Vincenzo Nibali campione d'Italia per la seconda volta consecutiva!!!

Non c'è storia: a Superga Nibali domina la gara, attacca a 20 km dal traguardo e festeggia il secondo titolo consecutivo. Sul podio anche Francesco Reda e Diego Ulissi.

Podio campionato italiano

Vincenzo Nibali è il numero uno dei ciclismo italiano senza se e senza ma. Oggi, come un anno fa, si è messo in testa di vincere la Maglia Tricolore che tanto gli ha portato fortuna nel 2014 e ha raggiunto il suo obiettivo apparentemente senza neanche troppa fatica. Francesco Reda e Diego Ulissi hanno provato a dargli del filo da torcere fino alla fine, ma non c'è stata storia, la superiorità dello Squalo è stata sempre evidente, dall'agilità della pedalata all'intelligenza tattica nello scegliere i momenti più giusti per attaccare sia in salita sia in discesa.

Nibali è stato aiutato dai compagni dell'Astana fino all'inizio della prima ascesa del Colle di Superga, poi ha attaccato da solo, Reda e Ulissi lo hanno seguito, ma sono stati staccati più volte e negli ultimi due chilometri ha dato la rasoiata finale e ha tagliato il traguardo a braccia alzate.
Proprio come l'anno scorso, dunque, Nibali trova la sua prima vittoria stagionale una settimana prima dell'inizio del Tour de France e questa volta ha vinto la gara con ancora più facilità.

Questi i primi classificati:
1) Vincenzo Nibali
2) Francesco Reda
3) Diego Ulissi
4) Gianfranco Zilioli
5) Davide Rebellin
6) Domenico Pozzovivo

Il racconto del trionfo di Vincenzo Nibali


Vincenzo Nibali campione d'Italia 2015

  • 16:17

    VINCENZO NIBALI CAMPIONE D'ITALIA! Lo Squalo si può anche permettere di percorrere gli ultimi dieci metri a braccia alzate per la gioia del pubblico. Dietro di lui arrivano un grandissimo Francesco Reda e un altrettanto bravo Diego Ulissi. Contro Nibali, però, non c'è storia, è indubbiamente il numero 1 italiano e merita di restare Tricolore.

  • 16:15

    Nibali si invola verso il suo secondo Tricolore consecutivo!

  • 16:14

    Manca solo un chilometro, Nibali ha 8" di vantaggio su Reda, Ulissi è più dietro. Lo Squalo procede seduto e la pedalata è ancora molto molto agile.

  • 16:13

    Nibali procede da solo nell'ultimo chilometro e mezzo di salita.

  • 16:12

    Approfittando del fatto che Nibali si è distratto un secondo per stringersi i lacci delle scarpe, Reda ha provato ad attaccare, ma lo Squalo lo ha ripreso e superato con estrema facilità e ora è di nuovo in fuga da solo.

  • 16:11

    Il terzetto di testa è di nuovo compatto.

  • 16:11

    Ora anche Ulissi sta rientrando su Nibali e Reda.

  • 16:10

    Nibali ha guadagnato una decina di metri, Reda gli risponde subito però.

  • 16:09

    Sui tratti più duri della salita Ulissi perde qualche metro.

  • 16:08

    Tra il gruppo Nibali e il gruppo Pozzovivo ci sono poco più di 30" di distacco.

  • 16:07

    Nibali, Ulissi e Reda sono ancora insieme, mancano 3 km alla fine. I primi degli inseguitori ora sono Pozzovivo, Rebellin e Zilioli.

  • 16:06

    NIbali ha provato a dare una rasoiata per staccare Ulissi. Bellissima sfida tra i due, ma intanto sta rientrando anche Reda.

  • 16:05

    Ulissi si è lasciato alle spalle Reda e ha quasi raggiunto Nibali!

  • 16:04

    Ulissi sta accelerando in un tratto di pianura per cercare di raggiungere Nibali.

  • 16:03

    Il gruppetto con Pozzovivo è a circa 40" da Nibali.

  • 16:03

    Tra pochissimo Nibali comincerà la salita.

  • 16:02

    Quando mancano 5 km alla fine il vantaggio di Nibali su Reda e Ulissi è di circa 7".

  • 16:01

    Ora la discesa è finita, siamo nel tratto in pianura, Nibali è sempre solo al comando.

  • 16:00

    Nibali è sempre nella posizione ad uovo tipica di una cronometro. Ulissi si è quasi riportato su Reda, ma il distacco dallo Squalo è piuttosto consistente.

  • 15:59

    Nibali sta andando a tutta ora, oltre gli 80 km/h.

  • 15:58

    La discesa finisce ai -8 km, poi ci sono circa 3 km di pianura e poi la salita finale di 4,8 km.

  • 15:57

    Come in precedenza, Nibali guadagna molti metri di vantaggio su Reda e soprattutto su Ulissi nelle curve in discesa.

  • 15:56

    C'è un altro tratto in discesa ora e Nibali attacca di nuovo. Siamo a 10 Km dalla fine.

  • 15:55

    Nibali ora ha tirato fuori una barbetta da mangiare prima che cominci la salita. Anche tra gli inseguitori Pozzovivo e Rebellin si stanno alimentando.

  • 15:53

    Ora Nibali, Ulissi e Reda stanno collaborando e hanno 25" di vantaggio sugli inseguitori.

  • 15:52

    Nibali, Ulissi e Reda si sono ricongiunti alla fine della discesa.

  • 15:51

    Intanto c'è stata una caduta di Alessio Taliani dell'Androni, che è andato lungo in curva.

  • 15:50

    In curva Nibali guadagna parecchi metri di distacco rispetto a Ulissi e Reda.

  • 15:50

    I tre al comando ora hanno 9" di vantaggio sugli inseguitori dai quali prova a staccarsi Davide Rebellin.

  • 15:48

    Alla ruota di Nibali ci sono ora solo Francesco Reda del Team Idea 2010 ASD e Diego Ulissi.

  • 15:47

    Terzo attacco di Nibali, questa volta in discesa, si era messo al comando Ulissi, ma si è distratto starnutendo e Nibali lo ha superato ed è partito all'attacco.

  • 15:46

    Secondo scatto di Vincenzo Nibali.

  • 15:45

    Gianfranco Zilioli dellAndroni attacca per essere primo lungo la discesa.

  • 15:44

    Attacca Vincenzo Nibali, Pozzovivo e Rebellin gli rispondono subito.

  • 15:43

    Intanto ecco la Basilica costruita sul Colle di Superga, quello che oggi i corridori scaleranno due volte.

  • 15:42

    Si è staccato invece Michele Scarponi, mentre Diego Ulissi non ha più compagni di squadra della Lampre-Merida con sé.

  • 15:40

    Davide Formolo ora è nell'ultima posizione del gruppo di testa, attaccato alla ruota di Diego Ulissi. Nelle prime posizioni invece ci sono Dario Cataldo, al comando, Vincenzo Nibali, Domenico Pozzovivo e Davide Rebellin.

  • 15:38

    Il gruppo di testa dovrebbe essere composto da poco più di una decina di corridori.

  • 15:37

    Nelle prime posizioni ci sono anche Davide Formolo della Cannondale-Garmin e Domenico Pozzovivo dell'AG2R La Mondiale.

  • 15:36

    L'Astana sta imponendo un andamento molto alto per sfoltire il gruppo e possibilmente mettere in difficoltà Diego Ulissi della Lampre-Merida, considerato il principale rivale di Nibali in questa corsa.

  • 15:35

    Ora è Dario Cataldo, sempre dell'Astana, a guidare il gruppo, a ruota sempre Scarponi e Nibali.

  • 15:33

    Valerio Agnoli dell'Astana è in testa al gruppo in salita, dietro di lui i suoi due compagni Vincenzo Nibali e Michele Scarponi.

  • 15:32

    Alessandro Malaguti della Nippo-Vini Fantini cerca di cominciare la salita nella prima posizione.

  • 15:31

    Sta per cominciare la prima salita di Superga e la gara dovrebbe ora entrare nel vivo.

  • 15:28

    Anche Colbrelli è stato ripreso dal gruppo trainato soprattutto da Astana e Lampre.

  • 15:26

    Sonny Colbrelli della Bardiani ha anticipato il gruppo e con uno scatto ha ripreso e superato i fuggitivi che ormai stanno per essere tutti assorbiti dal plotone.

  • 15:26

    Marco Frapporti e Antonio Nibali hanno ripreso Cecchinel.

  • 15:25

    Giorgio Cecchinel ha allungato sugli altri quattro battistrada.

  • 15:24

    Ormai il vantaggio dei cinque fuggitivi è di appena 30". Il gruppo li sta per riprendere.

  • 15:20

    Tra i cinque battistrada coloro che finora hanno speso più energie restando in testa più a lungo sono stati Frapporti e Fortin, mentre Cecchinel è colui che si è risparmiato un po' di più degli altri.

  • 15:19

    Ricordiamo che i cinque battistrada sono:

      Luca Sterbini (Bardiani-CSF)
      Filippo Fortin (GM Cycling Team)
      Antonio Nibali (Nippo-Fantini)
      Giorgio Cecchinel (Southeast)
      Marco Frapporti (Androni-Sidermec)

  • 15:17

    Ora il distacco tra i fuggitivi e il gruppo, che per un po' è stato trainato anche dall'Astana, è di poco più di un minuto.

  • 15:16

    Andrea Manfredi è il corridore della Bardiani caduto, anche Rino Zampilli dell'Amore & Vita è stato coinvolto nella caduta, ma fortunatamente non ha avuto bisogno dell'ambulanza.

  • 15:15

    C'è ancora accordo tra i battistrada.

  • 15:13

    In testa al gruppo ora c'è la Lampre-Merida, che tiene alto il ritmo per andare a riprendere i fuggitivi. C'è stata una caduta in cui ha avuto la peggio un corridore della Bardiani che è stato portato via in ambulanza, cosciente, ma con il gomito sanguinante. Intanto i contrattaccanti sono stati ripresi.

  • 14:45

    Si è formato un gruppetto di inseguitori composto da Alessandro Tonelli della Bardiani, Alesandro Pettiti del Team Idea 2010 e Alessandro Bazzana della UnitedHealthcare. Il loro distacco di una ventina di secondi dal gruppo, mentre il ritardo dai fuggitivi è di un minuto e mezzo.

  • 14:23

    Siamo a 80 km dall'arrivo, il vantaggio dei fuggitivi è di poco più di un minuto. Il bello di certo deve ancora venire perché solo negli ultimi 20 km i corridori saranno impegnati nelle salite che decideranno la corsa.

  • 13:45

    Nella seconda ora di corsa la velocità media è stata di 46,5 km/h.

  • 13:30

    Il gap sta conticontinuando a scendere, ora è di 2' 15".

  • 13:06

    Il distacco è leggermente sceso, ora è di 2' 42".

  • 12:57

    Siamo a poco meno di 150 km dal traguardo e il vantaggio è sempre nell'ordine dei tre minuti.

  • 12:30

    Il vantaggio dei sei uomini al comando è sopra i tre minuti.

  • 12:15

    Fanno parte della fuga:

      Luca Sterbini (Bardiani-CSF)
      Filippo Fortin (GM Cycling Team)
      Antonio Nibali (Nippo-Fantini)
      Giorgio Cecchinel (Southeast)
      Marco Frapporti (Androni-Sidermec)

  • 12:05

    Altri quattro uomini hanno raggiunto Sterbini, potrebbe essere questa la fuga di giornata.

  • 11:58

    Luca Sterbini della Bardiani-CSF si è avvantaggiato sul gruppo.

  • 11:52

    Il gruppo è ancora compatto dopo 27 km di gara.

  • 11:41

    Giorgio Cecchinel della Southeast, Riccardo Stacchiotti della Nippo-Fantini, Adriano Brogi della D'Amico-Bottecchia, Davide Viganò del Team Idea e Manuele Boaro della Tinkoff-Saxo hanno provato a staccarsi dal gruppo che li ha ripresi con una certa facilità.

  • 11:25

    Avvio veloce, ma il gruppo è ancora compatto.

  • 11:10

    I corridori sono appena partiti dal chilometro zero.

Campionati Italiani 2015 | Ciclismo su strada


Campionati Italiani 2015 Ciclismo su strada prova in linea in diretta

Si corre oggi la prova in linea dei Campionati Nazionali Italiani 2015 di ciclismo su strada e in palio c’è una maglia cui solitamente i ciclisti tengono molto: quella tricolore da indossare tutto l’anno. Il detentore è Vincenzo Nibali che si ripresenta al via perché non ha alcuna intenzione di cederla, ma vuole il bis, proprio come qualche anno fa ha fatto Giovanni Visconti, vincitore sia nel 2010 sia nel 2011 (e aveva vinto anche nel 2007). Proprio Visconti è oggi uno dei grandi assenti, ha scelto di non correre questa gara dopo le fatiche del Giro d’Italia. Per Nibali, invece, è un appuntamento importantissimo perché, proprio come l’anno scorso, quando il Campionato Italiano è stata la prima vittoria stagionale seguita poi da molte altre, anche quest’anno non ha ancora vinto nulla, perché si aspetta il picco di forma nelle prossime settimane ossia al Tour de France che vuole rivincere e possibilmente ancora una volta con la Maglia Tricolore sulle spalle. Seguiremo live la gara che comincia intorno alle 11 e si conclude intorno alle ore 16 con l’ultima parte trasmessa anche in diretta tv su Raitre.

Si parte da Legnano, in provincia di Milano per arrivare dopo 219 km alla Basilica di Superga (Torino). La prima parte del percorso è sostanzialmente pianeggiante, con qualche falsopiano, poi negli ultimi 20 km cominciano le difficoltà altimetriche. Quando arriveranno sulla strada per Superga i corridori percorreranno una salita di 4,8 km con una pendenza media del 9,4% e picchi del 14% nella parte finale. Ai -18 km si scollina dal primo gran premio della montagna, poi si scende a picco verso Pino Torinese e torna a salire lungo la sessa strada fino all’arrivo.

Questo percorso favorisce proprio il campione uscente Nibali dell’Astana, ma anche altri scalatori come Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale che, dopo la caduta al Giro d’Italia, è apparso subito in gran forma al Tour de Suisse, o un altro reduce dal Giro che è pronto anche per il Tour, Ivan Basso della Tinkoff-Saxo, a caccia di soddisfazioni personali ora che ormai ha il ruolo di gregario di Alberto Contador, e poi i giovani Francesco Manuel Bongiorno, Edoardo Cardini, entrambi della Bardiani CSF, Davide Formolo della Cannondale-Garmin, sorprendente secondo lo scorso anno, Gianluca Brambilla dell’Etixx-Quick Step, Franco Pellizzotti dell’Androni e Davide Rebellin della CCC Spandi Polkowice, senza dimenticare l’ex campione italiano Ivan Santaromita dell’Orina GreenEdge

Campionati Italiani 2015 di ciclismo: palnimetria


Planimetria Campionati italiani 2015 Ciclismo su strada

Campionati Italiani 2015 di ciclismo: altimetria


Altimetria Campionati Italiani 2015 ciclismo su strada

Campionati Italiani 2015 di ciclismo: start list


Astana

1 Nibali Vincenzo
2 Agnoli Valerio
3 Cataldo Dario
4 Malacarne Davide
5 Scarponi Michele
6 Vanotti Alessandro

Lampre - Merida
7 Bonifazio Niccolò
8 Bono Matteo
9 Cattaneo Mattia
10 Conti Valerio
11 Ferrari Roberto
12 Modolo Sacha
13 Mori Manuele
14 Pozzato Filippo
15 Ulissi Diego

Southeast
16 Bertazzo Liam
17 Busato Matteo
18 Cecchinel Giorgio
19 Dal Col Andrea
20 Favilli Elia
21 Fedi Andrea
22 Finetto Mauro
23 Gavazzi Francesco
24 Ponzi Simone
25 Wackermann Luca
26 Tedeschi Mirko
27 Belletti Manuel

Androni Giocattoli - Sidermec
28 Pellizotti Franco
30 Frapporti Marco
31 Gatto Oscar
32 Nardin Alberto
33 Stortoni Simone
34 Taborre Fabio
35 Taliani Alessio
36 Zilioli Gianfranco
37 Zordan Andrea

Nippo - Vini Fantini
38 Viola Antonio
39 Stacchiotti Riccardo
40 Nibali Antonio
41 Pozzo Mattia
42 Malaguti Alessandro
43 Marini Nicolas
44 De Negri Pier Paolo
45 Filosi Iuri
46 Berlato Giacomo
47 Bisolti Alessandro

Bardiani - CSF
48 Bongiorno Francesco Manuel
49 Zardini Edoardo
50 Andreetta Simone
51 Manfredi Andrea
52 Piechele Andrea
53 Sterbini Luca
54 Sterbini Simone
55 Tonelli Alessandro
56 Colbrelli Sonny

MG.KVIS-Vega
57 Di Francesco Gian Marco
58 Gaffurini Nicola
59 Gazzara Michele
60 Giampaolo Moreno
61 Muffolini Luca
62 Santoro Antonio
63 Faieta Emiliano

Team Idea 2010 ASD
64 Spreafico Matteo
65 Vigano' Davide
66 Tizza Marco
67 Capelli Luca
68 Pettiti Alessandro
69 Reda Francesco

Cannondale - Garmin
70 Marangoni Alan
72 Moser Moreno
73 Formolo Davide
74 Villella Davide

D’Amico Bottecchia
75 Bocchiola Giorgio
76 Brogi Adriano
77 Ciavatta Paolo
78 Giorni Silvio
79 Parrinello Antonio

GM Cycling Team
80 Di Sante Antonio
81 D'urbano Marco
82 Cavasin Daniele
83 Fortin Filippo

UnitedHealthcare
84 Bazzana Alessandro
85 Canola Marco
86 Ratto Daniele
87 Zurlo Federico

Tinkoff - Saxo
89 Boaro Manuele
90 Basso Ivan
91 Tosatto Matteo

AG2R La Mondiale
92 Montaguti Matteo
94 Pozzovivo Domenico

Etixx - Quick Step
95 Trentin Matteo
96 Brambilla Gianluca
97 Sabatini Fabio

Amore & Vita - Selle SMP
99 Zamparella Marco
100 Zampilli Rino

BMC Racing Team
101 Senni Manuel

CCC Sprandi Polkowice
103 Rebellin Davide
104 Delle Stelle Christian

Wanty - Groupe Gobert
105 Marcato Marco
106 Napolitano Danilo

Bora-Argon 18
107 Benedetti Cesare
108 Salerno Cristiano

Orica GreenEdge
109 Santaromita Ivan

MTN - Qhubeka
110 Sbaragli Kristian

Trek
111 Nizzolo Giacomo

Meridiana Kamen Team
112 Monguzzi Cristiano

Roth Skoda
113 Pasqualon Andrea

IAM
114 Pelucchi Matteo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail