Christof Innerhofer scia con un palo attaccato addosso e arriva quarto a Santa Caterina Valfurva | Video

Eroico e spericolato. Si dice che per fare il discesista sia indispensabile essere un po' pazzo, ma oggi Christof Innerhofer dal punto di vista della follia ha battuto tutti: lo sciatore azzurro, durante la sua prova in discesa libera sulla pista "Deborah Compagnoni" di Santa Caterina Valfurva è andato a sbattere contro uno dei pali che delimitano il tracciato e che gli è rimasto attaccato addosso a mo' di mantello per una ventina di secondi compromettendo la sua gara. Non solo, nell'impatto si è anche spostata la maschera e per qualche metro Inner ha sciato praticamente alla cieca, poi è riuscito a sistemarsela e intanto aveva una ferita al volto, sul naso, che all'arrivo abbiamo visto sanguinare.

Nonostante questa disavventura Innerhofer non soltanto è riuscito a concludere la gara, ma ha anche ottenuto un tempo di 1:48.51 che è stato a lungo imbattuto. Alla fine meglio di lui hanno fatto il francese Adrien Theaux che ha vinto la gara in 1:47.29, l'austriaco Hannes Reichelt che ha chiuso in 1:48.33 e un altro transalpino, David Poisson, che, partito con il pettorale numero 25, è riuscito a chiudere in 1:48.44 e a scalzare per pochi centesimi l'azzurro da un podio che avrebbe strameritato.

Inutile rimarcare che, senza ombra di dubbio, se il palo non fosse rimasto attaccato a Innerhofer, nonostante l'errore l'italiano avrebbe vinto la gara, perché nessuno ha fatto meglio di lui che, appunto, è stato rallentato da questo sfortunato evento. Insomma, all'errore aveva già posto rimedio, ma il palo e poi la bandierina rimasti lì appiccicati per tanto tempo hanno compromesso tutta la seconda parte della sua gara e a un certo punto l'azzurro ha spinto meno, perché molto probabilmente ha pensato che fosse impossibile salire sul podio dopo un fatto del genere.
Tra l'altro correre con un palo attaccato addosso è estremamente pericoloso e sicuramente molti altri al suo posto si sarebbero fermati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail