Giro d'Italia 2013: il Galibier

Col du Galibier, altimetrie

Col du Galibier, da Col du Lautaret
Col du Galibier, da Valloire
Col du Galibier, da Chatelard

Questa non è solo una delle anticipazioni sulle tappe del Giro d'Italia 2013: il Galibier ci sarà e basta, ed è certo senza bisogno di aspettare la presentazione del 30 settembre.

2645 metri d'altezza, il colle è una delle salite storiche del Tour de France: affrontato per la prima volta dai ciclisti nel 1911, è stato scalato per ben 59 edizioni del Tour (due volte nel 2011, da entrambi i versanti, per festeggiare a dovere il centenario del Galibier), battuto solo dal Colle del Tourmalet (77 passaggi).

E' la prima volta che la salita fa parte del Giro d'Italia. Si salirà dal versante nord, da Valloire, per la precisione.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Il Galibier è una Hors Catégorie, ovvero la più difficile categoria di salita che si possa prevedere in una corsa a tappe. E' un valico fra le Alpi francesi: unisce la valle della Maurienne con la valle della Guisane e collega Saint-Michel-de-Maurienne con Briançon (lungo una sequenza che vede, uno dopo l'altro, il Col du Télégraphe, Valloire, il Col du Galibier, il Col du Lautaret).

Ecco l'elenco di tutti i ciclisti transitati per primi in cima al Galibier.
C'è anche quel Marco Pantani che vedete nel video.

    1911 - Emile Georget (Fra)

    1912 - Eugène Christophe (Fra)

    1913 - Marcel Buysse (Bel)

    1914 - Henri Pélissier (Fra)

    1919 - Honoré Barthélémy (Fra)

    1920 - Firmin Lambot (Bel)

    1921 - Honoré Barthélémy (Fra)

    1922 - Emile Masson (Bel)

    1923 - Henri Pélissier (Fra)

    1924 - Bartolomeo Aimo (Ita)

    1925 - Lucien Buysse (Bel)

    1926 - Omer Huyse (Bel)

    1927 - Antonin Magne (Fra)

    1928 - August Verdyck (Bel)

    1929 - Gaston Rebry (Bel)

    1930 - Pierre Magne (Fra) et Benoît Faure (Fra)

    1931 - Joseph Demuysere (Bel)

    1932 - Francesco Camusso (Ita)

    1933 - Vicente Trueba (Esp)

    1934 - Federico Ezquerra (Esp)

    1935 - Gabriel Ruozzi (Fra)

    1936 - Federico Ezquerra (Esp)

    1937 - Gino Bartali (Ita)

    1938 - Mario Vicini (Ita)

    1939 - Dante Gianello (Fra)

    1947 - Fermo Camellini (Ita)

    1948 - Lucien Teisseire (Fra)

    1952 - Fausto Coppi (Ita)

    1954 - Federico Bahamontes (Esp)

    1955 - Charly Gaul (Lux)

    1957 - Marcel Janssens (Bel)

    1959 - Charly Gaul (Lux)

    1964 - Federico Bahamontes (Esp)

    1966 - Julio Jimenez (Esp)

    1967 - Julio Jimenez (Esp)

    1969 - Eddy Merckx (Bel)

    1972 - Joop Zoetemelk (Hol)

    1973 - Luis Ocaña (Esp)

    1974 - Vicente Lopez Carril (Esp)

    1979 - Lucien Van Impe (Bel)

    1980 - Johan De Muynck (Bel)

    1984 - Francisco Rodriguez (Col)

    1987 - Pedro Muñoz (Esp)

    1989 - Gert-Jan Theunisse (Hol)

    1992 - Franco Chioccioli (Ita)

    1993 - Tony Rominger (Sui)

    1996 - annullato per neve

    1998 - Marco Pantani (Ita)

    1999 - José Luis Arrieta (Esp)

    2000 - Pascal Hervé (Fra)

    2002 - Santiago Botero (Col)

    2003 - Stefano Garzelli (Ita)
    2005 - Alexandre Vinokourov (Kaz)
    2006 - Michael Rasmussen (Dan)
    2007 - Juan Mauricio Soler (Col)
    2008 - Rémy Di Gregorio (Fra) (dopo la squalifica di Schumacher)
    2011 - Andy Schleck (Lux) (in entrambe le ascese dell'anno, due per festeggiare il centenario, 18° e 19° tappa)

La tappa sarà la quindicesima. Partenza da Cesana Torinese, poi Moncenisio, Valle d'Arc, Saint Michel de Maurienne, Col du Télègraphe, Valloire e Galibier: 150 km, tre gran premi della montagna da far tremare i polsi. Nessun rischio di rinvio per neve come nel '96, è già tutto studiato per liberare, eventualmente, le strade.

Nel 1998 fu Marco Pantani ad attaccare sul Galibier e a vincere tappa e Tour con un'azione ai confini della realtà: fu l'anno della doppietta Giro-Tour per il corridore romagnolo. E anche l'anno che precedette il punto di non ritorno della sua carriera. Nel video, l'attacco incredibile.

  • shares
  • Mail