Sci | Slalom Gigante Alta Badia | Vince Hirscher | Ordine d'arrivo

Sci. Marcel Hirscher vince lo Slalom Gigante dell'Alta Badia. Sulla Gran Risa, l'austriaco precede Kristoffersen di 19" e il francese Muffat Jeandet di 86".

Tommy Ford è il primo leader della seconda manche. L’americano, trentesimo nella prima frazione, sfrutta al meglio le condizioni intatte del tracciato e supera ben 9 atleti tra cui Svindal, Caviezel e Blardone, prima di essere superato da Roberto Nani per appena 1 centesimo.

Il tempo dell’azzurro non viene migliorato da Moelgg e Sandell. Ci riesce invece l’americano Jitloff che precede Nani di 31” e conquista il comando prima della discesa degli ultimi 15 atleti in condizioni di visibilità sempre più precarie con l’ombreggiamento presente in ogni tratto della Gran Risa.

Jitloff resiste fino all’arrivo di Ligety che recupera gli intermedi sfavorevoli nella parte finale e precede il connazionale di 51”. L’americano è ancora in testa quando mancano all’appello gli ultimi cinque. Nulla da fare per Schoerghofer. Neureuther perde i 79” di vantaggio e scivola oltre il podio. Non sbaglia, invece, Kristoffersen che conserva il gap su Ligety e lo precede di 1.16. Il tempo del giovane norvegese è notevole ma non spaventa Hirscher che ferma il cronometro a -19” prima di assistere alla discesa di Muffat Jeandet.

Sono solo 5 i centesimi di vantaggio del francese, subito persi al primo intermedio. Nei successivi il gap aumenta e Hirscher può già esultare. Bravo comunque Muffat a contendere il divario e ad arrivare terzo.
Per l’austriaco è la quarta vittoria stagionale, la terza in gigante, disciplina nella quale, al momento, sembra davvero inattaccabile. Con i 100 incamerati oggi, Marcel torna anche in vetta alla classifica generale, superando Svindal.

gigante-alta-badia-ordine-darrivo.jpg

Slalom Gigante Alta Badia | La prima manche

Sci. Muffat Jeandet è al comando dello Slalom Gigante dell'Alta Badia dopo la prima manche. Il francese, partito con il pettorale n°1, precede il favorito Marcel Hirscher di appena 5". Provvisorio terzo posto per Kristoffersen a 23". Completano la top five, Neureuther e Schoerghofer, entrambi sotto il secondo di distacco dal leader.

Altra deludente prestazione per Ted Ligety, distante 1.44" da Muffat Jeandet. Distacchi pesanti anche per i due azzurri, Eisath e Nani 9. , quest'ultimo ventesimo tra Moelgg (19°) e Blardone (21°) partito addirittura con il numero 56. Non bene i due norvegesi Svindal e Jansrud, quest'ultimo addirittura oltre i 3 secondi e fuori dalla seconda manche è prevista alle 12.30

Presentazione Slalom Gigante Alta Badia

Sci. Oggi, domenica 20 dicembre 2015, l'atteso Slalom Gigante maschile in Alta Badia. La prima manche è prevista alle 9.30. La seconda alle 12.30, entrambe trasmette in diretta televisiva su RaiSport 1 (in chiaro e in streaming su raisport.rai.it) ed Eurosport.

Si corre sulla mitica Gran Risa, una delle piste con più prestigio e fascino nella storia della Coppa del Mondo di Sci Alpino maschile. Situata a La Villa, con i suoi 1200 metri di lunghezza, il tracciato ha una pendenza massima del 53% con la particolarità di essere collocato nei pressi di una pineta con conseguente ombreggiamento e fondo duro e ghiacciato, condizione quest'ultima che ci sarà anche oggi nonostante l'innevamento artificiale a causa delle precipitazioni nevose, di fatto, inesistenti nelle scorse settimane.

Quello odierno è il quarto Slalom Gigante della stagione. Tranne quello inaugurale a Soelden, vinto da Ligety, negli altri due (a Beaver Creek e Val d'Isere) si è imposto Hirscher, primo anche nella scorsa edizione del Gigante in Val Badia con distacchi notevoli su Ligety e Fanarà. Ovviamente, sarà proprio l'austriaco l'uomo da battere anche oggi con la motivazione ulteriore, per Marcel, di superare Svindal, primo nella classifica generale (+77) grazie alle due vittorie di venerdì e sabato in SuperG e Discesa in Val Gardena.

slalom-gigante-alta-badia-hirscher-20-dicembre.jpg

Gli specialisti del Gigante partiranno, tutti, tra i primi dieci. Varcherà per primo il cancelletto di partenza, il francese Muffat Jeandet, secondo a Beaver Creek e terzo in Val d'Isere. A seguire Fanarà, Neureuther, Ligety e lo stesso Hirscher. Dopo i primi cinque, ecco Pinturault, Kristoffersen, Schoerghoffer e i due azzurri Nani ed Esiath. Presenti in start lista anche Jansrud e Svindal, rispettivamente con il 16 e il 17. Il duo norvegese precede i due possibili outsider, Luitz e Myhrer. Tra i primi tre altri tre italiani, De Aliprandini, Moelgg e Tonetti.

Seguono aggiornamenti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail