Scherma, Europei di Montreux 2015: Elisa Di Francisca ancora d'oro nel fioretto, Errigo di bronzo

Tra gli sciabolatori il migliore azzurro è Aldo Montano che è uscito ai quarti.

Elisa Di Francisca campionessa d'Europa per la quarta volta

Elisa Di Francisca è ancora una volta la campionessa d'Europa del Fioretto femminile. È la sua quarta volta in carriera, la terza consecutiva, e ricordiamo che è anche la campionessa olimpica in carica.
Nell'assalto finale contro la fortissima russa Larisa Korobeynikova l'azzurra ha cominciato benissimo portandosi sul 9-3, ma ha subito la rimonta dell'avversaria, arrivata fino a -1, soprattutto a causa di un calo fisico della iesina, dovuto soprattutto al gran caldo. Dall'11-10 Elisa è riuscita a portarsi sul 14-11, la russa è riuscita a tornare a -1, ma l'immensa classe dell'italiana ha prevalso per il 15-13 finale. Determinante il ruolo di Giovanna Trillini che l'ha guidata dalla panchina nei momenti di difficoltà spronandola continuamente fino alla vittoria. Korobeynikova è allenata proprio dall'ex maestro di Elisa, Stefano Cerioni.

Ancora stregato il titolo europeo per la due volte campionessa del mondo Arianna Errigo, che oggi è uscita in semifinale proprio contro la connazionale Di Francisca, battuta per 15-8 in quella che è stata una sorta di finale anticipata e che è valsa solo il bronzo per Errigo che non è ancora al 100% della forma dopo il virus con cui ha combattuto a lungo e che l'ha debilitata. L'altro bronzo è andato all'ungherese Aida Mohamed.

Elisa Di Francisca ha superato la fase a gironi con quattro vittorie e una sconfitta, poi nel tabellone delle 32 ha eliminato l'israeliana Delila Hatuel per 15-3, agli ottavi ha fatto fuori la polacca Hanna Lyczbinska con lo stesso risultato e ai quarti ha battuto la russa Inna Deriglazova per una stoccata, 15-14.

Anche Arianna Errigo nella fase a gironi ha vinto tutti gli assalti eccetto uno, poi nel tabellone delle 32 si è imposta 15-8 contro Marta Lyczbinska, agli ottavi ha battuto 15-6 la francese Astrid Guyart e ai quarti ha eliminato la russa Yulia Biryukova per 15-10.

Valentina Vezzali è uscita ai quarti, sconfitta da Aida Mohamed per 15-11, mentre Martina Batini è stata eliminata da un'altra ungherese, Gabriella Varga, per 15-13 agli ottavi.
Vezzali, nonostante la delusione, ha subito trovato le parole per commentare la sconfitta e fissare il prossimo obiettivo:

"La delusione è tanta ed inutile nasconderlo. La sconfitta brucia perché giunta proprio ad un passio dal podio. Adesso però bisogna archiviare questa sconfitta, imparare dagli errori commessi e pensare sin da subito ai Campionati del Mondo di Mosca"

Ricordiamo che i Mondiali sono in programma dal 13 al 19 luglio.

Oggi si sono disputate anche le gare individuali di Sciabola maschile, competizione nella quale l'azzurro più bravo è stato Aldo Montano, che è arrivato fino ai quarti di finale, dove è stato eliminato dal russo Alexey Yakimenko, attuale numero 1 del ranking mondiale, che l'ha battuto per 15-11. Agli ottavi Montano ha vinto il derby contro il giovane Luca Curatoli per 15-13, mentre Diego Occhiuzzi, sempre agli ottavi, è uscito contro il russo Nikolay Kovalev per 15-13. Il primo degli azzurri a uscire è stato Enrico Berrè, eliminato nel tabellone dei 32 dal tedesco Max Hartung per 15-4.
Nella fase a gironi Montano è stato l'unico a vincere tutti e cinque gli assalti, mentre Occhiuzzi ha rimediato una sconfitta e Berrè e Curatoli due a testa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail