Sun Yang: “1500 sl saltati per problemi al cuore”, ma c’è stata anche una rissa

Sun Yang è sparito pochi minuti prima della finale dei 1500 m stile libero e poi è riapparso per la premiazione come miglior atleta maschile dei Mondiali di Kazan.

Sun Yang ha un po’ rovinato la festa a Gregorio Paltrinieri che ha candidamente ammesso che avrebbe preferito disputare la finale dei 1500 m stile libero con il cinese in vasca perché aveva studiato la gara con lui al suo fianco e quando non l’ha visto si è sentito spaesato e anche nuotato male le prime vasche e inoltre era convinto che se ci fosse stato Sun il suo tempo sarebbe stato ancora migliore di quello fatto (e cioè il nuovo record del mondo).

Il cinese è riapparso al fianco di Katie Ledecky per la premiazione come miglior atleta uomo di tutti i campionati Mondiali a Kazan per le sue medaglie d'oro nei 400 e 800 stile libero e l'argento nei 200, mentre l’americana, ovviamente, è stata la migliore atleta femminile, ma si potrebbe anche dire la migliore in assoluto viste le vittorie nei 200, 400, 800 e 1500 stile libero con tre record del mondo più il trionfo nella staffetta 4x200 m sl.

Durante la premiazione Sun Yang è sembrato molto dispiaciuto e non ha sorriso, dopo, ovviamente, ha dovuto spiegare il perché della sua sparizione proprio prima della finale di oggi e lui ha spiegato:

“Dopo la finale degli 800 il mio corpo non stava bene. Avevo dolori al petto e anche nel riscaldamento di oggi non mi sentivo bene e ho preferito non gareggiare. Mi dispiace. È la prima volta che ho problemi al cuore prima di una gara. Ora torno subito in Cina per fare i controlli del caso appena possibile. Ho deciso di ritirarmi da solo, senza parlarne coi tecnici”

Proprio i problemi cardiaci erano stati la prima motivazione addotta dalla BBC, ma non confermata fino a quando la giornalista australiana Nicole Jeffrey, dopo aver parlato con un funzionario della FINA, ha detto detto che quelle voci erano ufficiali e che il nuotatore aveva sentito problemi al petto durante il riscaldamento ma non c’era tempo per un esame medico approfondito e allora ha deciso di ritirarsi. Poco dopo la stessa FINA ha confermato quando detto da Jeffrey e infine sono arrivate le parole del nuotatore stesso. Ma nel frattempo si era diffusa un’altra voce e cioè quella di una rissa con una nuotatrice brasiliana, a proposito della quale Sun ha detto:

“La litigata con un'atleta brasiliana? Non ho alcun commento da fare, è stato un problema di questa mattina”

Il tecnico della Federnuoto Stefano Morini, il “Moro” che allena Paltrinieri, ha riferito che i tecnici cinesi gli avevano detto che Sun Yang aveva preso una botta in testa e con i medici hanno deciso di non rischiarlo.

La botta in testa l’avrebbe presa proprio litigando con i brasiliani: la rissa è partita in seguito a una lite con una nuotatrice brasiliana che se l’è presa con lui perché l’aveva urtata in vasca, i suoi colleghi e tecnici brasiliani sono arrivati a difenderla e a dire a Sun Yang che la piscina non è tutta sua, poi lui sarebbe scivolato e avrebbe preso il colpo in testa. I brasiliani assicurano che non c’è stato un contatto fisico, ma solo una sorta di “accerchiamento”.

In particolare il Ct del Brasile Alberto Pinto da Silva ha detto:

“Aveva tentato di colpire con una gomitata e anche un calcio una collega brasiliana che lo aveva insultato per averla urtata in corsia mentre i due stavano nuotando. I nostri tecnici sono andati a parlare con lui, per dirgli che la piscina non è solo sua. Poi si sono mossi in gruppo, sono volate parole grosse, e credo che Sun mai più litigherà con un brasiliano: gli sono andati addosso in quindici, ma non c'è stata aggressione. Dopo tutto questo il mio collega Ct del Canada mi ha raccontato che in passato Sun ha tentato di colpire anche alcuni dei suoi ragazzi”

Se si è trattato realmente di problemi al cuore, non sarebbe la prima volta, visto che quando è stato squalificato per tre mesi nel maggio 2014 (ma la Federazione cinese lo ha reso noto solo a novembre 2014), Sun Yang era stato trovato positivo alla trimetazidina che si trova nel Vasorel, un farmaco che serve proprio per curare un problema al cuore.

I dubbi restano: problemi al cuore, rissa con i brasiliani o ansia da prestazione a causa della paura suscitata dallo straordinario stato di forma di Gregorio Paltrinieri.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO