Atp Miami 2015 | Nadal eliminato da Verdasco | Risultati del 29 marzo

Atp Miami 2015. Terzo turno. Risultati domenica 29 marzo

Bianco

Domenica 29 marzo, comincia il terzo turno all'Atp di Miami 2015 con 8 match della parte bassa del tabellone.

Le partite della notte: Grande rimonta di Berdych su Tomic. L'australiano però ha molto da recriminare. Vinto il primo set 7-4 al tie break (con 10 break totali equamente divisi), Tomic si porta in vantaggio 4-0 nel secondo, spreca 4 match point, si fa riprendere sul 5-5, cede 7-3 nel tie break seguente poi crolla 6-1 nel terzo. Berdych si salva dall'ecatombe di teste di serie e, agli ottavi, trova Monfils. Avanza anche Monaco. L'argentino elimina Garcia Lopez e si giocherà i quarti proprio con Verdasco.

01.05: Deludente eliminazione per Nadal, sconfitto da Verdasco 6-4; 2-6; 6-3 in poco più di due ore di gioco.

Primo set ricco di incertezze per Nadal. Poco propositivo e falloso, il numero 2 del seeding, cede la battuta alla prima palla break concessa a Verdasco sul 3-4. Fernando va a servire per il set ma non riesce a raggiungere il traguardo. Immediato controbreak del maiorchino il quale, a sua volta, continua ad agevolare il connazionale. Terzo break di fila e 4-6 per l'avversario. Che non ci sia il miglior Nadal in campo lo si evince anche in avvio di secondo parziale quando Verdasco non sfrutta un'importante palla break sul 2-1 in suo favore. Lo scampato pericolo desta finalmente Rafa che, pian piano, comincia a ingranare e approfitta dell'evidente calo del rivale che crolla dopo un punto ottenuto da Nadal con l'aiuto del nastro sul 2-2 e subisce 5 game di fila senza opporre resistenza alcuna.

Inaspettatamente Verdasco si riassesta nel terzo set mentre Nadal ripiomba nel limbo del non gioco e degli errori, alcuni dei quali davvero goffi e inspiegabili. I due break point non concretizzati nel primo game e che avrebbero potuto uccidere la partita segnano l'inizio della fine per Rafa che si ritrova a inseguire sotto 1-4. Verdasco fa il suo dovere e il pubblico, incredulo, assiste a un epilogo davvero clamoroso. Nadal cede 3-6 con tre errori gratuiti nel game finale, emblema ulteriore di una partita incomprensibile. Miami resta un torneo indigesto. Ora arriva l'amata terra. In queste condizioni però sarà dura ripetere i trionfi delle stagioni passate.

23.10: Va a Monfils il derby transalpino con Tsonga. 6-4; 7-6 il punteggio a favore di Gael. JW, alla seconda partita stagionale, recrimina per due set point falliti nel secondo parziale sul 5-6; 15-40. Bravo Monfils a rimontare a imporsi 7-4 nel tie break seguente.

21.15: Altra deludente eliminazione per Stan Wawrinka sconfitto 7-6(4); 7-6(6) da Adrian Mannarino. Emblema del pessimo momento dell'elvetico quando accade nel secondo set con Stan due volte rimontato con un break di vantaggio, la seconda al momento di chiudere il parziale sul 5-4. Nel tie break seguente, Mannarino, da 6-2 spreca tre match point, poi l'ennesimo errore dell'avversario gli regala il 7-5 e il miglior risultato in carriera. Agli ottavi c'è Thiem, un altro outsider. Per entrambi una grande occasione per raggiungere il possibile quarto con Murray. Wawrinka, dal canto suo, deve dimenticare al più presto la trasferta americana. Tra due settimane c'è il Masters di Montecarlo con un titolo e tanti punti da difendere.

Bianco

20.50: Ottavi di finale anche per Thiem. Un break per set e il giovane talento austriaco si impone su Sock 6-4; 6-3. Per Dominic, il miglior risultato in carriera in un Masters.

18.30: Murray è il primo qualificato agli ottavi di finale. Dopo l'agevole esordio con Young, Andy elimina 6-3; 6-4 Giraldo . Primo set deciso da un unico break sul 3-2 in favore dello scozzese che avrebbe potuto chiudere anche con un game di anticipo in risposta. Giraldo parte male nella seconda frazione e, sotto 4-0 con doppio break al passivo, approfitta di un momento di distrazione del rivale e accorcia le distanze fino al 5-4. La rimonta però si ferma lì e Murray non fallisce la seconda chance per archiviare la contesa. Domani, agli ottavi, c'è Kevin Anderson cui basta un break per set per imporsi su Leo Mayer con un doppio 6-4

Bianco

Atp Miami 2015 | Risultato terzo turno | 29 marzo

Murray b. Giraldo 6-3; 6-2
Mannarino b. Wawrinka 7-6; 7-6(6)
Monfils b. Tsonga 6-4; 7-6(49
Berdych b. Tomic 6-7; 7-6; 6-1
Anderson b. L.Mayer 6-4; 6-4
Thiem b. Sock 6-4; 6-3
Verdasco b. Nadal 6-4; 2-6; 6-3
Monaco b. Garcia Lopez 7-5 6-4

Bianco

Atp Miami 2015 | Presentazione programma 29 marzo

Siamo già arrivati al terzo turno all'Atp di Miami 2015. Oggi, domenica 29 marzo, si disputano 8 match nella parte bassa del tabellone. Il programma comincerà alle 17 con un'ora di ritardo rispetto ai giorni scorsi.

Sul Centrale, aprono Murray e Giraldo. A due giorni dall'agevole esordio con Young, un altro impegno, sulla carta, che non dovrebbe riservare particolare insidie per il britannico animato anche dalla volontà di prendersi la rivincita dal ko rifilatogli da Santiago, un anno fa, sulla terra di Madrid in quella che è stata una delle peggiori prestazione della carriera. Chi passa trova agli ottavi il vincitore della sfida che si disputa in contemporanea sul campo 1 tra Kevin Anderson e Leo Mayer con il sudafricano favorito per la qualificazione.

Gran parte del programma maschile si svolge sul Grandstand. Alle 19 circa, al termine di Giorgi-Halep, Stan Wawrinka affronta Mannarino. Non è in un buon momento l'elvetico eliminato al primo turno a Indian Wells da Haase e costretto agli straordinari da Berlocq all'esordio. Un altro ko per Stan sarebbe sicuramente sorprendente anche nella prospettiva di un ottavo favorevole con Thiem o Sock, quest'ultimo vincitore, ieri, su Fognini.

Sempre sul Grandstand, in serata, derby francese tra Tsonga e Monfils, entrambi al rientro dopo un periodo di stop. Maggiore quello di JW che, ieri, ha conquistato la prima vittoria stagionale con Smyczek. La sfida tutta transalpina è incrociata con quella che si disputerà a seguire tra Berdych e Tomic, una partita interessante per testare le ambizioni dell'australiano in serie positiva 6 partite se si esclude il ritiro anticipato ai quarti di Indian Wells per un problema al dente del giudizio.

Alle 22.30 circa, Nadal ritrova Verdasco tre anni dopo il ko subito sulla terra blu di Madrid, unica affermazione di Fernando contro il connazionale. E' il secondo derby consecutivo per Nadal dopo quello di venerdì con Almagro che ha dato poche indicazioni sulla condizione di Rafa, alle prese anche con un fastidio alla caviglia causato da un infortunio in allenamento. Agli ottavi, Nadal dovrebbe affrontare Monaco o Garcia Lopez, impegnati nel match in notturna piazzato, a sorpresa, dagli organizzatori sul Centrale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail