblica Ceca) Etixx-Quick Step +25"
    3) Matteo Trentin (Italia) Etixx-Quick Step +38"
    4) Alexander Kristoff (Norvegia) Team Katusha +38"
    5) Sep Vanmarcke (Belgio) Lotto NL Jumbo +38"
    6) Matti Breschel (Danimarca) Tinkoff-Saxo +38"
    7) Jürgen Roelandts (Belgio) Lotto Soudal +38"
    8) Jack Bauer (Australia) Cannondale-Garmin +38"
    9) Jens Keukeleire (Belgio) Orica GreenEDGE +38"
    10) Daniel Oss (Italia) BMC +38"

Geraint Thomas ha vinto la E3 Harelbeke 2015

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail