Volta a Catalunya 2016, sesta tappa: vittoria di Davide Cimolai! Quintana sempre leader | Video

Cimolai ha vinto in volata davanti a Nikias Arndt.

Una bellissima vittoria per Davide Cimolai nella sesta tappa della Volta a Catalunya 2016 da Sant Joan Despia a Vilanova i la Geltru lunga 197,2 km. Il velocista della Lampre-Merida ha coronato le fatiche della sua squadra, che per tutto il giorno si è impegnata a limitare i danni rispetto a una fuga che ha rischiato di arrivare fino al traguardo, tanto che due dei battistrada alla fine si sono piazzati in top-ten.

La tappa è cominciata con la notizia di colui che era dato come grande favorito per la vittoria odierna, ossia Ben Swift del Team Sky. Il primo sprint intermedio a Castelldefels, posto già al km 10, ha visto Daniel Martin dell’Etixx-Quick Step transitare per primo davanti a Philippe Gilbert della BMC e Romain Bardet dell’AG2R La Mondiale, mentre Dario Cataldo dell’Astana si è aggiudicato il gran premio della montagna sull’Alt de la Maladona, poco dopo il km 20.

Dopo il gpm si è formato un gruppetto di fuggitivi che è stato ripreso già in discesa, ma dopo il ricongiungimento in contropiede è partita la vera e propria fuga di giornata, animata da Petr Vakoc dell’Etixx-Quick Step, Esteban Chaves dell’Orica GreenEdge, Laurens Ten Dam del Team Giant-Alpecin, Ryder Hesjedal della Trek-Segafredo, Bert-Jan Lindeman della LottoNL-Jumbo, Alex Howes della Cannondale, Cameron Meyer della Dimension Data, Romain Hardy e Rudy Molard della Cofidis, Marco Minnaard della Wanty-Groupe Gobert e Alex Domont dell’AG2R La Mondiale. I battistrada hanno raggiunto un vantaggio massimo di cinque minuti e mezzo.

Al secondo sprint intermedio di Vilafrance del Penedès è stato Lindemann tra i fuggitivi ad avere la meglio, dietro di lui si sono piazzati Molard ed Hesjedal. In testa al gruppo si sono dati da fare soprattutto gli uomini del Team Sky, della Lampre-Merida, del Team Giant-Alpecin e della IAM. Intanto sul gpm dell’Alt de les Ventoses Chaves ha transitato per primo. In seguito anche la FDJ ha cominciato a collaborare in testa al gruppo e il vantaggio è sceso a 2 minuti a una sessantina di chilometri dal termine. A questo punto l’accordo tra i battistrada ha cominciato a vacillare, ma il plotone ha rallentato un po’ e non ne ha approfittato subito per evitare di riprendere la fuga troppo presto.

Negli ultimi 15 km è stato Vakoc nel gruppetto di testa a cercare di aumentare il ritmo per non farsi riprendere dal gruppo guidato dalla FDJ. Negli ultimi 4 km, con poche centinaia di metri di distanza tra gruppi e fuggitivi, mentre la gran parte della fuga è stata ripresa, sono rimasti in testa quattro uomini, Vakoc, Molard, Lindeman e Meyer, che hanno provato a resistere fino alla fine. Meyer ha allungato negli ultimi metri, ma la testa del gruppo lo ha inesorabilmente preso e Davide Cimolai, con una volata perfetta, ha ottimizzato il gran lavoro fatto tutto il giorno dalla sua squadra.

Questi i primi dieci al traguardo, tutti con lo stesso tempo:
1) Davide Cimolai (Lampre-Merida) 4h 35’ 13”
2) Nikias Arndt (Team Giant-Alpecin)
3) Tosh Van Der Sande (Lotto Soudal)
4) Simon Gerrans (Orica GreenEdge)
5) Daryl Impey (Orica GreenEdge)
6) Petr Vakoc (Etixx-Quick Step)
7) Alexey Tsatevich (Team Katusha)
8) Jonas Van Genechten (IAM)
9) Bert-Jan Lindeman (Team LottoNL-Jumbo)
10) Lorrenzo Manzin (FDJ)

E queste le prime posizioni della classifica generale:
1) Nairo Quintana (Movistar)
2) Alberto Contador (Tinkoff) +7”
3) Richie Porte (BMC) +17”
4) Daniel Martin (Etixx-Quick Step) +18”
5) Tejay Van Garderen (BMC) +27”
6) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +31”
7) Ilnur Zakarin (Team Katusha) +42”
8) Chris Froome (Team Sky) +46”
9) Hugh Carthy (Caja Rural) +1’ 01”
10) Rigoberto Uran (Cannondale) +1’ 16”

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO