Sci | Hirscher vince il SuperGigante di Beaver Creek | Ordine d'arrivo | 5 dicembre 2015

hirscher-supergigante-beaver-creek-5-dicembre.jpg

Sci. Marcel Hirscher vince il SuperGigante di Beaver Creek. L'austriaco precede sul podio due americani, Ted Ligety, secondo a +33", e Weibrecht terzo a +36". Quarti ex aequo (a +50"), il francese Theaux e l'azzurro Mattia Casse che centra il miglior risultato in carriera.

Una classifica quella odierna decisamente sorprendente e dovuta in gran parte alle condizioni atmosferiche non agevoli in cui si è disputata la gara con visibilità precaria, foschia e nevicata piuttosto fitta specie nella parte finale.

E’ proprio di Mattia Casse la prima leadership del SuperG. Delude Innerhofer che non riesce a bissare la buona prova di discesa e rimane indietro al connazionale. Migliora il tempo di Casse, Marcel Hirscher, indubbiamente favorito dalle modifiche al tracciato reso più adatto alle sue caratteristiche da gigantista puro. Fill dissemina errori, si aggancia anche a una porta, rischia la caduta e accumula più di un secondo di distanza dall’austriaco che resta al comando a lungo, precedendo anche Carlo Janka, l’avversario più insidioso presente nel primo gruppo dei 15.

Tocca ai favoriti, tutti condizionati nella loro discesa da una visibilità sempre più peggiorata che inficia sulla stessa regolarità della gara. Jansrud rimane attaccato a Hirscher nei primi due intermedi ma sbaglia l’entrata su una porta e compromette il proprio tempo concludendo a oltre 3 secondi dal leader. Stessa imprecisione ma meno grave per Reichelt, distanziato di 89” dal connazionale. Anche Theaux resta indietro a Hirscher ma limita i danni con un buon terzo tempo.

Svindal parte con la consueta foga, ha lo stesso tempo di Hirscher in avvio ma sbaglia sullo stesso punto di Jansrud e Reichelt e finisce addirittura oltre la decima posizione a 1.17” dal primato. Con Svindal fuori dai giochi, la vittoria, insperata alla vigilia, di Hirscher si materializza ulteriormente con i tempi elevati di Paris e di Matthias Mayer.

Con i migliori già arrivati al traguardo, la visibilità migliora e agevola Ligety. Perfettamente a suo agio sulla pista da Gigante, l'americano, partito con il numero 29, fa tremare Hirscher e arriva al traguardo con soli 30" di distacco dal rivale. Sospiro di sollievo per l'austriaco che incamera 100 punti vitali per la classifica generale ancora guidata da Svindal. Un surplus incrementabile domani in Gigante.

supergigante-beaver-creek-ordine-arrivo.jpg

Sci, Presentazione SuperG maschile di Beaver Creek

Sci. Oggi alle 19 (diretta su Raisport ed Eurosport) il Super Gigante maschile di Beaver Creek, quinta prova stagionale, seconda di specialità dopo quella disputata lo scorso weekend a Lake Louise e vinta da Svindal.

Proprio il norvegese, leader nella classifica generale di Coppa del Mondo e reduce da tre successi consecutivi, di cui l'ultimo ieri in Discesa Libera, è il favorito d'obbligo per la gara odierna che si corre sullo stesso tracciato della scorsa edizione dei Mondiali vinta da Reichelt, uno dei rivali che può insidiare maggiormente Svindal, nonostante la prestazione sottotono offerta ieri in discesa.

Reichelt e Svindal partiranno uno dopo l'altro nel secondo gruppo dei 15 che comprende gli altri possibili contendenti al primo posto. Tra questi rientrano Jansrud, secondo venerdì in DH a una settimana dal deludente weekend di Lake Louise, il francese Theaux terzo classificato ai Mondiali in SG, Matthias Mayer secondo nel SuperG di L.Louise e Carlo Janka, quest'ultimo apparso in discreta forma già in discesa sia in prova che in gara.

Non mancano altri outsider in quella che si prospetta una gara incerta (Svindal permettendo...). Christof Innerhofer, soddisfatto per il buon settimo posto della discesa, parte con il numero 3. Peter Fill, terzo sette giorni fa nel SuperG canadese, scende con il 9 e punta a confermarsi tra i migliori. Attenzione anche a Erik Guay, vicecampione del mondo, Pinturault, Streitberger e Ted Ligety. Presente nella start list anche Marcel Hirscher (n°4). Il detentore della Cdm, quest'anno, ha un rivale in più (e che rivale...) per la conferma del titolo e proverà quantomeno a piazzarsi e a prendere confidenza con la pista in vista del Gigante di domani, sua disciplina prediletta.

supergigante-maschile-beaver-creek-5-dicembre-2015.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail