World League Volley 2015: l'Italia torna dall'Australia con due vittorie per 3-1

Subito sei punti per gli azzurri nel primo weekend di World League 2015.

L'Italia batte due volte l'Australia per 3-1 ad Adelaide

L'Italia parte in quarta nella World League 2015 con due vittorie su due partite giocate ad Adelaide contro i padroni di casa dell'Australia ed entrambi i successi sono arrivati in quattro set, quindi il bottino di sei punti vale subito il primo posto nella Pool A per gli azzurri, davanti anche a Brasile e Serbia che ieri si sono affrontati finendo al tie-break (successo dei verdeoro) e domani giocheranno di nuovo ma nessuno di loro potrà superare i ragazzi di Mauro Berruto.

Il ct oggi ha schierato Randazzo e Vettori nel sestetto iniziale al posto di Antonov e Sabbi che ieri avevano cominciato da titolari. Invariato il resto, ossia Travica al palleggio, Lanza in banda, Alletti e Anzani al centro e Colaci libero.

Nel primo set gli azzurri sono partiti un po' meglio trovando subito il break (4-6 e poi 5-7), ma i volleyroos li hanno raggiunti e poi superati arrivando al primo time-out tecnico sulla'8-7 grazie a un muro su Vettori. Al rientro in campo l'Italia ha subito pareggiato i conti, poi ha allungato arrivando alla seconda pausa obbligatoria con ben cinque punti in più degli avversari (11-16). Gli australiani hanno provato a rientrare, ma sono riusciti a recuperare due punti al massimo (16-19 e poi 19-22), ma Vettori ha guadagnato cinque palle-set (19-24) e Anzani ha concretizzato la seconda chiudendo sul 20-25.

Nel secondo set l'inizio è stato molto equilibrato e l'Australia è di nuovo arrivata al time-out tecnico sul +1 (8-7, è stata una costante in tutti e quattro i set), è riuscita a mantenne questo vantaggio fino al 10-9, poi l'Italia l'ha raggiunta e superata guadagnando un break sull'11-13, i volleyroos hanno pareggiato sul 13-13, poi l'Italia è di nuovo fuggita via ed è arrivata al secondo time-out tecnico sul +3 (13-16), riuscendo a stare avanti di due-tre punti fino alla fine quando ha guadagno tre palle set grazie a un errore in attacco di Edgar (21-24) e poi ha chiuso sul 21-25 in virtù di un altro errore dell'Australia.

L'inizio del terzo set è stato identico a quello del precedente, ancora una volta i volleyroos avanti 8-7 alla prima pausa tecnica, ma questa volta sono riusciti a restare avanti e a portarsi alla seconda sul +2 (16-14). L'Italia li ha raggiunti sul 18-18, ha ingaggiato una lotta punto a punto che è durata fino alla fine del set quando l'Australia ha guadagnato un set-point con Sanderson (24-23) e poi ha chiuso sul 25-23 grazie a un errore in attacco dell'Italia.

Nel quarto set l'ennesimo 8-7 dell'Australia al primo time-out tecnico, poi il sorpasso da parte dell'Italia sul 10-11. Gli azzurri si sono portati sul +2 alla seconda pausa obbligatoria (14-16), hanno allungato sul +3 sul 16-19 grazie a una invasione da parte degli Australiani, ma le invasioni sono state una costante negativa soprattutto per l'Italia, che infatti a causa di due consecutive più un muro vincete di Sanderson su Lanza si è ritrovata dal 19-22 al 22-22. Con Sabbi e poi un attacco out di Edgar gli azzurri hanno conquistato due palle-match (22-24), Sanderson ne ha annullata una, ma Sabbi ha chiuso sul 23-25.
Ricordiamo che per l'Italia queste sono state le prime due partite con la nuova regola sull'invasione (ogni tocco di rete ora è considerato fallo), per questo gli azzurri sono apparsi ancora un po' in difficoltà e ne hanno compiute davvero tante.

Risultato finale: Australia-Italia 1-3 (20-25, 21-25, 25-23, 23-25)

La trasferta agli Antipodi è stata assolutamente positiva per gli azzurri, perché nonostante si possa certamente fare meglio dal punto di vista del gioco (ma Berruto e i suoi ragazzi sono i primi a saperlo) e l'Australia sia l'avversaria più debole del girone, è anche vero che tra nuove regole e viaggio lunghissimo qualche distrazione ci poteva pure stare e invece Travica e compagni hanno gestito questo weekend nel migliore dei modi e cominciano subito bene la World League da primi della classe.

Prossimo appuntamento il prossimo weekend: venerdì 5 giugno all'Adriatic Arena di Pesaro alle 20 contro la Serbia di Nikola Grbic e Aleksandar Atanasijevic, domenica 7 giugno stessa avversaria, ma al Pala Dozza di Bologna alle ore 20:30.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO