Wimbledon 2015 | Federer, Nadal, Fognini e Murray al secondo turno | Risultati 30 giugno

Wimbledon 2015. Martedì 30 giugno con 32 match di primo turno nel torneo maschile.

22.00: Finisce subito il primo Wimbledon di Luca Vanni. L'aretino vince il primo set con Ward al tie break poi perde i successivi tre 6-2; 6-4; 6-3 senza mai riuscire a togliere il servizio all'avversario in tutta la partita. Incassato un veloce 6-2 nel secondo parziale, Luca ha avuto quattro break point complessivi nel terzo per rimontare lo svantaggio iniziale. Stessa situazione nel quarto con altre due occasione fallite per ottenere l'immediata parità nel settimo gioco. Stanchissimo, nel game finale, Vanni commette due doppi falli e anticipa la resa. Sconfitto anche Paolo Lorenzi che cede 7-6; 7-6; 6-4 a Vesely

20.25: Simon rende più facile del previsto il match d'esordio con Almagro e lo batte in tre set con un break per parziale (6-4; 6-4; 7-5). Stesso punteggio e stessa dinamica dei tre set anche nella vittoria di Monfils su Carreno Busta. Non ingrana Gulbis. Contro Rosol arriva l'ennesima sconfitta al primo turno per il lettone in questa stagione. Coric si impone 9-7 al quinto nella battaglia con Stakhovsky e sarà il prossimo avversario di Seppi. Per il croato è la prima vittoria a Wimbledon. Buon esordio per F.Lopez che regola in tre Darcis.

18.50: Esordio laborioso per Murray che elimina Kukushkin 6-4; 7-6; 6-4. Primo set molto equilibrato e deciso dal break, chirurgico, dello scozzese sul 5-4, propiziato da un errore di rovescio dell'avversario sul punto finale. Il 3-0 con cui si apre il secondo parziale sembra il preludio all'assolo del padrone di casa che, avanti 5-3, serve per chiudere il set, spreca l'occasione, perde il controllo della partita e subisce altri tre game di fila che consentono a Kukushkin di poter impattare sul 5-6. Anche il kazako si unisce alla sagra delle opportunità sprecate. Immediato controbreak per Andy, seguito dal 7-3 nel tie break. Nel terzo set, il break ottenuto nel quarto game manda Murray a servire per il match sul 5-4. Il kazako tenta l'ultimo assalto ma, dal 15-40, con quattro punti di fila il britannico lo rimonta e passa al secondo turno

16.50: Tsonga impiega 4 ore e cinque set per eliminare Muller. 7-6; 6-7; 6-4; 3-6; 6-2 il punteggio a favore del francese che mette a referto 38 ace, 69 vincenti e solo 10 punti persi con la prima di servizio in campo. Una qualificazione importante per JW a un mese dall'ultima partita disputata in semifinale al RG contro Wawrinka. Da allora il francese era fermo anche a causa di un problema alla zona addominale. Prossimo impegno con Ramos che ha approfittato del ritiro di Istomin.

16.30: Nadal debutta battendo Bellucci 6-4; 6-2; 6-4.

Primo set appena sufficiente per il maiorchino. Rafa parte a rilento, sventa due break point da 15-40 nel game inaugurale in battuta e approfitta dei troppi errori di Bellucci. Senza impegnarsi troppo, Rafa si ritrova così sul 5-2 con doppio break a favore, si permette anche una distrazione, pasticcia in battuta nell’ottavo game e permette così all’avversario di accorciare le distanze (6-4).

Meglio Nadal nel secondo set. Ancora peggio Bellucci che dà l’impressione di essere rassegnato a un’inevitabile sconfitta. Lo conferma il rendimento in battuta del brasiliano che subisce, di nuovo, un doppio break. Rafa, stavolta, rimane concentrato e conserva il vantaggio fino al 6-2. Il break per Bellucci che apre il terzo set è un’illusione per chi sperava in una sfida più combattuta. Nadal ribalta rapidamente il punteggio e dallo 0-2 passa a condurre 3-2 con due break di fila, a 30, accompagnati da una discreta esultanza. Troppo importante non prolungare ulteriormente le ostilità e l'obiettivo viene centrato con il 6-4 finale che regala all'iberico il 40° successo in carriera ai Championship. Al prossimo turno per Rafa c'è Dustin Brown , che ha battuto in rimonta Lu in quattro set

16.20: Federer batte Dzumhur in poco più di un'ora di gioco (6-1; 6-3; 6-3) e passa agevolmente al secondo turno.

Il primo set dura appena 18 minuti. Dzumhur resiste fino all’1-1, poi Roger accelera e assesta cinque game di fila, dispensando qualche colpo dei suoi e con uno score emblematico di 24 punti a 5. L’indubbia superiorità sull’avversario influisce sulla concentrazione di Federer che approfitta dell’impegno favorevole per sperimentare qualche soluzione tattica. Le digressioni di Roger consentono a un volenteroso Dzumhur di mantenersi in parità fino al 3-3 del secondo parziale quando un’altra piccola spinta all’acceleratore basta all’elvetico per vincere i successivi tre giochi (con doppio break) per il 6-3 in appena 45’ di partita. Nella terza frazione, Federer continua a trovare i punti con grande facilità e il break ottenuto, ai vantaggi, nel quarto game e subito confermato lo lancia a un ulteriore, facile, 6-3. Giovedì, Roger torna in campo con Querrey, vincitore in tre sul qualificato Sijsling.

16.10: Fabio Fognini passa al secondo turno. Vittoria in tre set per l'azzurro contro l'americano Smyczek, sconfitto 6-4; 6-3; 6-2 in un'ora e mezza di gioco. Primi due set molto simili con Fabio che perde il break ottenuto in apertura per poi strappare nuovamente il servizio all'avversario rispettivamente nel settimo e quinto game (3-3; 2-2). Nel terzo, Fognini parte di nuovo con un break di vantaggio, lo difende al meglio annullando tre occasioni per la possibile parità nel quinto gioco (di cui due dal 15-40) e chiude in anticipo. Una qualificazione corroborante per il ligure, alla prima stagionale su erba.

15.05: Buon esordio per Seppi. Andreas rispetta i pronostici e batte con un netto 6-3; 6-2; 6-2 la wild card britannica Klein. C'è stata partita fino al 4-3 del primo set quando il primo break della partita lancia l'azzurro a una facile vittoria, consolidata con altri due break decisivi, nel game inaugurale del secondo parziale e sul 2-2 del terzo.

14.35: Dolgopolov, Bautista Agut e Paire sono i primi qualificati di giornata al secondo turno. Per tutti, vittoria in tre set, contro Edmund, Bemelmans e Youzhny, quest'ultimo alla sua ultima partita in carriera disputata a Wimbledon.

Wimbledon 2015 | Risultati maschili, 30 giugno

Federer b. Dzumhur 6-1; 6-3; 6-3
Nadal b. Bellucci 6-4; 6-2 6-4
Murray b. Kukushkin 6-4; 7-6; 6-4
Fognini b. Smyczek 6-4; 6-3; 6-2
Seppi b. Klein 6-3; 6-2; 6-2
Ward b. Vanni 7-6; 6-2; 6-4; 6-3
Vesely b. Lorenzi 7-6; 7-6; 6-4

Berdych b. Chardy 6-2; 6-7; 7-6; 7-6(5)
Tsonga b. Muller 7-6; 6-7; 6-4; 3-6; 6-2
Simon b. Almagro 6-4; 6-4; 7-5
Dolgopolov b. Edmund 7-6; 6-1; 6-2
Monfils b. Carreno Busta 6-4; 6-4; 7-5
Karlovic b. Ymer 6-7, 6-2; 6-4; 7-6(2)
F.Lopez b. Darcis 6-2; 7-6; 6-4
Coric b. Stakhovsky 4-6; 7-6; 6-2, 1-6; 9-7
Rosol b. Gulbis 7-6, 6-3; 7-6
Paire b. Youzhny 6-4; 6-4; 6-3

Groth b. Sock 6-3; 3-6; 6-3; 6-3
Mahut b. Krajinovic 7-6; 6-4; 3-6; 7-5
Querrey b. Sijsling 7-5, 6-3; 6-4
Andujar b. Garcia Lopez 3-6; 6-4; 3-6; 7-5; 6-4
Bautista Agut b. Bemelmans 6-1; 6-3; 7-6(6)
Troicki b. Nedovyesov 6-1; 6-4; 3-6; 6-3
Mannarino b. Berrer 6-7; 6-0; 6-4; 6-1

Ramos b. Istomin 6-2, 6-2; 3-2 ritiro
Haase b. Falla 6-2; 3-6; 6-4; 6-2
Brown b. Lu 3-6; 6-3; 7-5; 6-4
Bedene b. Stepanek 7-5; 1-6; 4-6; 6-3; 6-4
Kavcic b. Sugita 7-6; 6-3; 7-6
Pospisil b. Millot 7-6; 3-6; 6-7; 7-6; 6-3 (avversario Fognini)
Basilashvili b. Bagnis 6-4; 7-6, 6-2
Duckworth b. Jaziri 7-6; 6-2; 3-6; 3-6; 7-5

Wimbledon 2015 | Programma maschile, 30 giugno

Wimbledon 2015. Oggi, martedì 30 giugno, si completa il primo turno del torneo maschile con 32 partite della parte bassa del tabellone, quella di Federer, Nadal e Murray.

Roger torna sul Centrale a un anno di distanza dalla dolorosa sconfitta in finale contro Djokovic. Per l'elvetico, alle 15 circa, un avversario comodo, il bosniaco Dzumhur, già affrontato e eliminato un mese fa al Roland Garros. Prevedibile un successo in tre set per Federer con Dzumhur che cercherà di sfruttare al meglio l'occasione, forse irripetibile, di giocare sul campo da tennis più importante al mondo. Per Roger possibile secondo turno con Querrey o Sijsling.

Alle 14, sul campo 1, Nadal comincia il torneo contro Bellucci. Già nel 2012, Rafa ha affrontato il brasiliano al primo turno dei Championship, battendolo in tre set. Partita non semplicissima per l'iberico. Bellucci, infatti, è un buon colpitore e serve bene, caratteristiche che, tuttavia, non lo rendono un baluardo sull'erba, superficie che, invece, si adatta al probabile prossimo avversario di Nadal, Dustin Brown opposto al veterano Lu.

Nel pomeriggio, sul Centrale, l'atteso esordio di Andy Murray contro Kukushkin, il kazako spauracchio degli azzurri nella sfida di Coppa Davis dello scorso marzo. Da allora Kukushkin ha vinto solo 5 partite senza mai andare oltre il secondo turno dei vari tornei disputati, impresa che non dovrebbe riuscire nemmeno ai Championship.

Quattro italiani in campo. Fabio Fognini, alla prima stagionale sull'erba, affronta sul campo 19, alle 14 circa, l'americano Smyczek, tennista che si è fatto conoscere, lo scorso gennaio, all'Australian Open quando costrinse Nadal a una faticosa vittoria al quinto set. Seppi, reduce dalla bella finale di Halle persa contro Federer, è atteso dalla wild card locale Klein. Luca Vanni, lucky loser ripescato al posto di Ferrer ritiratosi per un problema al gomito, contende la qualificazione a un altro britannico, James Ward. Infine Paolo Lorenzi, non al meglio per un recente infortunio muscolare, parte sfavorito con Vesely.

Non mancano match interessanti. Su tutti quelli, Berdych-Chardy, Tsonga-Muller, Gulbis-Rosol e Almagro-Simon.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail