Kitesurf: la tavola scomponibile.

Scritto da: -


Un problema comune a tutti i kiters che decidono di andare in vacanza è quello di pagare l’extra bagaglio alla compagnia aerea per il trasporto dell’attrezzatura. Qualcuno ha così pensato che, potendo mettere tutto in valigia si eviterebbe il pesante balzello (la Blu Panorama chiede 150 euro a tratta!). Per gli aquiloni non ci sarebbero problemi in quanto piegati stanno perfettamente in una valigia, ma la tavola? Le più piccole sono lunghe 125 cm e una valigia arriva al massimo a 80 cm..

Così la Hydro anche per il 2010 proprone “Maya”, tavola dedicata al FREE-RIDE, per planare senza problemi.

Realizzata in 3 pezzi, nello specifico : 2 compongono outline della tavola ed il 3 pezzo serve da placca per assemblare gli altri 2. Questo allo scopo di rendere la tavola comodamente trasportabile, ma allo stesso tempo mantiene caratteristiche di flex di una normale tavola, grazie alla sua anima in legno e hai fianchi in ABS. Che ne pensate di questa soluzione?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
  • nickname Commento numero 1 su Kitesurf: la tavola scomponibile.

    Posted by: lory2k

    Cmq, il costo dell'extra bagaglio è una lotteria. Quest'estate sono andato a Mykonos con 2 tavole da kitesurf e 4 vele. All'andata ho pagato cifre assurde con Blu Panorama (ma il biglietto mi è costato appena 120 euro andata e ritorno), mentre al ritorno sono riuscito a non pagare nulla: dipende chi incontri al check-in…il "bello" è che mi hanno perso il bagaglio con i vestiti…. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Outdoorblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.