Europei nuoto Netanya 2015: 4x50 sl d'argento, Sabbioni e Detti di bronzo

Medaglie a suon di record italiani e ottime prestazioni per gli azzurri nelle semifinali. Ecco tutti i risultati della prima giornata.

Arrivano tre medaglie per l'Italia nella prima giornata degli Europei di nuoto in vasca corta 2015 a Netanya: la prima è stata il bronzo di Simone Sabbioni nei 200 dorso, poi è arrivato il bronzo di Gabriele Detti nei 400 stile libero e infine, proprio nell'ultima gara della giornata, l'argento della staffetta 4x50 stile libero maschile con Federico Bocchia, Marco Orsi, Giuseppe Guttuso e Filippo Magnini. Sia per Detti sia per Sabbioni c'è da registrare anche il nuovo record italiano nelle rispettive gare (Sabbioni lo aveva ritoccato anche in mattinata).
Hanno fatto faville anche Matteo Rivolta e Piero Codia che domani rivedremo nella finale dei 100 farfalla maschile alla quale si sono qualificati rispettivamente con il primo e il terzo miglior tempo. Rivolta ha ritoccato il record italiano per la quarta volta in un mese o poco più.

Qui di seguito tutti i risultati della prima giornata degli Europei di Nuoto in vasca corta 2015 a Netanya.

Italia d'argento nella 4x50 sl M


staffetta-italia.jpg

L'Italia chiude in bellezza la prima giornata con la medaglia d'argento della staffetta dei 4x50 stile libero maschile: gli azzurri Federico Bocchia, Marco Orsi, Giuseppe Guttuso e Filippo Magnini hanno nuotato in 1' 24" 44 piazzandosi dietro la Russia (1' 23" 49) e davanti alla Bielorussia (1' 25" 01).

staffetta.jpg

Dugonjic oro nei 50 rana M


dugonjic.jpg

Lo sloveno Damir Dugonjic ha vinto l'oro nella gara dei 50 rana maschili con un tempo di 26" 20, battendo il britannico Adam Peaty (26" 21). Bronzo a pari merito per il russo Oleg Kostin e l'irlandese Alexander Murphy in 26" 35. Gli azzurri Fabio Scozzoli e Andrea Toniato chiudono al settimo e ottavo posto con 26" 46 e 26" 64.

classifica-finale-50-rana-m.jpg

Laukkanen oro nei 50 rana F


laukkanen.jpg

La finlandese Jenna Laukkanen è la campionessa d'Europa in vasca corta nei 50 rana femminili con un tempo di 29" 71. Dietro di lei si sono piazzate la belga Fanny Lecluyse (29" 84) e la russa Natalia Ivaneeva (29" 99). L'azzurra Martina Carraro ha chiuso in settima posizione con un crono di 30" 52.

classifica-finale-50-rana-f.jpg

Rivolta e Codia in finale dei 100 farfalla M


rivolta.jpg

Bravissimi gli azzurri del delfino: Matteo Rivolta ha migliorato ancora una volta (la quarta in un mese) il record italiano portandolo a 49" 55 risultato il migliore di entrambe le semifinali, mentre Piero Codia gli è arrivato subito dietro nella seconda semifinale con un tempo di 50" 19. Tra i due azzurri si inserisce il plurititolato ungherese Laszlo Cseh con un crono di 50" 10.

finalisti-100-farfalle-m.jpg

Le finaliste dei 100 dorso F


finaliste-100-dorso-donne.jpg

Restano fuori dalla finale dei 100 dorso femminili le azzurre Margherita Panziera ed Elena Gemo. Panziera è arrivata settima nella seconda semifinale con un tempo di 59" 24, Gemo ottava in 59" 64 nella prima semifinale. La migliore è stata l'ungherese Katinka Hosszu in 56" 49.

Detti bronzo e record nei 400 sl M


detti.jpg

Arriva un altro bronzo per l'Italia: è quello di Gabriele Detti nei 400 stile libero maschili. L'azzurro ha nuotato in 3' 37" 22. L'oro va all'ungherese Peter Bernek che ha nuotato in 3' 35" 46, l'argento è del tedesco Paul Biedermann con un tempo di 3' 35" 96.

Classifica 400 sl maschile

Hosszu oro nei 400 misti F


Katinka Hosszu

L'ungherese Katinka Hosszu ha vinto l'oro nella gara dei 400 misti femminili, ma non ha migliorato il record del mondo stabilito stamattina. In finale la magiara ha nuotato in 4' 19" 75. Dietro di lei si era piazzata la sua connazionale Zsuzsanna Jakabos, ma è stata squalificata. Sul podio troviamo dunque la britannica Hannah Miley che ha nuotato in 4' 26" 87 e la francese Lara Grangeon con un crono di 4' 27" 31. Per quanto riguarda le azzurre, troviamo Stefania Pirozzi in quinta posizione in 4' 31" 39 e Luisa Trombetti sesta in 4' 31" 59 ed entrambe hanno migliorato il loro record personale.

Classifica finale 400 misti donne

Sabbioni bronzo e record nei 200 dorso M


Simone Sabbioni bronzo

Simone Sabbioni conquista la medaglia di bronzo nella gara dei 200 dorso maschili e ritocca ancora il record italiano che aveva già migliorato stamattina in batteria: in finale ha nuotato in 1' 50" 75 piazzandosi dietro il polacco Radoslaw Kawecki, oro in 1' 48" 33, e l'israeliano Yakov Yan Toumarkin, argento in 1' 49" 84.

200-dorso-m.jpg

Carraro in finale dei 50 rana F


50-rana-donne.jpg

Ilaria Scarcella ha ottenuto il quinto tempo nella prima batteria nuotando in 30" 68, mentre Martina Carraro ha nuotato in 30" 50, solo due secondi sopra il record italiano. Passa solo Carraro con il settimo tempo in totale. La più veloce è stata la belga Fanny Lecluyse.

Scozzoli e Toniato in finale dei 50 rana M


50-rana-m.jpg

Fabio Scozzoli ha vinto la prima batteria delle semifinali dei 50 rana con un tempo di 26" 41, mentre Andrea Toniato ha nuotato in 26" 74. Entrambi sono qualificati alla finale: Scozzoli con il terzo tempo in totale, Toniato con l'ottavo. I due più veloci sono stati il britannico Adam Peaty (26" 28) e lo sloveno Damir Dugonjic (26" 37)

Europei nuoto Netanya 2015: il programma del pomeriggio 2 dicembre


Risultati 2 dicembre Europei nuoto Netanya 2015 vasca corta

Questo è il programma di oggi pomeriggio, quando saranno assegnate le prime medaglie di questi Europei di nuoto in vasca corta Netanya 2015:

Ore 16:30, 50 rana M semifinali con Fabio Scozzoli e Andrea Toniato
Ore 16:38, 50 rana F semifinali con Ilaria Scarcella e Martina Carrano
Ore 16:46, 200 dorso M finale con Simone Sabbioni
Ore 16:53, 400 misti F finale con Luisa Trombetti e Stefania Pirozzi
Ore 17:02, 400 stile libero M finale con Gabriele Detti
Ore 17:16, 100 dorso F semifinali con Elena Gemo e Margherita Panziera
Ore 17:30, 100 farfalla M semifinali con Matteo Rivolta e Piero Codia
Ore 17:39, 50 rana F finale
Ore 17:43, 50 rana M finale
Ore 17:52, 4x50 stile libero M finale con l’Italia

Europei Nuoto Netanya 2015: i risultati degli azzurri nella mattina del 2 dicembre


Cominciano a suon di record gli Europei di nuoto in vasca corta a Netanya per gli azzurri. Questa mattina nelle batterie sono caduti due record italiani: uno è quello dei 100 farfalla maschili, modificato per la terza volta in poco più di un mese, l’altro è quello dei 200 dorso maschili che invece resisteva dal 2009.

Matteo Rivolta ha abbassato il record nazionale dei 100 farfalla a 49” 72 ed è il primo italiano a scendere sotto i 50”. Il primato precedente era sempre suo e lo aveva fissato a 50” 10 al memoriale Romano Betti/19esima edizione del Trofeo Sprint, a Legnano lo scorso 8 novembre dopo che, una settimana prima, l’1 novembre al Trofeo Nico Sapio di Genova, lo aveva portato a 50” 72 (mentre il record precedente era di 50” 44 e risaliva a due anni fa). Rivolta, ovviamente, si è qualificato alle semifinali e con lui si è qualificato anche Piero Codia che ha nuotato in 51” 01, non ce l’hanno fatto invece gli esordienti Simone Geni (51” 98) e Federico Bussolin (52” 96), anche perché per ogni gara possono superare le batterie solo due atleti della stessa nazione.

L’altro record nazionale è arrivato, come detto, nei 200 dorso ed è di Simone Sabbioni, che stamattina ha nuotato in 1’ 51” 21, battendo così l’1’ 51” 59 che era stato fissato da Damiano Lestingi a Riccione nel 2009 con il costume gommato. Sabbioni si è qualificato alle semifinali, mentre i suoi compagni Lorenzo Mora (1’ 54” 12), Luca Mencarini (1’ 54” 70) e Niccolò Bonaccia (1’ 55” 71) non ce l’hanno fatta.

Per quanto riguarda le altre batterie, passano in semifinale dei 50 rana femminili Martina Carraro e Ilaria Scarcella, che hanno entrambe migliorato il loro personale: 30” 48 per Martina (il precedente era 30” 82) e 30” 73 per Ilaria (30” 76 il precedente).
Nei 50 rana maschili si sono qualificati alla semifinale Andrea Toniato, che ha nuotati 26” 53 non migliorando il suo personale per un solo centesimo (26” 52 fissato nel 2014) e Fabio Scozzoli con un tempo di 26” 64. Resta fuori Luca Pizzini che però, nuotando in 27” 37, ha migliorato il suo personale (era di 27” 70).

Altri migliori personali sono arrivati nei 400 misti femminili: Luisa Trombetti ha portato il suo primato da 4’ 32” 15 a 4’ 31” 97) e Stefania Pirozzi ha abbassato il primo da 4’ 33” 28 a 4’ 33” 28. In questa specialità è arrivato stamattina anche il nuovo record del mondo: lo ha stabilito l’ungherese Katinka Hosszu che ha nuotato nella terza batteria in 4' 19" 46, migliorando così il precedente primato che era della spagnola Mireia Belmonte Garcia che l’anno scorso, ai Mondiali in vasca corta di Doha, lo aveva fissato a 4’ 19” 86.
Trombette e Pirozzi sono qualificate alle semifinali, mentre non passano Alessia Polieri (4’ 40” 07) e l’esordiente Ilaria Cusinato (4’ 41” 04).

Si è migliorato anche Gabriele Detti nei 400 m stile libero maschili passando dai 3’ 40” 28 ai 3’ 40” 14 ed è qualificato in finale. Approdano alle semifinali dei 100 dorso femminili Elena Gemo (59” 54) e Margherita Panziera (59” 55).

La staffetta maschile dei 4x50 stile libero si è qualificata alla finale con un tempo di 1’ 25” 56, il secondo miglior crono delle batterie. Questi i parziali dei quattro azzurri: Federico Bocchia 21" 57, Marco Orsi 20" 75, Giuseppe Guttuso 21" 49, Filippo Magnini 21" 75.

Infine, le ultime batterie della mattinata sono state quelle degli 800 stile libero femminili: delle quattro azzurre in gara se ne potevano qualificare solo due e sono Diletta Carli con un tempo di 8’ 19” 96 e Martina Rita Caramignoli in 8’ 20” 23. Restano fuori dalla finale Erica Musso (8’ 22” 48) e Aurora Ponselè (8’ 33” 22).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail