Volley femminile, la Foppapedretti Begamo ha vinto la Coppa Italia 2016. Piacenza strapazzata 3-0

Bergamo ha fatto fuori Novara, Casalmaggiore e Piacenza. Celeste Plak MVP della finale.

La Foppapedretti Bergamo ha vinto la Coppa Italia 2016 di Serie A1 di Volley femminile

In pochi avrebbero scommesso a inizio stagione sulla Foppapedretti Bergamo e invece la squadra guidata da Stefano Lavarini ha battuto tutte le squadre sulla carta più forti, perché piazzate molto meglio nella classifica della Serie A1, e ha alzato la sua sesta Coppa Italia. La finale è stata molto diversa da come ce l’aspettavamo, perché la Nordmeccanica Piacenza partiva favoritissima e invece ha ceduto in soli tre set e ha subito il dominio della Foppa.

Nel primo set Bergamo si è portata più volte sul +2, ma è stata puntualmente raggiunta. È arrivata con questo distacco anche al time-out tecnico (12-10), poi si è spinta fino al +4 (15-11), ma anche in questo caso è stata ripresa sul 15-15, ma subito dopo è arrivata l’accelerazione definitiva e le orobiche si sono portate avanti fino al +5 (23-18). Piacenza è riuscita a riavvicinarsi fino al -1 (23-22) ma Sylla ha trovato due palle-set, la prima annullata da un errore al servizio di Plak controllata anche al video-check, la seconda messa a segno da Durisic per il 25-23 conclusivo.

Nel secondo set Piacenza è partita degli portandosi sul +4 (2-6), ma punto dopo punto Bergamo è riuscita a ricucire tutto lo strappo e ha pareggiato sul 9-9. Al time-out tecnico è stata la Nordmeccanica ad arrivare in vantaggio, ma Bergamo ha pareggiato immediatamente al rientro in campo (12-12). Ne è seguita una lunga lotta in cui le squadre si sono distanziate al massimo di due punti e sono state a lungo in parità nella fase finale (dal 18-18 al 23-23). Grazie a Belien Piacenza ha ottenuto una palla-set per prima, ma Aelbrecht l’ha annullata, ne è arrivata un’altra per la Nordmeccanica e questa se l’è annullata da sola con un errore al servizio di Petrucci. Alla fine a colpi di muro, il primo di Barun e il secondo di Plak, Bergamo ha trovato il suo set-point e lo ha subito trasformato.

Nel terzo set inizio disastroso di Piacenza, tanto che Gaspari ha dovuto sprecare subito i suoi due time-out discrezionali, sul 4-0 e sul 7-0 per Bergamo, ma la musica non è cambiata e le orobiche sono arrivate alla pausa obbligatoria addirittura sul 12-3. Al rientro in campo la Nordmeccanica ha guadagnato qualche punto, fino al 6-12, ma Aelbrecht ha risbloccato la Foppapedretti che ha ripreso a viaggiare al doppio della velocità (14-7, 16-8, 18-9). Alla fine è stato un gioco da ragazzi chiudere con ben dieci match point, nonostante i tre annullati da Piacenza. È stata Celeste Plak a mettere a terra il punto del 25-17 e dunque del 3-0 e a guadagnarsi anche il titolo di MVP.

Risultato finale:
Foppapedretti Bergamo - Nordmeccanica Piacenza 3-0 (25-23, 27-25, 25-17)

Foto © Rubin/LVF

  • shares
  • Mail